Le azioni cadranno poiché i dati economici forti sollevano preoccupazioni sui tassi

NEW YORK (AP) – I rapidi guadagni del Tesoro hanno colpito Wall Street mercoledì, con le azioni in forte calo all’inizio di un altro mese che è stato un anno turbolento per il mercato.

L’S&P 500 ha chiuso in ribasso dello 0,7%, con un guadagno mattutino che ha portato rapidamente a un trading attivo. Il Dow Jones Industrial Average è sceso dello 0,5% e il Nasdaq dello 0,7%.

Le azioni hanno iniziato a precipitare poco dopo la pubblicazione di numerosi rapporti sull’economia statunitense, con una crescita della produzione più forte del previsto il mese scorso. Ciò ha rafforzato le aspettative degli investitori secondo cui la Federal Reserve continuerà ad aumentare drasticamente i tassi di interesse al fine di rallentare l’economia nella speranza di controllare l’inflazione.

“Gli investitori sono preoccupati per l’imminente riunione della Fed e si aspettano un aumento ostinato dell’inflazione. Specialista in strategie di investimento presso CFRA.

L’S&P 500 è sceso di 30,92 punti a 4.101,23. Dove è salito di 176,89 punti a 32.813,23, poi ha perso un profitto iniziale di 282 punti. Il Nasdaq Composite è sceso di 86,93 punti a 11.994,46. Inoltre è finito in rosso dopo aver ottenuto un guadagno iniziale dell’1,3%.

Anche le azioni di piccole società hanno perso terreno. L’indice Russell 2000 è sceso di 9,22 punti, o dello 0,5%, a 1.854,82.

La volatilità quotidiana del mercato a Wall Street è diventata una routine, tra i timori che i rialzi dei tassi più aggressivi della banca centrale possano spingere l’economia in recessione. Sebbene ciò possa evitare di soffocare l’economia, tassi più elevati esercitano una pressione al ribasso su azioni e altri investimenti. L’elevata inflazione, nel frattempo, sta combattendo i profitti aziendali in Ucraina E rallentamento del commercio in Cina, restrizioni anti-Govt-19 Anche i mercati hanno pesato.

READ  Esclusivo: Elon Musk vuole tagliare del 10% i posti di lavoro in Tesla

La banca centrale ha segnalato che potrebbe aumentare il suo tasso di interesse di riferimento a breve termine a più del doppio dell’importo abituale nelle prossime riunioni di giugno e luglio. La scorsa settimana sono state fatte speculazioni secondo cui la banca centrale potrebbe prendere in considerazione una sospensione nella riunione di settembre, il che ha contribuito a sollevare le azioni. Ma tale ottimismo è svanito dopo il rapporto di produzione di mercoledì da Supply Management.

Contrariamente alle aspettative di una recessione degli economisti, il mese scorso la crescita del settore manifatturiero statunitense è accelerata. Un rapporto separato dice che il numero di posti di lavoro L’economia nel suo complesso è stata leggermente inferiore ad aprile, ma il numero dei disoccupati è aumentato di 11,4 milioni.

A seguito dei rapporti, i trader stanno ora scommettendo su una probabilità del 60% che la banca centrale alzerà il suo tasso chiave a breve termine dal 2,25% al ​​2,50% nella riunione di settembre. Secondo il team CME, una settimana fa, la maggior parte delle scommesse era compresa tra il 2% e il 2,25%.

Il rendimento del tesoro a due anni, che segue le aspettative per le mosse della Fed, è salito alle stelle con queste aspettative. È salito al 2,66% dal 2,56% poco prima del rilascio del rapporto di produzione.

Mercoledì segna anche l’inizio del piano della banca centrale per recuperare alcuni trilioni di dollari in titoli del tesoro e altri titoli che ha raccolto durante l’epidemia. Tale azione dovrebbe causare una pressione al rialzo a tassi di lungo termine.

Le entrate del Tesoro a 10 anni sono salite al 2,92% dal 2,84% appena prima del rilascio del rapporto.

READ  Zelenskyy in prima fila; La Russia prende il comando

Le azioni delle compagnie aeree e di altre società legate ai viaggi hanno subito le maggiori perdite mercoledì a Wall Street a causa dei timori che l’inflazione possa erodere i loro guadagni.

Delta AirlinesAd esempio, il prezzo di un gallone di carburante per questo trimestre dovrebbe essere di $ 3,35. Anche al di fuori del carburante, Delta ha affermato che i costi per posto potrebbero raggiungere il 22% in più rispetto al livello del 2019. Questo è il 17% in più rispetto alla stima precedente.

Le azioni di Delta sono scese del 5,2%, tuttavia l’andamento degli utili ha continuato a rafforzarsi. Delta ha affermato che potrebbe recuperare completamente un livello di entrate chiave ai livelli del 2019 poiché i passeggeri pagano tariffe più elevate.

La Norvegia Cruise Line e la United Airlines hanno perso il 4,5% ciascuna.

Dal lato positivo c’erano i titoli energetici più elevati con i prezzi del petrolio greggio. ConocoPhillips è salito del 3% e Exxon Mobil dell’1,9% a $ 115,26 a barile Il greggio statunitense è salito dello 0,5%. Il greggio Brent standard internazionale è salito dello 0,6% a $ 116,29.

Il guadagno maggiore per l’S&P 500 è venuto da Salesforce.com, che ha registrato profitti superiori alle attese nell’ultimo trimestre e ha rafforzato le sue previsioni per l’anno. La sua quota è aumentata del 9,9%.

___

Vega ha riferito da Los Angeles.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.