Selezione del gioco del campionato del torneo NCAA: San Diego State vs. UConn

C’è una trasmissione in diretta di atletica leggera UConn contro lo stato di San Diego In Campionato Nazionale.

È difficile da credere, ma è rimasta solo una partita in questa stagione di basket del college 2022-23. È stata una corsa divertente e accidentata, ma abbiamo un adattamento straordinario per superare il traguardo. E ho ancora una possibilità di finire oltre .500 contro lo spread per il torneo NCAA maschile del 2023.

Quindi lascia che ti dia la mia brillante previsione. Godetevi la partita di stasera a tutti e grazie per aver corso con me per tutta la stagione.

Torneo NCAA 2023: 33-33
Stagione regolare 2022-23: 45-30

La scaletta di stasera è tramite BetMGM.

NO. 4 UConn (-7 1/2) contro il n. 5 allo stato di San Diego, 21:20 ET, CBS. Miami è una buona squadra di basket, ma per la maggior parte del sabato sera, l’UConn ha fatto sembrare positivi gli Hurricanes. Gli Huskies erano in vantaggio per 14-4 (per gentile concessione di due triple dell’attaccante junior 6-9 Adama Sanoko), guidati da 13 all’intervallo, e hanno esteso il loro vantaggio a 20 all’inizio del secondo tempo, tranne che per un breve periodo. Miami ha chiuso a meno di otto e non è mai stata minacciata sulla strada per uno sbadiglio 72-59.

È stato abbastanza impressionante, ma è particolarmente vero se si considera che gli Huskies non avevano nemmeno un gioco tutto loro. Il loro miglior giocatore, Jordan Hawkins, aveva un mal di stomaco che lo limitava a 13 punti. Il loro miglior regista e collante, Andre Jackson Jr., si è messo nei guai all’inizio del primo tempo e ha ottenuto sei punti e quattro assist in 22 minuti. Otto dei giocatori di rotazione di UConn hanno segnato, guidati dai 21 punti e dai 10 rimbalzi di Sanoko. Quando inizierà la partita di campionato, Hawkins avrà avuto 48 ore per riposarsi e riprendersi, Jackson sarà ansioso di usare il suo mulligan e il resto degli Huskies sarà fiducioso sapendo di essere stato in grado di contribuire al palcoscenico più grande. Quando la loro squadra ne aveva più bisogno.

READ  La Corte Suprema sostiene l'allenatore di football del liceo che ha perso il lavoro per aver pregato dopo una partita

Questo torneo è solo un’estensione di ciò che UConn ha fatto durante tutto il torneo. Ciascuna delle cinque vittorie degli Huskies è arrivata in doppia cifra. Hanno battuto una buona squadra dei Gonzaga di 28 punti nell’Elite Eight. Hanno tutto ciò di cui una squadra ha bisogno per vincere un campionato nazionale: tiro, dimensioni, velocità, atletismo, rimbalzi profondi, difesa efficiente, capacità di segnare dentro e fuori e capacità di giocare a metà campo o in transizione. E hanno un capo allenatore dalla mentalità dura dei reali del basket.

Lo stato di San Diego, nel frattempo, ha vinto ciascuna delle sue ultime due partite di un punto, inclusa la drammatica vittoria di sabato sul Florida Atlantic che è arrivata per gentile concessione del vincitore del gioco di Lamont Butler. Gli Aztechi giocano una difesa formidabile – sono classificati n. 4 a livello nazionale in termini di efficienza regolata per KenPom – ma hanno mostrato una certa vulnerabilità contro FAU. Gli Aztechi sono entrati in semifinale tenendo gli avversari al 17% di tiri da 3 punti nella gara, ma i Gufi hanno segnato il 41% dei loro 22 tentativi e hanno segnato 71 punti. SDSU ha avuto un altro rimbalzo nonostante i Gufi si siano classificati al 328 ° posto in KenPom. UConn è al 28 ° posto nei rimbalzi e gli Huskies sono al 2 ° posto nella nazione per percentuale di rimbalzi offensivi. Quindi questa è un’altra area in cui gli Aztechi sono abituati a dominare, ma stasera giocheranno anche (o forse in svantaggio).

Ci sono due modi in cui lo Stato di San Diego può tirare fuori questo sconvolgimento. Per prima cosa dobbiamo renderlo un affare a metà tribunale. È molto affidabile. Gli Aztechi hanno registrato una media di appena 10,0 palle perse nella gara e hanno tenuto gli avversari a 60,0 punti a partita. Quando si imposta il ritmo, la squadra che vuole giocare più lentamente avrà sempre un vantaggio sulla squadra che vuole giocare più velocemente. Se non altro, dovrebbe essere un motivo per credere che lo Stato di San Diego possa essere abbastanza vicino da coprire questo considerevole punto di diffusione. L’UConn è chiaramente la squadra migliore, ma 7 punti e mezzo sono un sacco di legno da mettere nella partita del campionato nazionale.

READ  Si dice che la famiglia Angelos stia vendendo Orioles

Un altro modo in cui lo Stato di San Diego può vincere è sparare a luci spente da 3 punti. È incredibile. Gli Aztechi hanno una media di 19,9 tentativi da 3 punti in questa stagione, che si colloca al 264° posto nella nazione, e nella competizione, stanno facendo il 33,3% come squadra. Il loro uomo di punta, la guardia senior 6-4 Matt Bradley, è finalmente uscito dalla sua crisi per 21 punti su 4 su 8 tiri da 3 punti sabato sera, ma stasera affronterà uno dei migliori difensori perimetrali del paese. a Jackson. Senza dubbio l’allenatore dell’UConn Don Hurley dirà a Jackson che è suo compito assicurarsi che Bradley non abbia un aspetto pulito, costringendo così il resto degli Aztechi a compensare. Quei ragazzi a volte (specialmente Butler e la guardia senior 5-10 Darian Trammell), ma per vincere un campionato nazionale, i tuoi migliori giocatori devono essere fantastici. Jackson si assicurerà che Bradley non sia al meglio.

Naturalmente, ci sono molte ragioni per cui lo Stato di San Diego è in questo gioco. Tuttavia, proprio come sabato sera a Miami, gli Aztechi si troveranno sopraffatti da un avversario superiore che si esibirà al massimo delle sue capacità. Possiamo cercare modi in cui lo Stato di San Diego possa vincere questa partita, o almeno tenerlo vicino, ma dobbiamo guardare in profondità nel terreno quando la foresta ci sta dicendo qualcosa di ovvio. UConn avrebbe controllato il gioco, abbattuto i tiri liberi necessari, messo via e vinto a doppia cifra per assicurarsi il quinto campionato NCAA della scuola. Selezione: Yukon

(Foto di Matt Bradley: Gregory Shamus/Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *