I documenti della New York AG affermano che Trump ha gonfiato il suo patrimonio netto di 2,2 miliardi di dollari

L’ex presidente Donald Trump ha sopravvalutato il suo patrimonio netto – a volte di oltre 2 miliardi di dollari – in anni in cui il valore reale delle sue proprietà immobiliari era molto inferiore a quanto affermato, secondo una dichiarazione depositata mercoledì dall’ufficio dell’avvocato di New York. Generale Letitia James.

L’ufficio del procuratore generale ha incluso i numeri in una mozione per un giudizio sommario che chiede alla corte di risolvere una richiesta di frode civile prima che la causa civile da 250 milioni di dollari dell’AG contro Trump venga processata.

Nel frattempo, l’ex presidente ha definito il suo portafoglio immobiliare una “Gioconda delle proprietà” quando ha presentato la domanda in aprile, secondo una trascrizione della deposizione resa pubblica mercoledì.

“Abbiamo asset che fanno soldi, ma data la qualità di un asset come Turnberry in Scozia, puoi venderli per multipli”, ha detto Trump. “Posso venderlo. È come vendere un dipinto. Un dipinto su un muro viene venduto per 250 milioni di dollari e non realizza profitti. Si trova su un muro, ma si vende per i numeri.”

A differenza della sua prima deposizione con James, in cui Trump ha invocato centinaia di volte il diritto del Quinto Emendamento contro l’autoincriminazione, l’ex presidente ha risposto a ore di domande sulle sue proprietà immobiliari in una deposizione di aprile, che secondo lui valevano più di quanto apparisse. Sulle valutazioni immobiliari.

“Ho – a proposito, ho alcune delle più grandi proprietà del mondo, e vendono – come Mar-a-Lago, alcune cose che possiedo in Europa, alcune cose che possiedo a New York, come 57 e Quinte Trump Towers, che è un posto fantastico”, ha detto Trump il 13 aprile nell’ufficio del procuratore generale vicino a Wall Street. “Ho grandi beni.”

READ  I tifosi del Liverpool si rilassano nel caos fuori dalla finale di Champions League

L’anno scorso James ha intentato una causa da 250 milioni di dollari contro Trump, i suoi figli e la sua azienda, sostenendo che avrebbero “grossolanamente” gonfiato il patrimonio netto dell’ex presidente di miliardi di dollari e frodato creditori e altri con dichiarazioni finanziarie false e fuorvianti. Trump ha insistito di non aver fatto nulla di male e ha attaccato James, che è nero, definendolo razzista.

L’inizio del processo è previsto per ottobre.

Nel 2014, Trump affermò di avere un patrimonio di 6,7 miliardi di dollari nei suoi rapporti sulla situazione finanziaria, ma mercoledì l’ufficio del procuratore generale ha presentato una istanza per stimare quella cifra a più di 2,2 miliardi di dollari per il vero patrimonio netto di Trump.

“Sulla base di prove circostanziali, la corte non ha avuto bisogno di alcuna indagine per determinare che gli imputati hanno presentato valori patrimoniali in SFC grossolanamente e materialmente gonfiati e hanno utilizzato ripetutamente tali SFC nelle transazioni commerciali per frodare banche e assicuratori”, si legge nella dichiarazione.

Nella dichiarazione del procuratore generale di mercoledì, Trump ha valutato la sua tenuta in Florida a Mar-a-Lago “come una residenza privata unifamiliare che potrebbe essere venduta per un prezzo compreso tra 347 e 739 milioni di dollari”. Tali cifre ignorano le limitazioni su come la proprietà può essere sviluppata, afferma il documento.

Durante lo stesso periodo, la proprietà è stata valutata dalla contea di Palm Beach come avente un valore di mercato compreso tra 18 e 27,6 milioni di dollari, in base al suo utilizzo limitato come club comunitario.

READ  La Polonia stima le sue perdite nella seconda guerra mondiale a $ 1,3 trilioni, richiede riparazioni tedesche

L’ufficio del procuratore generale ha affermato che Trump ha preso un “premio di marca” del 15-30% in aggiunta al valore di molte delle sue mazze da golf e ha gonfiato il valore delle unità condominiali invendute di sua proprietà in Trump Park Avenue a New York City. Trump ha archiviato gli appartamenti a canone stabilizzato come se non lo fossero, e altre unità invendute al di sopra del valore di mercato corrente.

I due appartamenti affittati dalla figlia di Trump, Ivanka Trump, sono stati valutati due o tre volte il prezzo per il quale aveva un’opzione contrattuale per l’acquisto delle unità, si legge nel documento.

Si prevede che il team legale di Trump si opponga alla mozione di giudizio sommario.

Nella sua dichiarazione di aprile pubblicata mercoledì, Trump, in qualità di presidente, ha affidato tutte le decisioni aziendali, tranne quelle importanti, ai suoi figli adulti perché era troppo impegnato a gestire l’azienda ed era preoccupato per potenziali conflitti. Ha detto di aver dato istruzioni a Donald Trump Jr. ed Eric Trump di non concludere nuovi affari immobiliari, ma di gestire solo le proprietà esistenti della società.

Trump si è vantato dei suoi campi da golf e di altre proprietà e ha affermato di avere 400 milioni di dollari in contanti, anche se ha ammesso quando ha aggiunto le sue spese legali.

“La mia spesa più grande, sfortunatamente, sono probabilmente le spese legali. Esatto. Ma abbiamo molti soldi. Abbiamo grandi risorse. Abbiamo un’azienda di grande valore”, ha detto Trump.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *