Gli avvocati di Trump discutono nel procedimento elettorale della Georgia 2020

15:01 ET, 1 dicembre 2023

Gli avvocati dei falsi elettori in Georgia sostengono teorie legali che in precedenza sono crollate in tribunale federale

Da Marshall Cohen della CNN

Le argomentazioni legali presentate venerdì dagli avvocati per frode elettorale accusati in un caso di frode elettorale in Georgia sono fallite quando le stesse argomentazioni sono state presentate alla corte federale all’inizio di quest’anno.

Gli avvocati per le frodi elettorali del 2020 ed ex presidente del Partito repubblicano della Georgia, David Shaffer, hanno dichiarato in un’udienza venerdì che l’accusa dovrebbe essere respinta perché non c’era nulla di illegale nella cospirazione degli elettori.

In un’udienza alla corte federale di settembre, gli avvocati dei falsi elettori hanno avanzato argomentazioni simili.

Ma le loro teorie non hanno avuto la meglio: il giudice federale che supervisionava il procedimento non ha accettato nessuna delle loro teorie e ha stabilito che i casi penali dovessero rimanere nei tribunali statali.

Venerdì, ad esempio, l’avvocato di Shafer Holly Pearson ha affermato che non c’erano elettori legalmente riconosciuti entro la “data di approdo sicuro”, la data stabilita dalla legge federale secondo la quale gli stati devono certificare i propri risultati presidenziali. Nel 2020, i funzionari statali della Georgia hanno certificato la vittoria di Joe Biden con una “data di approdo sicuro”.

Ma Pearson ha sostenuto che all’epoca non c’erano elettori legali a causa di una causa intentata da Trump che contestava i risultati. Con la sfida legale in sospeso, ha affermato che sia gli elettori di Biden che quelli di Trump sono elettori “casuali” che dovrebbero votare in modo condizionato e aspettare di vedere se i risultati elettorali saranno ribaltati nel caso Trump.

“Sono tutti selezionati in modo casuale se non rispettano la data di approdo sicuro”, ha detto Pearson.

Ha avanzato le stesse argomentazioni in un’udienza federale a settembre, spingendo al tempo stesso per trasferire il caso alla corte federale. Il giudice distrettuale americano Steve Jones non era d’accordo con la sua teoria.

Pearson ripete queste argomentazioni perché il giudice della Corte superiore della contea di Fulton, Scott McAfee, ha il caso davanti al tribunale statale, che supervisiona il caso e può respingere le accuse se l’accusa non è conforme alla legge statale.

“L’elefante nella stanza è che nessuno di loro si candida alla presidenza”, ha detto il procuratore della contea di Fulton Will Wooten all’udienza di venerdì. “Nessuno di loro è candidato alla presidenza. Per quanto riguarda le elezioni del 2020, non sono mai stati candidati alla presidenza. Quindi questi argomenti non sono applicabili”.

Ha aggiunto: “La dottrina dell’approdo sicuro dell’imputato è incostituzionale”.

READ  Bruce Springsteen posticipa gli spettacoli di Filadelfia per il primo concerto dopo essersi "ammalato" di ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *