GAZA: Ai britannici è stato consigliato di essere preparati nel caso in cui il valico di frontiera di Rafah dovesse aprirsi

  • Di Christy Cooney
  • notizie della BBC

didascalia dell’immagine,

I cittadini britannici vengono esortati a dirigersi verso sud come indicato dal governo israeliano

Ai cittadini britannici a Gaza è stato detto di tenersi pronti nel caso in cui venisse aperto il valico di frontiera di Rafah con l’Egitto.

Situato nel sud di Gaza, il valico è l’unica via d’uscita dal confine controllato da Hamas, Egitto e Israele.

Ciò avviene dopo che un terzo volo charter del governo britannico è decollato da Israele.

Domenica il primo ministro Rishi Sunak incontrerà anche il re Abdullah di Giordania per discutere del conflitto.

La scorsa settimana le forniture di acqua, cibo ed energia a Gaza sono state interrotte, suscitando preoccupazione a livello internazionale per il potenziale disastro umanitario.

Il governo israeliano ha ordinato a 1,1 milioni di civili nel nord di Gaza di spostarsi a sud in vista di un’offensiva di terra diretta contro Hamas, che ha ucciso più di 1.300 persone in una serie di attacchi in Israele nel fine settimana.

In una dichiarazione di sabato scorso, il Ministero degli Esteri del Regno Unito ha affermato che i funzionari stanno lavorando con le autorità egiziane per organizzare la partenza di cittadini britannici e con doppia cittadinanza e delle loro mogli e figli da Gaza via Rafah.

I cittadini britannici sono stati esortati a viaggiare verso sud su indicazione del governo israeliano e sono stati inviati loro messaggi per avvisarli nel caso in cui il valico si aprisse.

La dichiarazione afferma che Sunak aveva parlato della situazione con il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi all’inizio di questa settimana e che il ministro degli Esteri James aveva contattato discretamente la sua controparte egiziana, Sameh Shoukry.

“Il Regno Unito resta impegnato a sostenere i cittadini britannici in Israele e a Gaza in seguito a questo terribile attacco terroristico di Hamas”, ha affermato Wise.

“La sicurezza di tutti i cittadini britannici è la nostra priorità ed esortiamo tutti a continuare a seguire i nostri consigli e a registrare la loro presenza in modo da poter essere in contatto”.

Sabato, il governo degli Stati Uniti ha detto che stava lavorando con Egitto, Israele e Qatar per cercare di aprire il valico di Rafah per diverse ore per consentire ai palestinesi-americani di andarsene, ma non è chiaro se qualcuno ci sia riuscito. fare

Un portavoce del Dipartimento di Stato americano ha detto che ai cittadini statunitensi è stato detto di dirigersi a Rafah perché “potrebbe esserci pochissimo preavviso se il valico viene aperto e sarà aperto solo per un tempo limitato”.

Tre voli charter governativi che trasportano cittadini britannici hanno lasciato Israele e altri sono attesi nei prossimi giorni, ha affermato il Ministero degli Esteri.

Diversi voli previsti all’inizio della settimana sono stati rinviati a causa di problemi nell’ottenimento dell’assicurazione, ha riferito PA.

L’ufficio di re Abdullah ha affermato che la sua visita a Londra faceva parte di un tour europeo volto a “mobilitare il sostegno internazionale per porre fine alla guerra a Gaza”.

Si recherà a Roma, Berlino e Parigi per incontri per discutere della “situazione pericolosa e in peggioramento a Gaza” e della “necessità di fornire aiuti umanitari ai palestinesi”.

Altro sulla guerra israeliana di Gaza

READ  I profitti di Saudi Aramco salgono a causa dell'aumento dei prezzi del petrolio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *