Non ci sono segnali di progresso poiché la Casa Bianca ei repubblicani stanno ancora concludendo i negoziati sul tetto del debito

23 maggio (Reuters) – Martedì il presidente Joe Biden e i repubblicani del Congresso hanno concluso un altro round di colloqui sul tetto del debito mentre si profilava una scadenza per aumentare il tetto del debito di $ 31,4 trilioni del governo o il rimborso del rischio.

I due partiti sono profondamente divisi su come controllare il deficit federale, con i democratici che sostengono che gli americani più ricchi e le imprese dovrebbero pagare più tasse mentre i repubblicani vogliono tagli alla spesa.

I negoziatori della Casa Bianca Shalanda Young, direttrice dell’Ufficio di gestione e bilancio, e il consigliere senior della Casa Bianca Steve Ricchetti hanno incontrato martedì i rappresentanti repubblicani per circa due ore. Se ne sono andati senza fare commenti sostanziali ai media.

Il segretario al Tesoro Janet Yellen ha avvertito che il governo federale potrebbe non avere abbastanza soldi per pagare tutte le bollette entro il 1 giugno, innescando un default che martellerebbe l’economia statunitense e aumenterebbe i costi di indebitamento.

Il rappresentante Garrett Graves, il negoziatore repubblicano, ha detto prima della riunione di martedì di aver visto pochi progressi.

“Penso che le cose non siano andate bene”, ha detto Graves ai giornalisti. “Si rifiutano di cambiare davvero rotta, di tagliare davvero le spese, e questa è una linea rossa

Biden e McCarthy hanno parlato della necessità di un compromesso bipartisan durante l’incontro di lunedì sera sul tetto del debito, anche se sposano politiche che espongono le divisioni bipartisan.

READ  Punteggio Eagles vs. Giants: aggiornamenti in tempo reale, statistiche di gioco, momenti salienti, analisi per la partita della divisione playoff NFL 2023

“Abbiamo ribadito che il default è fuori discussione ed è l’unica via da percorrere in buona fede verso un accordo bipartisan”, ha detto Biden in una dichiarazione dopo la riunione di lunedì, che ha definito “produttiva”.

Gli indici azionari statunitensi sono scesi martedì mattina a Wall Street e i mercati globali erano al limite a causa della mancanza di chiari progressi.

Biden e i Democratici vogliono congelare la spesa nell’anno fiscale 2024 al livello adottato nel 2023, sostenendo che ciò significherebbe tagli alla spesa perché i bilanci delle agenzie non possono tenere il passo con l’inflazione. L’idea è stata respinta dai repubblicani che volevano tagli alla spesa.

Biden vuole ridurre il deficit aumentando le tasse sui ricchi e chiudendo le scappatoie fiscali per le industrie petrolifere e farmaceutiche. McCarthy ha detto che non avrebbe approvato un aumento delle tasse.

McCarthy ha detto lunedì ai giornalisti che si aspetta di parlare con Biden almeno ogni giorno per telefono.

Se Biden e McCarthy raggiungono un accordo, dovranno venderlo ai loro caucus al Congresso. L’approvazione di un accordo alla Camera e al Senato potrebbe facilmente richiedere una settimana, richiedendo a Biden di approvare il disegno di legge prima di trasformarlo in legge.

SCADENZA DISCUSSIONE

Martedì alcuni membri intransigenti del Republican Freedom Caucus si sono detti scettici su quanto fosse ferma la scadenza del 1° giugno. Il Tesoro ha affermato che gli Stati Uniti potrebbero trovarsi di fronte a una carenza di liquidità a partire dal 1° giugno.

“La segretaria Yellen non dovrebbe solo testimoniare, ma anche per iscritto, giustificare le date che ha fornito. Perché il 1 giugno è morto?” Rep. Chip Roy ha detto in un’intervista.

READ  Con l'intensificarsi della tempesta tropicale Ian, il percorso della Florida rimane incerto

Il massimo democratico Hakeem Jeffries ha respinto quel sospetto come infondato.

“La data del 1 giugno è reale. Il segretario Yellen continua a chiarirlo”, ha detto Jeffries ai giornalisti.

A meno che il Congresso non alzi il tetto del debito e consenta al governo federale di prendere in prestito denaro per pagare i suoi conti, l’America non adempirà ai suoi obblighi, facendo precipitare la nazione nella recessione e facendo precipitare i mercati finanziari globali nel caos.

Qualsiasi accordo per alzare il tetto dovrebbe passare da entrambe le camere del Congresso e dipenderebbe quindi dal sostegno bipartisan. I repubblicani di McCarthy controllano la Camera 222-213, mentre i democratici di Biden detengono il Senato 51-49.

Nonostante gli ostacoli, le due parti hanno trovato un terreno comune in diverse aree, inclusa la riforma delle autorizzazioni, per aiutare i progetti energetici ad andare avanti.

Lunedì, McCarthy ha affermato che non tutte le questioni relative all’aggiunta di alcune riforme dei permessi all’accordo sul debito potrebbero essere risolte e che i colloqui su ulteriori riforme potrebbero continuare in seguito, escludendo un compromesso per l’energia rinnovabile.

Le due parti stanno anche discutendo la restituzione dei fondi di soccorso Covid inutilizzati e l’imposizione di requisiti di lavoro più severi a due popolari programmi di assistenza pubblica che aiutano a far uscire gli americani dalla povertà.

Ma i leader hanno avvertito che nulla era stato ancora concordato.

“È molto importante riconoscere che l’urgenza dovrebbe essere all’ordine del giorno. Questa non è l’atmosfera che sto ricevendo in questo momento”, ha dichiarato il deputato Patrick McHenry, presidente repubblicano della commissione per le finanze della Camera.

Rapporto di Jared Renshaw; Montaggio di Heather Timmons e Lincoln Feist.

READ  Aguilar ha sconfitto l'incumbent Marchand nella corsa per supervisionare il voto del Nevada

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *