In diretta dalla partita 4 di Timberwolves-Nuggets

Punteggio play-by-play e in-game: tocca qui

I Timberwolves e Denver giocano stasera Gara 4 della loro serie di playoff della NBA Western Conference al Target Center. I Nuggets hanno pareggiato la serie 2-2, poiché lo scrittore Chris Hine ha presentato questi resoconti dal vivo:

21:32: I lupi non riescono a recuperare, Denver vince per otto

Tutto ciò che i Timberwolves devono fare per sentirsi bene dopo aver vinto la serie contro i Nuggets è vincere una partita in casa questo fine settimana. Invece, si sono ritrovati a zero contro i campioni in carica, che hanno perso 115-107 in Gara 4 e hanno insegnato loro alcune lezioni nei playoff.

Una difesa che una volta sembrava impenetrabile ora non riesce a smettere di fallire, e il tre volte MVP Nikola Jokic sembra aver trovato i Lupi. Jokic si è distinto ancora una volta segnando 35 punti, sette rimbalzi e sette assist.

Una delle differenze in Gara 4 è stata che Jokic ha ricevuto aiuto dal suo cast di supporto, mentre Anthony Edwards (44 punti) è stato per lo più un one-man show mentre Mike Conley dei Wolves ha ottenuto 15 punti, mentre Karl-Anthony Towns ha avuto un brutto momento. . Potrebbe avere la sua peggiore partita della postseason con 13 punti al tiro 5 su 18. I Towns sono andati 1 su 10 nel primo tempo.

Aaron Gordon ha concluso con 27 punti su 11 su 12 per Denver, ed è stato frustrante per la difesa dei Wolves perché volevano giocare con Gordon per aiutare Jokic.

Jamaal Murray ha concluso con 19 punti, incluso un pugno nello stomaco di Denver per 8-0 da oltre metà campo alla fine del primo tempo.

La panchina di Denver, una debolezza percepita all’inizio della serie, ha visto Justin Holiday incassare 10 punti mentre i Wolves hanno superato la panchina 27-13.

Punteggio: Denver 115, Timberwolves 107

20:48: I Wolves riducono di quattro punti il ​​maggior vantaggio di Denver nel primo tempo nel terzo quarto

Gara 4 non si è trasformata in uno scoppio dopo tre quarti come è successo in Gara 3, ma i Wolves erano ancora sotto Denver 90-79 dopo tre quarti.

Denver ha aperto il terzo ottenendo secchi sui suoi primi cinque possedimenti, negando l’inizio ai Wolves segnando tre tre consecutivi.

I Wolves hanno messo Nikola Jokic nei guai mentre armeggiava sul quarto down con 7:15 da giocare e Denver ha deciso di lasciarlo sedere a sei minuti dalla fine. Dopo essere andato 1 su 10 nel primo tempo, Karl-Anthony Towns ha provato a ritrovarsi in attacco, ed è stato 3 su 6 nel terzo. Anthony Edwards ha stimolato i Wolves con i suoi gol, ed è arrivato a 37 punti dopo il terzo.

READ  L'offerta di McCarthy per il presidente della Camera rimane incerta mentre arriva il suo momento della verità.

Denver era in vantaggio di 18, il maggior vantaggio del quarto, prima che i Wolves lo portassero a 10 con un parziale di 13-5.

Ma con Jokic in panchina e Aaron Gordon che continuava il suo gioco forte, i Wolves non sono riusciti a mantenere il vantaggio di Denver. Era 9 su 9 per 23 punti dopo tre quarti, mentre Justin Holiday ha segnato 10 punti dalla panchina.

20:03: Jamal Murray colpisce da metà campo alla sirena per un vantaggio di 15 punti sui Nuggets.

Jamaal Murray di Denver ha intercettato un passaggio e ha lanciato un 55 piedi mentre suonava il campanello del secondo quarto, dando a Denver un vantaggio di 64-49 all’intervallo. Nikola Jokic ha segnato 19 punti, sei rimbalzi e quattro assist mentre i Nuggets hanno tirato con il 64,3% contro la difesa dei Wolves.

I Wolves sono riusciti a rientrare in partita e ad aumentare lentamente la loro intensità difensiva in vantaggio su Denver, mentre i Nuggets hanno lanciato un fienile alla fine del quarto.

I Nuggets hanno segnato otto punti negli ultimi 20 secondi, il primo con una tripla di Kentavious Caldwell-Pope. Dopo un turnover di Anthony Edwards dall’altra parte, Jokic ha schiacciato su Michael Porter Jr. Poi i Wolves sono stati imprudenti con un passaggio in entrata, il tempo è scaduto e Murray ha concluso con un canestro rubato e disperato.

Il vantaggio dei Wolves su Denver ha reso la partita da sette punti.

La panchina dei Wolves è stata la loro forza all’inizio della serie, superata dalle riserve di Denver nell’apertura del secondo quarto. Justin Holiday ha centrato una coppia di tre dando il via ad un parziale di 12-2 dei Nuggets che ha dato il via al secondo.

I Wolves erano sotto di 16, 46-30, con 7:46 da giocare nel quarto. Anthony Edwards e Naz Reid sono andati all’attacco per i Wolves nel primo tempo.

Edwards ha concluso 8 su 12 con 23 punti, mentre Reed è stato 4 su 4 con nove punti. Al di fuori di questi due, i Lupi sono andati 6 su 27.

19:34: KAT va 0 su 7, i lupi seguono di cinque dopo un quarto

I Timberwolves hanno avuto molta energia all’inizio e sono balzati a sette punti di vantaggio, ma la loro offensiva è andata in pezzi nel primo quarto e dopo un quarto erano sotto 29-24.

READ  NASCAR Chicago: Grand Park 220 in ritardo, gara Xfinity Series chiamata a causa della pioggia

Karl-Anthony Towns ha avuto un inizio difficile, andando 0 su 7 da terra nel primo quarto. Ha contribuito ai tiri 8 su 22 dei Wolves nel primo quarto, mentre Denver ha iniziato la serata 12 su 19.

L’MVP della lega Nikola Jokic è partito con un atteggiamento da alto punteggio poiché aveva 11 punti nel primo quarto per Denver. Anche Aaron Gordon ha segnato otto punti mentre i Nuggets hanno superato gli errori iniziali di Jamaal Murray, che ha segnato due punti nei primi 6 minuti e 12 secondi.

Anthony Edwards ha promesso di uscire con più energia per i Wolves, mettendo a segno i suoi primi quattro tiri e segnando 11 punti nei quarti. Ma aggiungendosi ai problemi di Downs, Mike Conley ha iniziato la serata 1 su 4.

17:30: da 2 a 3 licenziamenti hanno lasciato i lupi “sentirsi grassi e pigri”

Dopo Gara 3, l’allenatore dei Wolves Chris Finch ha detto che la squadra potrebbe essere stata distratta a casa tutta la settimana prima di venerdì. Prima di Gara 4, a Finch è stato chiesto che tipo di distrazioni la squadra avrebbe potuto affrontare quella settimana.

“Ti piace quando la tua famiglia è sempre presente?” Finch disse con una risata.

Ha notato che molti giocatori hanno avuto figli durante la bassa stagione e ognuno ha dovuto affrontare “cose ​​​​della vita” e essere in viaggio.

“Quando sei in viaggio, hai una specie di mentalità da bunker”, ha detto Finch. “La giornata è dipinta per te. Questo è ciò che facciamo ogni minuto. Una casa, è un po’ diversa. Devi essere un professionista ed essere in grado di gestirla.”

Finch ha detto che la pausa tra i Giochi 2 e 3 ha permesso ai Lupi di ascoltare i riconoscimenti che stavano ricevendo dopo la loro schiacciante vittoria in Gara 2.

“Il lungo periodo di pausa ci ha sicuramente fatto sentire grassi e pigri e tutti ci dicevano quanto giocavamo bene”, ha detto Finch. “Sono venuti allo scoperto e hanno fatto un lavoro incredibile, dandoci il tono. Non abbiamo realmente risposto e hanno attirato la nostra attenzione. Quindi ora tocca a noi cambiare la situazione stasera.”

Shootaround mattutino: “L’ho buttato nel water”

Domenica è un nuovo giorno e Gara 4 è una nuova partita, quindi la guardia dei Timberwolves Nickail Alexander-Walker ha detto che non guarda indietro alla sconfitta sbilanciata per 107-90 di Gara 3 e al successo a fine partita di Denver contro il tre volte MVP Nikola Jokic. Nel gioco.

READ  Il nucleo interno della Terra rallenta la sua rotazione

La sua uscita da quella mischia è stata un fallo tecnico, e un Jokic sconvolto non è stato fischiato per un fallo per uno schermo inclinato piazzato su di lui vicino alla linea dei tre punti. Anche il compagno di squadra di Alexander-Walker, Kyle Anderson, ha ricevuto una discussione tecnica.

In campo, Alexander-Walker si è fatto strada verso i tifosi seduti, dove è rimasto brevemente dolorante. Alla fine è uscito dal campo ed è entrato nel tunnel con meno di sei minuti rimasti e la sua squadra era in svantaggio di 20 punti.

“A dire il vero, l’ho buttato nel water”, ha detto Walker-Alexander sia della partita che dell’azione durante la sparatoria di Gara 4 di domenica. “Non l’ho visto [Jokic’s screen again] Ancora. Sappiamo di cosa si tratta. Abbiamo parlato insieme. Cosa dobbiamo fare per essere migliori? Non vogliamo vivere di emozioni o altro. Fai attenzione.”

Alexander-Walker non era elencato nel rapporto sugli infortuni dei Wolves per Gara 4.

“Mi sento benissimo”, ha detto domenica mattina.

Domenica mattina è stato chiesto al playmaker senior dei Wolves Mike Conley quanto tali incidenti ed emozioni si sarebbero ripercorsi nella partita successiva o nei playoff.

“Per alcuni”, ha detto Conley. “Conosco Nickell, forse succederà. Potrebbe eseguire alcuni screen apposta stasera. Non si sa mai. È un gioco fisico. Lo sappiamo. Lo prendiamo tutti con quegli screen. Tutti diamo alla gente quegli screen… Sarà pronto a giocare come tutti gli altri, lo so.

I Wolves hanno perso partite consecutive solo quattro volte durante la stagione regolare e sono andati tre consecutivi. Sono 10-0 dopo le sconfitte a doppia cifra, inclusa la gara di apertura dei playoff a Phoenix. Erano 6-0 nei playoff fino alla scivolata di venerdì. Sono 2-1 in questa serie di semifinali della Western Conference al meglio delle sette.

“Mi aspetto la stessa risposta che ci hanno dato la scorsa partita”, ha detto Conley. “Esci con un senso di urgenza, un po’ di rabbia, passione, tutta quella roba. Ai ragazzi non piace perdere, soprattutto come facevamo a casa. È stato imbarazzante uscire, ma ragazzi. Sarò pronto andare.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *