L’Oak Fire della California ha distrutto almeno 41 strutture poiché ha bruciato più di 18.000 acri vicino allo Yosemite National Park.

Venticinque case unifamiliari sono state distrutte nell’incendio, si legge nell’aggiornamento, quattro in più rispetto a quelle dichiarate distrutte lunedì notte. L’agenzia ha rivisto al ribasso il numero di annessi distrutti da 34 a 16 a partire da martedì mattina.

Più di 1.400 strutture sono ancora minacciate.

“Le squadre dei vigili del fuoco continuano a fornire protezione strutturale, estinguere i punti caldi e stabilire e migliorare le linee in tensione”, ha affermato martedì mattina un aggiornamento di Cal Fire. “La continua siccità, la grave essiccazione dei combustibili e la mortalità degli alberi continuano a contribuire alla propagazione degli incendi”.

Circa 3.000 persone stanno combattendo l’incendio, con sforzi aerei e terrestri tra cui due dozzine di elicotteri, 302 autopompe e 82 bulldozer, ha detto Cal Fires. Aggiornamento del lunedì sera.

Ma il terreno difficile e l’abbondante vegetazione secca che alimenta il fuoco hanno complicato gli sforzi per rallentarne la crescita, ha detto lunedì alla Galileus Web il portavoce di Cal Fire, il capitano Keith Wade.

“L’impronta qui, la quantità di carburante che brucia quando brucia un incendio, il terreno disponibile – burroni, drenaggio – il vento che scorre attraverso queste aree può rendere irregolare il comportamento del fuoco. Esplodere … la ferocia di quel fuoco può essere intenso a volte”, ha detto Wade.

L’Oak Fire è la più grande stagione degli incendi della California fino ad oggi. I dati di Cal Fire mostrano. Ma rimane relativamente piccolo Rispetto ad altri incendi in California Negli ultimi anni: per esempio, l’incendio di Dixie ha bruciato più di 960.000 acri l’anno scorso, o l’incendio del complesso di August l’anno prima ha bruciato più di un milione di acri, sminuito dal più grande incendio dello stato.

Finora Cal Fire ha segnalato 23 incendi in California questo mese, ma solo tre hanno superato i 500 acri. Nessuno si è avvicinato alla massiccia distruzione dell’Oak Fire, ha detto Wade, a causa delle condizioni estremamente asciutte nell’area.

“La vera differenza che i vigili del fuoco stanno vivendo qui è quanto sia tutto asciutto, ed è sicuramente stato (asciutto) per anni”, ha detto. “Abbiamo notato che c’erano meno precipitazioni, meno umidità e il carico di carburante disponibile era decisamente esaurito”.

READ  Il presidente dello Sri Lanka Gotabaya Rajapaksa è fuggito dal paese: aggiornamenti in tempo reale

La rapida crescita dell’incendio ha reso più difficili gli sforzi di evacuazione, ha detto lunedì alla Galileus Web Joan Heggie, capo del battaglione dei vigili del fuoco di Cal, aggiungendo che i funzionari e le forze dell’ordine stanno facendo del loro meglio per avvisare i residenti quando devono evacuare.

“La realtà è che si muove così velocemente, non dà alle persone molto tempo e a volte devono andarsene con la maglietta di dosso”, ha detto Heggie.

Cal Fire ha affermato che i progressi compiuti dalle squadre dei vigili del fuoco hanno consentito ai funzionari di ridurre gli ordini di evacuazione agli avvisi di fuoco in alcune aree.

Durante il fine settimana, almeno 3.000 persone sono state costrette a fuggire dalle loro case sabato comunicato stampa Dall’ufficio del governatore Gavin Newsom. Presso la scuola elementare di Mariposa è stato allestito un rifugio di evacuazione per gli sfollati.
La contea di Mariposa è in stato di emergenza da Newsom Saturday dichiarato Dichiarazione.
I vigili del fuoco della California meridionale prevedono di portarlo quest’estate Una stagione degli incendi particolarmente impegnativa A causa dell’aumento della frequenza degli incendi boschivi e delle condizioni più secche e calde in gran parte dello stato.
I vigili del fuoco stanno lavorando per contenere i punti caldi dell'Oak Fire, che ha iniziato a bruciare venerdì.

Heggie ha attribuito la “velocità e l’intensità” dell’Oak Fire alla prolungata siccità dello stato e al cambiamento climatico causato dall’uomo.

“Posso dirvi che questo è un risultato diretto del cambiamento climatico”, ha detto. “Non puoi avere una siccità di 10 anni in California e aspettarti che le cose rimangano le stesse. E stiamo pagando il prezzo di quei 10 anni di siccità e cambiamento climatico proprio ora”.

La California è colpita anche negli stati occidentali Una lunga mega siccità Ciò è stato notevolmente esacerbato dalla crisi climatica.

“Quel carburante morto e la siccità risultanti dai cambiamenti climatici stanno guidando questi, quelli che ora chiamiamo ‘mega incendi’”, ha detto Hecki.

Non sono solo gli Stati Uniti occidentali ad avere a che fare con condizioni di incendio estreme. Gli incendi stanno diventando più intensi e più comuni in tutto il mondo, secondo Rapporto del Programma Ambiente delle Nazioni Unite. L’analisi del rapporto prevede un aumento del 30% del numero di gravi incendi entro il 2050.

“È tempo di imparare a convivere con il fuoco”, suggerisce il rapporto, esortando le autorità e i responsabili politici a collaborare con le comunità locali per utilizzare le conoscenze indigene e investire negli sforzi di pianificazione e prevenzione.

READ  Gli iPhone di fascia media non hanno più gli ultimi chip Apple

Poppy Harlow, Taylor Romine, Stella Chan, Sarah Smart e Rachel Ramirez della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.