Il democratico Thomas Suozzi ha lanciato un’offerta per spodestare Jorge Santos

Il democratico di Long Island Thomas Soucy ha annunciato martedì il suo tentativo di rivendicare il suo ex seggio al Congresso contro l’ormai contaminato deputato George Santos (RN.Y.), tra le speculazioni secondo cui Santos potrebbe essere costretto a lasciare. Non in ufficio.

Soussy ha detto martedì che costituirà un comitato per candidarsi al Congresso il prossimo anno e inizierà la campagna formale dopo le elezioni locali di novembre.

“La follia di Washington D.C. e l’assurdità di Jorge Santos al Congresso degli Stati Uniti sono evidenti a tutti”, ha detto Suozzi in una nota. Rapporto Sulla piattaforma di social media X, precedentemente Twitter.

Susie ha ricoperto il seggio del 3° distretto congressuale di New York per tre mandati, sconfiggendo Santos nella sua prima manche nel 2020.

Il contabile della campagna elettorale di George Santos si dichiara colpevole davanti al tribunale federale di New York

Suosi ha rinunciato al suo seggio al Congresso per lanciare una candidatura a governatore l’anno scorso, ma ha perso contro il governatore in carica Kathy Hochul (D). Prima di prestare servizio al Congresso, Suozzi è stato dirigente della contea di Nassau e sindaco di Glen Cove, New York.

La scorsa settimana, l’ex contabile della campagna di Santos, Nancy Marks, si è dichiarata colpevole di aver rilasciato false dichiarazioni, ostacolato i regolatori della campagna federale, frode telematica e furto d’identità aggravato in relazione alle accuse di frode e riciclaggio di denaro del deputato.

Santos è stato accusato di molteplici crimini finanziari, tra cui frodare i donatori della campagna appropriandosi indebitamente di fondi e mentire sul suo status lavorativo per ricevere l’indennità di disoccupazione a cui non aveva diritto durante la pandemia. È stato anche accusato di aver falsificato le informazioni relative ai documenti finanziari richiesti presentati alla Camera dei Rappresentanti.

READ  Gli scienziati statunitensi hanno raggiunto una svolta tanto attesa nella fusione nucleare, afferma la fonte

Il nuovo legislatore, che ha annunciato la sua rielezione in aprile, ha negato tutte le accuse.

Gli scandali del Congresso gli hanno fatto guadagnare notorietà nazionale quando è stato rivelato che aveva fatto un numero sorprendente di false affermazioni sul suo background e sulle sue qualifiche quando era entrato in carica.

Suozzi è stato un critico di lunga data di Santos. In un editoriale In un editoriale del New York Times poco prima che Santos entrasse in carica a gennaio, Suozzi definì il suo successore “un uomo armato”. Ha chiesto che “Santos venga rimosso dall’incarico dal Congresso o dai pubblici ministeri perché non vi è alcuna indicazione che si dimetterebbe volontariamente per motivi di coscienza”.

Gli sfidanti democratici in lizza per sostituire Santos includono il raccoglitore fondi democratico Zach Malamet, l’ex senatrice dello stato di New York Anna Kaplan e il deputato della contea di Nassau Josh Lafason.

Nei rapporti di martedì, sia Malamate che Kaplan hanno criticato Susie per aver lasciato il suo seggio al Congresso per candidarsi a governatore.

“L’ultima volta che Tom Suozzi ha rappresentato questo distretto, ha deciso di ritirarsi e iniziare una campagna governativa a lungo termine, lasciando il posto a George Santos”, ha detto Malamate. “Gli elettori di Long Island sanno meglio che non dargli una seconda possibilità quando tornerà dopo averlo pagato come lobbista”.

“Suozzi pensa che gli elettori di Long Island abbiano dimenticato di averci abbandonato a George Santos”, ha detto Kaplan.

“Il Partito Democratico è un partito favorevole alla scelta e, a differenza di Tom Suozzi, io difenderò sempre il diritto di una donna di scegliere il suo ciclo mestruale”, ha aggiunto.

READ  La Russia prende di mira i carri armati forniti dall'Occidente nel primo attacco aereo di Kiev in cinque settimane | Ucraina

Santos deve affrontare i principali sfidanti repubblicani, tra cui il banchiere d’investimento e veterano della guerra in Afghanistan Kellen Curry, l’ex detective del dipartimento di polizia di New York Mike Sabrygone e l’ex membro delle forze di difesa israeliane Daniel Norber.

Shayna Jacobs e Isaac Stanley-Becker hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *