Caitlin Clark chiude la carriera casalinga mentre l’Iowa batte il West Virginia

IOWA CITY, Iowa – Caitlin Clark è stata l’ultima a scendere in campo alla Carver-Hawkeye Arena lunedì. Ma per riuscirci, lei e gli Iowa Hawkeyes hanno dovuto sopravvivere a una nervosa battaglia difensiva e vincere una partita in cui di solito faticano.

La squadra con il punteggio più alto nel basket femminile di divisione I in questa stagione (92,8 punti a partita in arrivo nella partita del secondo turno di lunedì) ha dovuto tenere a bada una squadra del West Virginia che ha fatto lavorare l’Iowa per ogni punto. Gli Hawkeyes hanno segnato un solo canestro nel quarto quarto. Ma passano comunque agli Sweet 16, salutando l’edificio che Clark e i suoi compagni dell’ultimo anno hanno riempito per tutta la stagione.

Albany 2, la regione n. 1 dell’Iowa, ha sconfitto la n. 8 del West Virginia 64-54. Clark ha segnato 32 punti, 8 rimbalzi e 3 assist nella sua ultima partita casalinga, battendo un altro record nella sua storica stagione. Ora ha 1.113 punti, pari al maggior numero di punti in una stagione di Division I dell’ex stella dei Washington Huskies Kelsey Plum.

Aveva già battuto il record di punteggio in carriera femminile NCAA di Blum, il record femminile di un college importante di Lynette Woodard e il record complessivo di DI di Pete Maravich. Ma tutta la fanfara per i riconoscimenti personali di Clarke non significherà molto se le cose andranno male lunedì.

E sembrava che potesse succedere per gran parte della partita. Prima di lunedì, gli Hawkeyes erano 3-8 nella carriera di Clark nelle partite con meno di 70 punti. Una sconfitta per 64-62 al secondo turno contro Creighton nel 2022, la seconda stagione di Clark. L’Iowa era allora il n. 2 e Creighton era il seme n. 10.

READ  Gli Stati Uniti sospendono l'obbligo del test Govt-19 per i viaggiatori aerei che entrano nel Paese

Clark ha detto che il rimorso è stato il più grande motivatore della sua carriera.

“Non pensavo che la mia carriera sarebbe decollata [did] Se non avessimo perso contro Creighton”, ha detto Clark. “Non credo che saremmo andati alle Final Four l’anno scorso… non credo che avremmo vinto questa partita stasera. Probabilmente è il momento più basso della mia carriera e devi stare fermo un anno intero finché non hai la possibilità di affrontare la Georgia in casa”.

Anche la partita del secondo turno della NCAA della scorsa stagione contro i Bulldogs è stata molto combattuta; L’Iowa ha vinto 74-66 e non si è tirato indietro fino all’ultimo minuto. Per il terzo anno consecutivo lunedì, il tutto esaurito al Carver-Hawkeye ha fatto battere forte il cuore per la partita del secondo turno.

“È uno dei turni più difficili del torneo NCAA”, ha detto Clark. Il rivale dei Big Ten dell’Iowa, Ohio State, ha perso contro Duke domenica. “Sono tutti davvero bravi. Ci si aspetta che tu vinca. Sei nel tuo campo di casa. Hai tutta la pressione del mondo. Non hanno assolutamente nulla da perdere per venire qui e sconvolgerci”.

Mark Kellogg, nella sua prima stagione al West Virginia, ha guardato il gruppo della sua squadra e dei fan di Mountaineer durante la Selection Sunday e ha detto con leggerezza: “Vinceremo uno e poi manderemo Caitlin Clark a fare le valigie”.

Voleva sparare ai suoi soldati, ma la notizia è trapelata pubblicamente. Kellogg ha detto in una conferenza stampa venerdì prima del primo turno che rispetta pienamente Clark e l’Iowa e non intendeva dire nulla di negativo. Ma la verità è che i suoi Alpinisti hanno quasi fatto cadere gli Occhi di Falco.

READ  Jamal Bowman: I democratici negano di aver attivato gli allarmi antincendio per impedire il voto

“Sono molto orgoglioso della nostra squadra, resilienza: questa è stata la nostra parola d’ordine per tutto l’anno”, ha detto Kellogg, che ha preso il posto di Don Blitzwhite, che è rimasto in West Virginia per una stagione prima di trasferirsi in Minnesota.

“Ho pensato che lo sforzo difensivo stasera fosse enorme e speciale. E per quella squadra fare alcune cose statisticamente – per quanto buone siano in attacco – è un merito per i nostri giocatori. Naturalmente, ci piacerebbe farlo. fatto qualche altro tiro e fatto qualche altra giocata.”

I Mountaineers hanno tenuto gli Hawkeyes a soli 6 punti nel secondo quarto e 26 nel primo tempo, il minimo stagionale dell’Iowa di un quarto e mezzo. L’Iowa ha ottenuto solo 7 assist per la partita, il totale più basso in una vittoria del programma dal 2016. L’Iowa ha realizzato solo un canestro su campo nel quarto quarto, ma ha segnato 14 tiri liberi.

L’enorme disparità nei tiri liberi risaltava nel box score – Iowa 25 su 30 e West Virginia 3 su 5 dalla lunetta – ma rifletteva gli stili di gioco delle due squadre. L’Iowa era un gruppo di guida molto aggressivo, e i Mountaineers non hanno attaccato molto il cuore della zona di Hawkeyes, accontentandosi maggiormente dei tiri dall’esterno.

“Penso che questa sia una delle migliori squadre difensive che abbiamo visto tutto l’anno”, ha detto l’allenatore dell’Iowa Lisa Bluder. “Sono molto orgoglioso che la nostra squadra abbia realizzato sei palle perse contro quella difesa pressante nel secondo tempo. Ti mantiene calmo, soprattutto quando loro l’hanno costruita. Abbiamo trovato un modo per vincere in un modo diverso e abbiamo vinto. La nostra difesa stasera .”

READ  Daniel Ellsberg: l'informatore del Pentagono Papers muore a 92 anni

Infatti, quando il punteggio è stato pari a 52-52 a poco più di 2 minuti dalla fine, gli Hawkeyes non hanno vacillato. La guardia junior Sydney Affolder ha giocato da 3 punti che ha dato all’Iowa abbastanza respiro per chiudere la partita.

Il Colorado, al quinto posto dietro l’Iowa, è la stessa squadra che gli Hawkeyes hanno affrontato la scorsa stagione negli Sweet 16. L’Iowa vinse quella partita 87-77 e passò alle Final Four.

Alcuni dei suoi compagni senior hanno versato lacrime di gioia dopo la partita di lunedì, ma Clark era tutta sorrisi. Durante una delle più grandi carriere nella storia del basket universitario, ha trascorso un po’ di tempo nell’atmosfera dell’arena che ha imparato ad amare nelle ultime quattro stagioni.

“Avrei voluto restare in campo un po’ più a lungo e assorbire tutto un po’ più a lungo”, ha detto Clark nello spogliatoio dell’Iowa. “Ma non penso che ci sia un modo migliore di una vittoria grintosa e resiliente. Onestamente, era quasi l’opposto del basket dell’Iowa, ma penso che sia ciò che lo rende così dolce. La nostra difesa è stata davvero buona e la gente non lo fa dare sempre molto credito alla nostra difesa.

“E’ per questo che stasera abbiamo vinto. Abbiamo tirato pochi tiri, ma a questo punto è importante sopravvivere e avanzare, e questo è quello che abbiamo fatto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *