Mar-a-Lago di Trump è stato perquisito dall’FBI in un’indagine sui documenti

L’ex presidente ha confermato la presenza di agenti dell’FBI a Mar-a-Lago e ha detto che “hanno violato anche la mia sicurezza”. Era alla Trump Tower di New York quando il mandato di perquisizione è stato eseguito in Florida, ha detto alla CNN una persona familiare.

“La mia bella casa a Palm Beach, in Florida, a Mar-a-Lago, è attualmente sotto assedio, perquisita e occupata da un folto gruppo di agenti dell’FBI”, ha detto Trump in una dichiarazione lunedì sera.

La mossa insolita di perquisire la casa dell’ex presidente alza la posta in gioco per il Dipartimento di Giustizia e i problemi legali di Trump continuano su più fronti. Trump dovrebbe annunciare nei prossimi mesi che lancerà un’altra offerta per la Casa Bianca nel 2024.

Il Dipartimento di Giustizia ha due indagini attive che coinvolgono l’ex presidente, una riguardante un tentativo di modificare le elezioni presidenziali del 2020 e il 6 gennaio 2021, e un’altra che coinvolge Gestione di documenti classificati.

La ricerca è iniziata lunedì mattina presto e le forze dell’ordine si sono concentrate sull’area del club in cui si trovano gli uffici e le residenze private di Trump, ha detto una persona a conoscenza della questione.

La ricerca dell’FBI ha esaminato dove sono stati conservati i documenti e sono state prelevate scatole di oggetti, secondo un’altra persona che ha familiarità con l’indagine. Dopo che gli archivi nazionali hanno recuperato i documenti della Casa Bianca da Mar-a-Lago negli ultimi mesi, l’FBI ha dovuto verificare lunedì che nulla fosse stato lasciato indietro.

L’avvocato di Trump, Christina Papp, ha detto che l’FBI ha sequestrato i documenti. “Il presidente Trump e il suo team legale hanno collaborato con i funzionari dell’FBI e del Dipartimento di Giustizia in ogni fase del processo. L’FBI ha condotto un raid senza preavviso e sequestrato il giornale”, ha detto Popp.

READ  Prima dell'arrivo di Zelenskyy nella guerra nell'est dell'Ucraina, in Russia

I piani per perquisire Mar-a-Lago sarebbero stati esaminati da alti livelli dell’FBI e del Dipartimento di Giustizia.

La CNN ha contattato l’FBI per un commento. Il Dipartimento di Giustizia ha rifiutato di commentare alla CNN. Un funzionario della Casa Bianca ha affermato di non essere stato informato della perquisizione.

Indagine sui documenti

Gli archivi nazionali, incaricati di raccogliere e smistare gli effetti personali del presidente, hanno precedentemente affermato che almeno 15 scatole di documenti della Casa Bianca sono state recuperate dal resort di Trump a Mar-a-Lago. Alcuni sono stati classificati.

Tre fonti che hanno familiarità con il viaggio hanno confermato alla CNN che gli investigatori hanno visitato Mar-a-Lago negli ultimi mesi per parlare con gli avvocati di Trump del materiale prelevato durante il periodo di Trump alla Casa Bianca. Trump è rimasto a Mar-a-Lago durante la visita, dicono le fonti.

Gli avvocati di Trump hanno mostrato agli investigatori i documenti in quel momento, anche se non era chiaro quali o quanti, ha detto una delle fonti.

Ad aprile e maggio, gli assistenti di Trump a Mar-a-Lago sono stati intervistati dall’FBI nell’ambito di un’indagine sulla gestione dei documenti da parte del presidente, secondo una fonte a conoscenza della questione.

L’FBI lunedì ha dovuto verificare che nulla fosse tralasciato, secondo una persona che ha familiarità con l’indagine.

“L’eliminazione indebita di documenti riservati è un crimine federale, quindi se devi compilare quella dichiarazione giurata ed elencarla come un crimine, puoi elencarla come un crimine”, ha affermato Eli Honig, un ex pubblico ministero federale e statale. Analista legale senior della CNN.

Honig ha detto a Erin Burnett della CNN su “OutFront” che la ricerca è stata programmata in linea con una regola di vecchia data del dipartimento di non fare mosse politicamente sensibili entro 90 giorni dalle elezioni.

READ  Processo Steve Bannon: copertura in diretta e ultimi aggiornamenti, 21 luglio

“Oggi mancano esattamente 90 giorni dal midterm, penso forse 91 o 92 giorni. Quella politica, probabilmente è uno dei motivi per cui l’hanno fatto oggi, perché vogliono essere chiari se lo spiegano. La regola dei 90 giorni, ” Egli ha detto.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori dettagli.

Shawna Mizell della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.