Il ministro degli Esteri del New England David Lammy vuole ristabilire i legami con l’UE

Di Paolo Adams, notizie della BBC

EPA-EFE/REX/Shutterstock Radoslaw Sikorsky con David LammyEPA-EFE/REX/Shutterstock

David Lammy (a destra) parla con il ministro degli Esteri polacco Radoslaw Sikorski

Organizzato con brevissimo preavviso, il primo viaggio di David Lammy come ministro degli Esteri non riguardava risultati immediati o nuove frontiere audaci.

È tutta una questione di sentimenti: l’apparizione di una nuova, vigorosa amministrazione, determinata a partire con slancio, infondendo buona volontà con alcuni dei partner più importanti del Regno Unito.

Dopo aver trascorso una serata con la sua avversaria tedesca Annalena Baerbach – ed entrambi hanno trovato il tempo per guardare alcuni minuti dei quarti di finale del Campionato Europeo dell’Inghilterra – il tour di Lammy si è spostato nella tenuta di campagna del ministro degli Esteri polacco, Radoslaw Sikorski.

Dopo due ore di colloqui, l’aereo virò per un breve volo verso nord, verso la Svezia, uno dei nuovi paesi membri della NATO.

Perché Germania, Polonia e Svezia?

In parte a causa dell’Ucraina. Insieme alla Gran Bretagna, tutti e tre i paesi svolgono un ruolo chiave nel sostenere lo sforzo bellico di Kiev. Il governo del primo ministro Sir Keir Starmer insiste che l’impegno del Regno Unito nei confronti dell’Ucraina rimanga fermo mentre il nuovo segretario alla Difesa John Healey sale sul palco a Odessa.

“Vogliamo raddoppiare il nostro impegno nei confronti dell’Ucraina”, ha detto Lammy, mentre le libellule volteggiavano sul lago calmo e una coppia di maestose aquile volteggiava sopra di loro.

La Francia, nel bel mezzo delle sue stesse elezioni – che sembrano destinate ad avere conseguenze di vasta portata – non è sul percorso. Non questo fine settimana.

READ  Il fumo degli incendi canadesi ricopre la costa orientale degli Stati Uniti

Nessuna sosta nemmeno a Bruxelles. Sir Keir ha affermato che il Regno Unito non tornerà nell’UE “durante la mia vita”.

Ma la Polonia e la Svezia sono entrambi partner europei chiave e altri membri della NATO: buoni posti perché il Ministro degli Esteri possa iniziare ad esplorare i contorni di una relazione futura più stretta.

“Voglio ripristinare sia le nostre relazioni bilaterali che quelle con l’UE”, ha affermato Lammy, riferendosi alla pessima promessa del Labour di raggiungere un nuovo accordo sulla difesa tra UE e Regno Unito.

Quando i leader europei si riuniranno al Blenheim Palace il 18 luglio per il prossimo incontro della comunità politica europea (istituita da Emmanuel Macron in seguito all’invasione russa dell’Ucraina), “emergerà uno spirito di nuova cooperazione”, ha affermato. .

Il ministro degli Esteri polacco dell'EPA Radoslaw Sikorski (a destra) e il ministro degli Esteri britannico David Lammy (a sinistra) si salutano durante un incontro a Sobylin, Polonia, 7 luglio 2024APE

Lammy e la sua controparte polacca si sono abbracciati prima dei colloqui

Le preoccupazioni di Lammy: Russia, Cina, Gaza

Il viaggio avviene pochi giorni prima che Sir Keir muova i primi passi sulla scena internazionale come primo ministro in un vertice della NATO a Washington DC.

Questi sono tempi difficili per rafforzare i legami, con la Francia che si sposta a destra e l’America sul punto di riportare al potere l’imprevedibile Donald Trump.

Lammy ha riconosciuto che si tratta di un “momento geopolitico difficile”, ma ha affermato che è importante non confondere le differenze tra le democrazie mature con le minacce poste dai regimi autoritari.

“Mi preoccupo quando vedo il ritorno dei droni iraniani in Ucraina”, ha detto.

“Sono preoccupato nel vedere le bombe della Corea del Nord utilizzate qui sul suolo europeo.

READ  Collisione sugli sci di Gwyneth Paltrow: quando due sciatori si schiantano, di chi è la colpa?

“Certamente sono preoccupato per una partnership che vede la Russia operare come intermediaria in quegli Stati autoritari”.

Altre questioni incombono sul primo viaggio del nuovo segretario di Stato, in particolare la guerra a Gaza.

Una visione di Reuters mostra edifici residenziali danneggiati durante un attacco missilistico russo a Kiev, in Ucraina, il 23 giugno 2024, durante l’attacco della Russia all’Ucraina.Reuters

Il governo del New England riafferma il suo fermo sostegno all’Ucraina

Sabato in Germania, Lammy ha parlato della necessità di un “approccio più equilibrato nei confronti di Israele e Gaza”.

Non è chiaro esattamente cosa abbia detto, ma mentre i colloqui per il cessate il fuoco si preparano a riprendere, la ricerca di un modo per porre fine alla guerra di Gaza e rilanciare il processo di pace arabo-israeliano sembra destinata a richiedere molto tempo diplomatico nei prossimi mesi.

Da parte sua, l’illustre conduttore anglofono di Lammy ha affermato che il relativamente nuovo governo polacco ha qualcosa in comune con la nuova amministrazione Starmer.

Entrambi, ha detto Sikorski, sono “il risultato del fatto che il pubblico è stufo della politica nazionalista” – che riflette solo in parte la realtà delle elezioni generali della scorsa settimana.

Sikorski ha affermato di aspettarsi un “approccio più pragmatico” da parte della Gran Bretagna nei confronti delle sue relazioni con l’Europa e i due ministri hanno discusso “alcune idee creative su come portare avanti tale approccio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *