Risultati UFC 276, highlights: Israele Adesanya supera Jared Cannonier mantenendo la corona dei pesi medi

In vista dell’evento principale di UFC 276, il campione dei pesi medi UFC Israel Adesanya ha suscitato molto scalpore con un ingresso ispirato alla leggenda della WWE The Undertaker. Le esibizioni successive furono meno divertenti poiché Adesanya si fece strada verso una vittoria unanime su Jared Cannonier.

Il piano di gioco di Adesanya ruotava attorno al lavoro di jab, finte e calci alle gambe di atterraggio. Non è stato bello e ha frustrato il pubblico, ma è stato efficace nell’eliminare un potente attaccante in Cannonier.

Cannonier ha cercato di apportare modifiche a metà combattimento per lavorare dal clinch contro la gabbia. Sfortunatamente per lo sfidante, quando è stato in grado di afferrare un clinch, spesso non è stato in grado di aumentare l’attacco oltre ad atterrare con le ginocchia sulle cosce di Adesanya.

Il combattimento non ha avuto grandi momenti d’azione e ha invece mostrato le capacità tecniche e l’abilità di Adesanya di distruggere l’approccio sfacciato di Cannonier. Dopo che Adesanya aveva già segnato uno o due strike e si era spostato bene fuori dalla portata, il Cannoneer ha spesso raggiunto i controtiri.

Cannonier ha cercato occasionalmente di segnare un takedown invece di ottenere una vittoria contro la gabbia, ma Adesanya è stato in grado di rimanere in piedi per tutto il match, continuando a mostrare l’evoluzione delle sue abilità di wrestling, o almeno la sua capacità di distruggere il wrestling. Combattere i suoi nemici. Spesso cercava di tornare a quel pozzo, poiché funzionava solo dando al cannoniere qualcosa di simile al successo.

Nel quarto round, i fan hanno iniziato a ribellarsi leggermente, esultando ad alta voce durante i clinches avviati da Cannonier o quando entrambi gli uomini si trovavano a tiro senza fuochi d’artificio. Nel quinto round, molti fan hanno iniziato a lasciare l’arena.

READ  Muore l'ex fascista di Bon Jovi, membro fondatore Alec John Chuch

Alla fine dei cinque turni d’azione, era chiaro che Adesanya si era guadagnato la decisione, ma poiché ha fischiato ad alta voce dopo l’annuncio delle scorecard 49-46, 49-46 e 50-45, la buona volontà dei fan era svanita dal uscire fuori. , tutto a suo favore.

Dopo il combattimento, ad Adesanya è stato chiesto quale sarebbe stato il prossimo passo della sua carriera, avendo già eliminato quasi tutti i migliori contendenti a 185 libbre.

Adesanya ha invitato Alex Pereira, che ha ottenuto due vittorie di kickboxing contro Adesanya, inclusa una brutale vittoria per KO, e ha battuto Sean Strickland sulla carta principale.

“[Our previous fight] C’è stato un errore da parte mia”, ha detto Adesanya a Perera. “Come ho detto in conferenza stampa, la prossima volta che ti metto sui pattini. Te ne andrai come Frozen Elsa.”

Altrove sulla carta, il detentore del titolo dei pesi piuma Alexander Volkanovsky ha offerto la sua migliore interpretazione fino ad oggi nella sua trilogia con Max Holloway. Volganovsky ha spazzato via le scorecard dei giudici dopo aver colpito il suo avversario e aver aperto un brutto squarcio sull’occhio sinistro. Volkanovski, ora con una serie di 22 vittorie consecutive, sembra avere gli occhi puntati su un tiro per il titolo leggero dopo.

CBS Sports è stata con te tutto il sabato per portarti tutti i risultati e gli highlights di UFC 276 di seguito.

Scheda UFC 276 e risultati

  • Israele Adesanya (c) def. Jared Cannonier con decisione unanime (49-46, 49-46, 50-45)
  • Alexander Volkanovski (c) def. Max Holloway Con decisione unanime (50-45, 50-45, 50-45)
  • Alex Pereira def. Sean Strickland tramite TKO al primo round (pugni)
  • Brian Barberena def. Robbie Lawler tramite TKO al secondo round (pugni)
  • Sean O’Malley vs. Pedro Munhos Un colpo d’occhio finisce in un no-contest
  • Jalin Turner def. Brad Riddell tramite sottomissione al primo round (strangolamento a ghigliottina)
  • Jim Miller def. Donald Cerrone Secondo round tramite sottomissione (arresto a ghigliottina)
  • Ian Carey def. Gabriel Green con decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27)
  • Tricus a Plessis dep. Brad Tavares con decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28)
  • André Muniz def. Uriah Hall con decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27)
  • Macy Barber def. Jessica I tramite decisione unanime (29-28, 29-28, 30-27)
  • Julija Stolyarenko def. Jessica Rose-Clark tramite sottomissione al primo round (armbar)
READ  Serena Williams è uscita dal Cincinnati Masters dopo aver perso 6-4, 6-0 contro Emma Raduganu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.