Haley non ha vinto la corsa del GOP contro Trump. Ma lei non si lascia andare.

GREENVILLE, SC (AP) – Non ci sono vittorie all’orizzonte Nikki Haley.

Persone vicine all’ex ambasciatore delle Nazioni Unite sono l’ultimo candidato repubblicano a candidarsi È Donald Trump Il percorso per il candidato presidenziale del GOP nel 2024 si sta preparando personalmente a un’imbarazzante sconfitta nelle elezioni primarie del suo stato d’origine, nella Carolina del Sud, sabato. Non riescono a nominare un singolo stato in cui potrà sconfiggere Trump nelle prossime settimane.

Ma martedì, in un discorso emozionante, Haley ha dichiarato: “Mi rifiuto di smettere”.

E in un’intervista ha promesso di restare almeno fino ad allora nella lotta contro Trump super Martedì Più di dieci partite il 5 marzo, anche se sabato ha subito una grave sconfitta nel suo stato d’origine.

Dieci giorni dopo la Carolina del Sud, votano altri 20 stati. Voglio dire, non è la Russia. Non vogliamo che qualcuno vada a prendere il 99% dei voti”, ha detto Haley all’Associated Press. “Che fretta c’è? Perché tutti hanno così paura che io debba abbandonare questa gara?

In effetti, alcuni repubblicani stanno incoraggiando Haley a rimanere in campagna elettorale nonostante le continue perdite: l’ex presidente 77enne potrebbe recarsi alla Convention nazionale repubblicana a luglio, forse l’evento primario più instabile tra i principali partiti. -runner nella storia americana, divenne Un criminale condannato Oppure si imbatte in un altro grande scandalo.

Martedì un manifestante ha ripetutamente paragonato Haley Trump al presidente democratico mentre il movimento di Trump “Make America Great Again” premeva per la sua cacciata. Joe Biden -Entrambi sono troppo vecchi, troppo divisivi e troppo impopolari per essere l’unica opzione per gli elettori di questo autunno.

Alla domanda se esistesse uno stato primario in cui Trump potesse essere sconfitto, ha esitato.

“Invece di chiedermi quali stati vincerò, perché non chiedergli come vincerà le elezioni generali dopo aver trascorso un anno in aula?”

Le barriere di Hayley

La storia dice che Haley non ha alcuna possibilità di fermare Trump. Con un punteggio medio di 21 punti, Hawley non ha mai perso le prime due primarie repubblicane e ha vinto la nomination presidenziale del partito. I sondaggi suggeriscono che sarà un grande perdente nel suo stato d’origine sabato e nelle 16 gare del Super Tuesday che seguiranno. Da quando ha annunciato la sua prima candidatura presidenziale nel 2015, ogni sforzo repubblicano per frenare l’ascesa di Trump è fallito.

READ  Israele intensifica l’attacco al sud di Gaza; Usa, Onu per la protezione civile

Eppure si appoggia alla lotta.

Per evitare che qualcuno metta in dubbio il suo impegno, la campagna di Hawley sta spendendo più di 500.000 dollari in una nuova campagna pubblicitaria televisiva che inizierà mercoledì nel Michigan prima delle primarie statali del 27 febbraio, ha detto la portavoce Olivia Perez-Cubaz. Nel frattempo, l’AP ha ottenuto il programma di viaggio di Haley dopo la Carolina del Sud, che comprende 11 fermate separate nell’arco di sette giorni attraverso Michigan, Minnesota, Colorado, Utah, Virginia, Washington, DC, North Carolina e Massachusetts.

La tabella include anche almeno 10 eventi di raccolta fondi privati ​​di valore elevato.

In effetti, l’ampia base di donatori grandi e piccoli di Haley ha donato a un ritmo straordinario nonostante la sua sottoperformance nei sondaggi. È un riflesso dei continui timori dei repubblicani sulla capacità di Trump di conquistare gli elettori indipendenti e moderati alle elezioni generali.

“La sosterrò per la convention”, ha detto il donatore repubblicano Eric Levine, che ha ospitato una raccolta fondi a New York per Haley all’inizio di questo mese. “Non siamo pronti a piegare le nostre tende e pregare sull’altare di Donald Trump.”

“C’è valore nel fatto che lei resti nei paraggi e raccolga ripetizioni, perché se lui vacilla, chissà cosa potrebbe succedere”, ha continuato Levine.

Levine non è solo.

La campagna di Haley ha raccolto 5 milioni di dollari in una raccolta fondi dopo essere arrivata seconda nel New Hampshire che includeva soste in Texas, Florida, New York e California, ha detto Perez-Cubas. La sua campagna ha raccolto 16,5 milioni di dollari solo nel mese di gennaio – il suo miglior mese di raccolta fondi – inclusi 2 milioni di dollari in piccole donazioni online nelle 48 ore successive alla minaccia di Trump di “bloccare permanentemente” i sostenitori di Haley dal suo movimento MAGA.

Haley ha raccolto un altro milione di dollari la scorsa settimana nelle 24 ore successive all’aggressione di suo marito da parte di Trump, che attualmente presta servizio all’estero.

L’unico membro del Congresso che ha sostenuto Haley, Rep. Ralph Norman, RSC, ha insistito per rimanere in corsa, nonostante abbia servito due mandati come governatore del suo stato d’origine, la Carolina del Sud.

“Ovviamente, vuoi conquistare tutti, ma per coloro che dicono che la metterà in imbarazzo, o metterà fine alla sua carriera politica, non sono d’accordo. Lei è disposta a correre questo rischio”, ha detto Norman in un’intervista. “Penso che sia una mossa coraggiosa cosa da fare per lei.”

READ  La più grande e insolitamente potente esplosione di supernova nello spazio rilevata dagli scienziati

Andando avanti, la squadra di Haley si concentrerà su diversi stati del Super Tuesday con primarie repubblicane aperte o semi-aperte che consentono a un’ampia gamma di elettori – soprattutto indipendenti e moderati – di partecipare, piuttosto che a conservatori particolarmente irriducibili.

Trump non è felice

Trump, nei giorni scorsi, ha espresso rabbia in risposta al rifiuto di Haley di rinunciare alla nomination.

L’ha definita “stupida” e “stupida” in un post sui social media durante il fine settimana come parte di una continua campagna di insulti personali. Alcuni elettori delle primarie hanno affermato che Trump ha oltrepassato il limite all’inizio di questo mese quando ha sottolineato l’assenza del marito di Haley, Michael, che sta trascorrendo un anno sabbatico in Africa con la Guardia nazionale dell’esercito della Carolina del Sud.

In una rara dimostrazione di emozione, Haley ha riconosciuto il tributo personale della sua famiglia.

La candidata presidenziale repubblicana Nikki Haley si è emozionata durante un evento elettorale prima delle primarie della Carolina del Sud mentre parlava di suo marito, che attualmente presta servizio militare all’estero. (20 febbraio)

“È stato difficile per noi salutarlo la prima volta quando è stato inviato in Afghanistan. È stato ancora più difficile quando è andato in Africa l’estate scorsa”, ha detto con gli occhi vitrei e la voce rotta.

Prima del discorso, la campagna di Trump ha pubblicato un promemoria in cui si prevedeva che Haley avrebbe abbandonato la corsa dopo aver perso il suo stato d’origine sabato.

“Il vero ‘stato’ della campagna di Nikki Haley?” Lo hanno scritto i leader della campagna di Trump. “Distrutto, senza idee, senza benzina, completamente eseguito su ogni scala da Donald Trump.”

Ansioso di muoversi verso una corsa alle elezioni generali contro Biden, l’ex presidente repubblicano sta anche adottando misure aggressive per prendere il controllo del Comitato nazionale repubblicano, la macchina politica nazionale del GOP che dovrebbe rimanere neutrale nelle primarie presidenziali. La settimana scorsa, Trump ha annunciato l’intenzione di nominare il consigliere senior della campagna Chris LaCivita come direttore operativo della RNC e la nuora Laura Trump a co-presiedere il comitato.

READ  Aurore spettacolari e blackout radio oggi a causa di una massiccia tempesta solare • Earth.com

Ogni aspettativa è riposta sull’attuale leader Rhona McDaniel Si dimetterà dopo che Trump avrà vinto le primarie della Carolina del Sud e i dirigenti del partito alla fine rispetteranno i desideri di Trump. La squadra di Haley ammette che, in privato, non c’è niente che lei possa fare per fermare un’acquisizione da parte di Trump.

Martedì, parlando nella Carolina del Sud, Haley ha detto che “non ha paura di ritorsioni da parte di Trump”.

“Non cerco niente da lui”, ha detto. “Il mio futuro politico non è interessato.”

Haley, nell’intervista, ha avuto una visione a breve termine delle prospettive politiche di Trump, mettendo in guardia il suo partito dal permettere a Trump di pagare le sue spese legali per saccheggiare le casse della RNC.

Haley ha affermato che la posizione di Trump cambierebbe radicalmente se fosse condannato prima del giorno delle elezioni, riconoscendo che un simile risultato è una possibilità molto reale perché Trump è a capo di 91 accuse di crimini in quattro casi penali separati.

“La gente non vede la strada per sei mesi mentre si svolgono questi casi giudiziari”, ha detto Haley. “Sarà in aula a marzo, aprile, maggio e giugno. Come diavolo farai a vincere le elezioni generali quando questi casi sono in corso e i verdetti stanno arrivando?

Per quanto riguarda il suo percorso da seguire, Haley ha detto che si concentrerà solo sui suoi piani attraverso Super Mars. Per quanto riguarda la permanenza in corsa fino alla convention di luglio, ha detto che non pensa a tanto.

Pochi elettori lo vogliono.

Gil White, un veterano repubblicano di 75 anni di James Island, nella Carolina del Sud, ha affermato di essere un lealista di Trump fino alla settimana scorsa, quando l’ex presidente ha criticato il marito militare di Haley.

“È troppo per lui denigrare un militare”, ha detto White mentre partecipava a una manifestazione di Haley sull’isola di Kiawah durante il fine settimana.

Ha riconosciuto le preoccupazioni sulle possibilità di Haley contro Trump, ma ha detto che vuole che lei rimanga in corsa anche se continua a perdere.

“Voglio la scelta”, ha detto.

___

Persone segnalate dall’isola di Kiawah, nella Carolina del Sud. Contributo di Thomas Beaumont, Des Moines, Iowa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *