Aurore spettacolari e blackout radio oggi a causa di una massiccia tempesta solare • Earth.com

La Terra sta attualmente attraversando una serie di tempeste solari, sollevando preoccupazioni su potenziali disagi tecnologici e offrendo la possibilità di vedere splendide aurore.

Durante il fine settimana, il Sole ha emesso due brillamenti solari che hanno iniziato a colpire l’Oceano Pacifico lunedì pomeriggio e a entrare in contatto con la Terra.

Blackout radiofonici

Un breve blackout radio è stato rilevato sull’Oceano Pacifico in seguito all’atterraggio della tempesta solare alle 16:20 EST.

L’incidente è avvenuto al largo delle coste dell’America occidentale e del Sud America ed è stato di breve durata, durando solo pochi secondi.

L’impatto è stato però più prolungato ai poli, dove i blackout sono durati circa sette ore.

Potenziale impatto di fase

Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica (NOAA) Centro di previsione meteorologica spaziale L’attuale tempesta ha una probabilità del 60% di interrompere le linee elettriche.

Un’altra tempesta prevista per domani potrebbe influenzare ulteriormente le radio, le comunicazioni aeree e le operazioni satellitari.

Combustione di classe M

Il fisico Tamita Skov, parlando al DailyMail, ha evidenziato il rischio di blackout radio.

“In termini di blackout radio, sì, il rischio ora sta aumentando”, ha detto Skov. “Abbiamo già due piccoli razzi di classe M che oggi hanno provocato blackout radio di breve durata di livello R1, ma potrebbero presto diventare più lunghi e più grandi.”

Skov ha spiegato che questi brillamenti di classe M di solito causano brevi blackout radio che colpiscono le regioni polari della Terra.

Le macchie solari 3559 e 3555 sono state identificate come fonti di questi brillamenti che emettono espulsioni di massa coronale (CME) contenenti plasma e campi magnetici.

Serie di tempeste

“Questa tempesta sarà seguita da due, forse altre tre, che ci daranno molteplici colpi visibili fino al 25 gennaio”, ha detto Skov, che fornisce previsioni meteorologiche spaziali su YouTube.

READ  Nella registrazione audio, si sente Trump discutere di un documento delicato sull'Iran

“Abbiamo una serie di tempeste solari che iniziano adesso (la prima si è verificata poche ore fa, ma sta lentamente aumentando).”

“Tuttavia, possiamo stare tranquilli perché queste tempeste non saranno abbastanza potenti da colpire le infrastrutture critiche”.

La NOAA utilizza una scala S a cinque livelli per indicare l’intensità delle tempeste di radiazione solare e la tempesta attuale è un evento G2 moderato sulla scala SWPC.

Capire le tempeste solari

Secondo NASALe tempeste solari si verificano quando il vento solare interagisce con la magnetosfera terrestre, causando potenziali disturbi.

Shawn Dahl, coordinatore dello Space Weather Prediction Center della NOAA, ha dichiarato ad ABC News che l’attuale tempesta solare è il risultato di un’esplosione di un filamento, un campo magnetico contenente miliardi di tonnellate di materiale solare proveniente dalla superficie del Sole.

Quando il campo magnetico diventa instabile, a volte espelle la materia nello spazio, trascinando con sé un campo magnetico localizzato molto più forte, ha spiegato Dahl.

Ha osservato che queste esplosioni di filamenti sono responsabili della ricomparsa delle tempeste solari sabato, domenica e lunedì mattina.

Impatto sulla tecnologia

Le tempeste geomagnetiche estreme possono disturbare i sistemi di navigazione interferendo con i segnali radio e GPS e influenzare le reti elettriche.

Dahl ha dichiarato ad ABC News che l’attuale tempesta solare non dovrebbe causare grandi impatti sulla vita quotidiana, che la rete elettrica può gestire interruzioni minori e che i satelliti possono mantenere la loro corretta altitudine orbitale.

La bellezza delle tempeste solari

Uno degli effetti più visibili dell’espulsione di massa coronale è l’aurora boreale, o aurora boreale, creata dall’interazione delle particelle solari con l’atmosfera terrestre.

READ  I Chargers scambiano WR Keenan Allen con Pierce per la scelta del 4° round

L’intensità della tempesta solare determina quanto a sud si possono vedere queste luci.

Si prevede che le tempeste solari di questa settimana produrranno aurore spettacolari visibili fino all’estremo sud del Wyoming, del South Dakota, dell’Iowa, del Wisconsin, del Michigan e di New York.

Le aurore in questo periodo dell’anno sono solitamente più visibili diverse ore dopo il tramonto fino a mezzanotte circa, ha detto Dahl. Ha detto che i visitatori dovrebbero tenere in considerazione la luna piena, oltre ad allontanarsi dalle luci della città.

Maggiori informazioni sui brillamenti solari di classe M

Come discusso sopra, il Sole è il centro di attività intensa e dinamica. Tra i suoi numerosi esempi spicca il Solar Flare, in particolare la variante Classe M.

Queste eruzioni di media scala sulla superficie del Sole sono la causa dell’attuale allarme meteorologico spaziale della Terra, con profonde implicazioni per il nostro pianeta e la sua infrastruttura tecnologica.

Comprendere i brillamenti solari di classe M

I brillamenti solari sono improvvise e intense esplosioni di radiazione elettromagnetica provenienti dall’atmosfera del Sole. Sono classificati in base alla loro luminosità alle lunghezze d’onda dei raggi X: A, B, C, M e X.

I razzi di classe M, secondi per intensità, sono dieci volte più potenti di quelli di classe C ma significativamente più deboli dei più potenti razzi di classe X.

Aspetto e meccanica

I brillamenti di classe M si formano nella fotosfera del Sole, principalmente nelle regioni attive attorno alle macchie solari. Queste macchie sono regioni fredde e scure con intensi campi magnetici.

Quando queste linee del campo magnetico si attorcigliano e si aggrovigliano, improvvisamente si spezzano e si riorganizzano, rilasciando grandi quantità di energia. Questo processo, chiamato riconnessione magnetica, è la forza trainante dei brillamenti solari.

READ  I guai di Boxcon nel principale stabilimento cinese di iPhone colpiranno in grande man mano che più lavoratori se ne andranno - fonte

Tempeste solari e il loro impatto sulla Terra

L’energia dei brillamenti di classe M può raggiungere la Terra in pochi minuti, influenzando l’atmosfera superiore del nostro pianeta. Ciò può portare a molte conseguenze, tra cui:

  1. Disturbi delle comunicazioni radio: le comunicazioni radio a onde corte, fondamentali per i settori aeronautico e marittimo, possono subire interruzioni significative.
  2. Impatto sui sistemi di navigazione: i vulcani possono disturbare la ionosfera terrestre, influenzando la precisione del GPS.
  3. Aurore: le particelle cariche provenienti dai brillamenti che interagiscono con il campo magnetico terrestre possono creare aurore spettacolari, spesso visibili ad alte latitudini.
  4. Rischio radiazioni: gli astronauti nello spazio e coloro che viaggiano su aerei ad alta quota sono esposti a livelli elevati di esposizione alle radiazioni.

Monitoraggio e previsione

Varie agenzie spaziali tra cui la NASA e ESA, monitorare attentamente l’attività solare. Satelliti come il Solar Dynamics Observatory (SDO) e l’Osservatorio Solare ed Eliosferico (SOHO) svolge un ruolo importante nel rilevamento e nell’analisi dei brillamenti solari.

Tuttavia, prevedere questi fenomeni rimane impegnativo a causa della natura complessa delle dinamiche del campo magnetico del Sole.

In breve, i brillamenti solari di classe M ricordano la natura mutevole del nostro Sole e il suo impatto sulla Terra. Sebbene presentino sfide, la nostra crescente comprensione e capacità di monitorare questi eventi ci consente di mitigarne gli impatti, assicurandoci di essere preparati per queste esplosioni di fuoco dalla nostra stella più vicina.

—–

Ti è piaciuto quello che hai letto? Iscriviti alla nostra newsletter per articoli coinvolgenti, contenuti esclusivi e gli ultimi aggiornamenti.

—–

Dai un’occhiata a EarthSnap, un’app gratuita offerta per te Eric Rawls e Earth.com.

—–

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *