VERMONT: Questo pomeriggio rimane in vigore un controllo delle inondazioni tra i soccorsi dall’inondazione che ha provocato la morte di una persona

Carlo Krupa/AP

Fango e inondazioni bloccano una strada mentre iniziano i lavori di pulizia a Barre, nel Vermont.



Cnn

Il tempo pericoloso potrebbe portare più inondazioni improvvise nel Vermont, proprio mentre lo stato inizia la sua lunga ripresa Piogge devastanti hanno inondato la regione All’inizio di questa settimana.

Almeno una persona è morta nelle recenti tempeste e inondazioni, ha dichiarato il Dipartimento della Salute del Vermont in un comunicato stampa. Stephen Davol, 63 anni, “è morto il 12 luglio in un incidente di annegamento a casa sua”, ha detto il comunicato. Non sono stati forniti dettagli aggiuntivi.

E il National Weather Service ha avvertito che giovedì potrebbero colpire il Vermont forti temporali, inondazioni improvvise, grandine e persino tornado.

Gli equipaggi hanno completato gli sforzi di salvataggio per i residenti catturati nelle acque alluvionali e non ci sono morti o lavori in corso relativi a precedenti cicli di tempeste, ha detto giovedì il commissario per la sicurezza pubblica del Vermont Jennifer Morrison.

Il Vermont meridionale affronta il rischio di rovesci e temporali moderati giovedì pomeriggio e che continuano durante la notte, ha affermato il servizio meteorologico. Molto Lo stato è già saturo d’acqua È in atto un nuovo controllo delle inondazioni.

Il servizio meteorologico ha avvertito di pioggia da 1,5 a 2 pollici in alcune parti del Vermont, New Hampshire e New York. Le precipitazioni totali del Vermont dovrebbero essere inferiori rispetto alla scorsa settimana, con suoli saturi e fiumi ancora in piena, rendendo l’area più soggetta a inondazioni.

La maggior parte del tempo pericoloso è prevista tra le 16:00 e le 20:00 di giovedì, ha detto Morrison, quando le possibilità di inondazioni improvvise localizzate sono più alte.

READ  Mercato azionario oggi: aggiornamenti in tempo reale

“Non dovrebbe essere una ripetizione di lunedì e martedì, ma è pericoloso nelle aree che subiscono inondazioni improvvise”, ha detto.

Un altro round di forti piogge colpirà lo stato domenica, ha detto giovedì il governatore Bill Scott.

“Non è finita, e non sarà finita dopo questa tempesta”, ha avvertito.

Brian Snyder/Reuters

Le strade di Montpelier, nel Vermont, sono state allagate dalle recenti piogge.

“Oggi sto presentando una richiesta al presidente Biden per una dichiarazione di grave disastro, che, se approvata, fornirà finanziamenti federali per i soccorsi in caso di calamità che aiuteranno notevolmente le comunità nella fase di ripresa”, ha aggiunto Scott.

Biden ha approvato martedì una dichiarazione di emergenza iniziale per il Vermont, mettendo in moto il processo di aiuto.

I funzionari stanno ora esortando i residenti a non mettere a rischio se stessi o i primi soccorritori ignorando le chiusure stradali o correndo rischi inutili intorno alle acque alluvionali.

“Sono pieni di petrolio, gas, liquami, prodotti chimici, ecc. Sono sporchi e cattivi”, ha detto Morrison. Non lasciare che i tuoi bambini giochino nell’acqua piovana.

Il Vermont sta ancora vacillando per le devastanti inondazioni che hanno trasformato le strade in fiumi e attraversato gli edifici, lasciando molti intrappolati nelle loro case e auto. Più di 200 persone sono state salvate da domenica, ha detto Morrison mercoledì.

John Tully per The Washington Post/Getty Images

I membri del team di soccorso tecnico di Colchester hanno risposto alla chiamata a Montpelier, nel Vermont.

“Coloro che tornano nelle case allagate dovrebbero prestare attenzione quando entrano. “Non accendere l’interruttore automatico o utilizzare alcuna fonte di alimentazione fino a quando il sistema non viene controllato da un elettricista autorizzato”, ha affermato.

READ  In una visita senza preavviso in Iraq, il capo del Pentagono ha promesso di mantenere lì le truppe statunitensi

Il capo dell’Agenzia federale per la gestione delle emergenze si è recato nel Vermont per esaminare i danni e ha esortato i residenti a essere consapevoli dei pericoli post-alluvione.

“Ci vogliono solo circa 6 pollici di acqua per pulire i piedi di qualcuno”, ha detto mercoledì l’amministratore della FEMA Dean Criswell.

“In quell’acqua, vediamo molti detriti. Vediamo linee elettriche abbattute. Vediamo cose che potrebbero causare ulteriori danni.

Anche altri stati hanno inviato personale nel Vermont per aiutare con i soccorsi.

Anche con tutto l’aiuto, ci vorranno anni, se non un decennio, perché il Vermont si riprenda, ha detto Morrison.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *