Gli Stati Uniti affermano che il jet russo ha causato un incidente con un drone spia nel Mar Nero, Mosca nega il coinvolgimento

  • Primo incontro faccia a faccia USA-Russia dall’inizio della guerra in Ucraina
  • L’ambasciatore di Mosca a Washington definisce l’incidente una “provocazione”
  • Zelensky dice che gli occupanti saranno distrutti a Pakmut

WASHINGTON/KYIV, 15 marzo (Reuters) – Un aereo da guerra russo ha tagliato l’elica di uno dei suoi droni spia e si è schiantato nel Mar Nero nel primo scontro diretto tra i due Paesi da quando la Russia ha invaso l’Ucraina. Un anno fa.

Il ministero della Difesa russo ha fornito un resoconto diverso dell’incidente di martedì e il suo ambasciatore negli Stati Uniti ha affermato che il suo paese ha considerato l’incidente che ha coinvolto un drone MQ-9 statunitense e un caccia russo Su-27 una “provocazione”.

Gli Stati Uniti effettuano regolari voli di sorveglianza nella regione e hanno sostenuto l’Ucraina con decine di miliardi di dollari in aiuti militari, sebbene non sia stata direttamente coinvolta nella guerra.

La Russia ha bombardato dozzine di aree residenziali nella regione orientale nelle ultime 24 ore e ha lanciato missili sulle infrastrutture civili nella regione di Kherson, causando vittime civili, ha detto mercoledì l’esercito ucraino.

Ultimi aggiornamenti

Guarda altre 2 storie

I rapporti sul campo di battaglia non sono stati verificati e la Russia nega di aver preso di mira i civili.

Martedì sera il presidente ucraino Voldoymyr Zelenskiy ha dichiarato che i comandanti militari sono unanimemente favorevoli alla difesa del fronte orientale, compresa la desolata città di Baghmut, assediata dalla Russia da mesi.

“L’obiettivo principale… è Buckmuth”, ha detto Zelensky nel suo video discorso notturno. “C’era una posizione chiara dell’intero comando: rafforzare questo settore e distruggere il più possibile gli invasori”.

READ  Coinbase cavalca la frenesia degli ETF bitcoin ottenendo il primo profitto trimestrale in 2 anni

Zelenskyj ha licenziato i governatori di tre regioni: Luhansk a est, Odessa sul Mar Nero a sud e Khmelnytskyi a ovest. Nessuna ragione è stata data nell’annuncio del rappresentante parlamentare del governo.

Il vice ministro della Difesa ucraino Hanna Malyar ha affermato che la Russia è “all’offensiva” lungo l’intero fronte nella regione orientale di Donetsk, con combattimenti in corso anche intorno a Kreminna e in altre città a nord di Pakmut.

La difesa di Bakhmut è importante perché “una grande quantità di materiale nemico viene distrutta… un gran numero di truppe viene ucciso e, ad oggi, la capacità di avanzamento del nemico è ridotta”, ha detto alla televisione ucraina.

Con l’aumentare delle vittime, i legislatori russi hanno proposto emendamenti alla legge sulla cittadinanza che avrebbero consentito la rimozione della cittadinanza acquistata per tradimento e screditare quella che il Cremlino chiama la sua “operazione militare speciale” in Ucraina.

Sul fronte economico, sono proseguiti i negoziati per estendere un accordo per consentire le esportazioni di grano dai porti ucraini del Mar Nero, che le Nazioni Unite e la Turchia hanno dichiarato scadere questa settimana. L’Ucraina ha rifiutato una spinta russa per un rinnovo di 60 giorni, la metà della durata del rinnovo precedente.

Incidente del drone

L’esercito americano ha descritto due jet russi Su-27 come intercettatori sconsiderati di un drone spia statunitense mentre si trovavano nello spazio aereo internazionale. I jet da combattimento russi hanno scaricato carburante sull’MQ-9, forse cercando di accecarlo o danneggiarlo, e gli hanno volato davanti con manovre pericolose.

Circa 30-40 minuti dopo, alle 7:03 (0603 GMT), uno dei jet ha colpito il drone, facendolo schiantare, hanno detto le forze armate statunitensi.

READ  Gli avvocati di Trump discutono nel procedimento elettorale della Georgia 2020

La Russia non ha recuperato il drone e il jet potrebbe essere stato danneggiato, ha detto il Pentagono.

“In effetti, questa azione pericolosa e poco professionale da parte dei russi ha causato la caduta di entrambi gli aerei”, ha dichiarato in una nota il generale dell’aeronautica statunitense James Hecker, che sovrintende alle forze aeree statunitensi nella regione.

Il ministero della Difesa russo ha negato che il suo aereo sia entrato in contatto con un velivolo senza pilota (UAV), dicendo che si è schiantato dopo una “manovra brusca”. Ha detto che il drone è stato rilevato nel 2014 vicino alla penisola di Crimea annessa da Mosca dall’Ucraina.

Il portavoce Ned Price ha detto che il Dipartimento di Stato americano ha chiamato l’ambasciatore russo Anatoly Antonov per discutere dell’accaduto.

Nei commenti pubblicati sul sito web dell’ambasciata all’inizio di mercoledì, Antonov ha affermato che l’aereo statunitense “deliberatamente e provocatoriamente” si è mosso verso il confine russo con i transponder disabilitati.

“L’azione inaccettabile dell’esercito americano così vicino ai nostri confini è preoccupante”, ha detto Antonov. “Hanno raccolto informazioni, che sono state successivamente utilizzate dal regime di Kiev per lanciare attacchi contro le nostre forze armate e il nostro territorio”.

I resoconti dell’incidente nel Mar Nero al confine con Russia e Ucraina, tra gli altri paesi, non hanno potuto essere verificati in modo indipendente.

“Questa è una fase molto delicata in questo conflitto perché è davvero il primo contatto diretto che il pubblico conosce tra l’Occidente e la Russia”, ha detto Elizabeth Braw, senior fellow presso l’American Enterprise Institute di Washington.

Il presidente russo Vladimir Putin afferma di aver invaso l’Ucraina per proteggere la Russia dall’espansione nei territori storicamente russi.

READ  Quasi ogni oggetto può raccogliere energia dal nulla, hanno scoperto gli scienziati

L’Ucraina ei suoi alleati occidentali affermano che la Russia sta conducendo una guerra di conquista non provocata che ha distrutto le città ucraine, ucciso migliaia di persone e costretto milioni a lasciare le loro case.

Rapporto dell’ufficio Reuters; Di Grant McCool e Stephen Coates; Montaggio di Himani Sarkar, Robert Birzel

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *