Le azioni Nvidia salgono del 14% dopo che le vendite sono balzate al ‘punto critico’ dell’AI

Apri Editor’s Digest gratuitamente

Le azioni di Nvidia sono aumentate dopo che la società di chip più preziosa al mondo ha previsto un aumento del 265% dei ricavi trimestrali e vendite ancora più forti guidate da una spesa sfrenata nell’intelligenza artificiale.

I ricavi del quarto trimestre sono stati di 22,1 miliardi di dollari, battendo le aspettative di Wall Street di 20,4 miliardi di dollari, ha dichiarato Nvidia mercoledì sera, prevedendo ricavi di 24 miliardi di dollari per il trimestre in corso.

“Il calcolo accelerato e l’intelligenza artificiale generativa hanno raggiunto un punto critico”, ha affermato Jensen Huang, fondatore e amministratore delegato di Nvidia. “La domanda globale è in aumento tra imprese, settori e paesi”.

Le azioni di Nvidia sono aumentate di oltre il 14% a 772,90 dollari nelle negoziazioni pre-mercato di giovedì. La mossa ha spinto Chip a diventare la terza azienda quotata negli Stati Uniti con più valore dietro Microsoft e Apple, dietro Amazon e la società madre di Google, Alphabet.

Nvidia è stata il principale motore del rally dell’indice S&P 500 quest’anno, rappresentando circa un quarto dei guadagni dell’indice. La sua importanza è diventata così elevata che alcuni investitori e analisti si aspettano che il rapporto finanziario di mercoledì contenga un rischio a livello di mercato simile alla pubblicazione dei dati sull’inflazione.

Nvidia ha dichiarato che l’utile per azione del quarto trimestre ha raggiunto i 4,93 dollari, battendo le aspettative degli analisti di 4,59 dollari, secondo le stime di LSEG.

L’utile netto è aumentato del 770% su base annua raggiungendo i 12,3 miliardi di dollari. La cifra ha battuto le aspettative degli analisti di 10,4 miliardi di dollari.

READ  Miss Universo: Shaynice Palacios del Nicaragua vince il concorso del 2023 in El Salvador

Fondata nel 1993 come fornitore di schede grafiche per giochi per computer, l’intelligenza artificiale è diventata un proxy della domanda poiché le principali aziende tecnologiche come Nvidia, Alphabet, Microsoft, Amazon e Meta hanno tutte aumentato i loro investimenti nell’informatica AI. I suoi chip di punta, come l’H100, sono diventati lo standard del settore per gli sviluppatori di intelligenza artificiale per elaborare dati per modelli linguistici di grandi dimensioni. Annunciava un nuovo settore noto come intelligenza artificiale generativa, che generava chatbot e altri software in grado di apprendere, comprendere e generare informazioni sotto forma di testo, immagini e video.

Il rapido successo del ChatGPT di OpenAI ha contribuito a rendere i chip H100 l’articolo più popolare nella Silicon Valley lo scorso anno. Meta prevede di portare il totale dei suoi chip H100 a 350.000 entro il 2024, ha dichiarato a gennaio l’amministratore delegato Mark Zuckerberg. L’offerta piuttosto che la domanda è il principale vincolo alla crescita di Nvidia nel breve termine.

“NVIDIA ha implementato un nuovo paradigma informatico chiamato intelligenza artificiale generativa”, ha detto Huang mercoledì in una chiamata con gli investitori. Ha affermato che i suoi chip di alto valore sono “sostanzialmente fabbriche di generazione di intelligenza artificiale” di una nuova rivoluzione industriale.

“Ogni azienda si basa sulla propria business intelligence proprietaria e, in futuro, sulla propria intelligenza artificiale generativa proprietaria”, ha aggiunto. “Ora tutti i dipartimenti sono a bordo.”

Le grandi aziende tecnologiche rappresentano quasi il 40% delle entrate di Nvidia, ma i suoi clienti si sono diversificati poiché sempre più settori si affrettano a investire in hardware per l’informatica AI. Huang ha affermato che industrie tra cui quella automobilistica, dei servizi finanziari e della sanità stanno ora spendendo “a livello multimiliardario” per i suoi chip. Ha affermato che nazioni sovrane tra cui Giappone, Canada e Francia stanno diventando grandi clienti di Nvidia poiché utilizzano i dati dei cittadini per costruire i propri modelli di intelligenza artificiale.

READ  Il governo federale propone di ispezionare i documenti segreti di Trump a dicembre

La divisione data center di Nvidia, il principale motore delle vendite, ha generato ricavi per 18,4 miliardi di dollari nel quarto trimestre, in crescita del 409% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. I chip da gioco hanno generato vendite per 2,9 miliardi di dollari.

Gli investitori stanno prestando molta attenzione alla capacità di Huang di mantenere i tassi di crescita stratosferici di Nvidia mentre si concentra su nuovi prodotti come il suo chip AI di fascia alta, il B100, che dovrebbe iniziare la spedizione entro la fine dell’anno.

L’azienda si trova ad affrontare una concorrenza crescente, inclusa la mossa di alcuni clienti di costruire i propri chip AI in Cina, che in passato rappresentavano un quarto delle entrate. Le nuove regole statunitensi sull’esportazione per l’industria dei semiconduttori hanno costretto Nvidia a limitare la capacità dei suoi prodotti di continuare a vendere nella regione.

I suoi ultimi risultati sono stati accolti favorevolmente dagli analisti, secondo la società, anche se le vendite in Cina sono scese a una “percentuale a una cifra” delle entrate complessive. Peter Cornry, responsabile della strategia azionaria presso Saxo Bank, ha affermato che si è trattato di una decisione “folle”. “Non ho mai visto nulla di simile nella mia carriera. Sarà però difficile per Nvidia superare le aspettative, e questo potrebbe essere l’ultimo trimestre pazzesco.

Video: La corsa per la supremazia dei semiconduttori | Film FT

Questo articolo è stato aggiornato per adeguare le dimensioni relative di Nvidia rispetto ad altre società quotate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *