Rilasciato il drammatico video di aerei da guerra russi che “molestano” i droni statunitensi sulla Siria

Un alto ufficiale dell’esercito ha bollato l’incidente come “pericoloso e poco professionale”.

L’esercito americano ha rilasciato mercoledì un drammatico video di un teso incontro nei cieli sopra la Siria orientale mentre gli aerei da guerra russi sono stati visti “molestare” tre droni militari statunitensi in una missione contro il gruppo dello Stato islamico, ha detto un funzionario.

In una dichiarazione, il massimo generale dell’aeronautica americana in Medio Oriente ha etichettato il rodaggio come “condotta non sicura e non professionale” e ha invitato la Russia a porre fine a quello che ha definito “comportamento irresponsabile” da parte dei piloti che sorvolano la Siria orientale. Gli Stati Uniti hanno ancora 900 soldati impegnati in operazioni antiterrorismo.

Il comportamento è “minaccioso[s] Difesa delle forze americane e russe”, ha detto.

L’incidente di mercoledì è stato l’ultimo di una serie di dozzine di ciò che i funzionari descrivono come provocatori aerei russi sulla Siria orientale, spingendo gli Stati Uniti a inviare F-22 Raptor per intercettare i voli sopra le basi militari statunitensi.

Più telecamere e sensori su tre droni MQ-9 Reaper hanno catturato con vividi dettagli mercoledì come i jet russi Su-35 hanno lanciato razzi di paracadute sul percorso dei droni e come un jet ha usato i suoi postbruciatori davanti a uno dei droni.

Una rapida declassificazione del video che cattura l’incontro ha ricordato il rilascio di un video simile a marzo per mostrare una simile molestia di un pilota MQ-9 che volava nello spazio aereo internazionale sopra il Mar Nero, provocando una collisione, hanno detto i funzionari.

READ  Zack Wheeler, Bryce Harper e Kyle Schwarber guidano i Phils nella serie - NBC Sports Philadelphia

Il tenente generale Alex Grinkevich, comandante della Nona Air Force e comandante della componente aerea delle forze combinate per il comando centrale degli Stati Uniti, ha dichiarato in una dichiarazione che la Russia ha avviato il conflitto.

“Contro le norme e i protocolli stabiliti, i jet russi hanno lanciato più razzi paracadute davanti ai droni, costringendo i nostri aerei a condurre manovre evasive”, ha detto Krinkevich.

“Inoltre, un pilota russo ha posizionato il proprio aereo davanti all’MQ-9 e ha attivato il bruciatore posteriore, riducendo la capacità dell’operatore di utilizzare l’aereo in sicurezza”, ha affermato.

“Chiediamo alle forze russe in Siria di porre fine a questo comportamento sconsiderato e di aderire agli standard di condotta previsti da un’aviazione professionale, in modo da poter riprendere la nostra attenzione sulla sconfitta duratura dell’ISIS”.

A metà giugno, il CENTCOM ha annunciato l’invio di F-22 Raptor in Medio Oriente per intercettare aerei russi sopra le basi statunitensi nella Siria orientale.

“Il comportamento non sicuro e non professionale delle forze russe non è quello che ci aspettiamo da una forza aerea professionale. La loro violazione di routine delle misure di deterrenza dello spazio aereo concordate aumenta il rischio di escalation o errori di calcolo”, ha affermato il generale Michael “Eric” Gurrilla, capo del CENTCOM. Dopo. “Lavorando con i nostri partner e alleati, ci impegniamo a promuovere la sicurezza e la stabilità nella regione”.

Funzionari della difesa hanno affermato che negli ultimi mesi si sono verificati dozzine di incidenti in cui jet russi hanno invaso basi statunitensi senza utilizzare una linea di sicurezza utilizzata da anni per evitare errori di calcolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *