Fermare Caitlin Clarke? buona fortuna Gli allenatori condividono le loro strategie (spesso fallite).

ALBANY, NY – Ecco alcune verità universali sul basket universitario: una partita inizia e prima o poi finisce. Verranno girate delle scene. Una squadra vince; L’altro perderà. Ne vuoi uno in più? È improbabile che Kaitlyn Clark dell’Iowa venga completamente fermata.

L’allenatore, che ha giocato più volte per Clark, ha la seguente definizione di successo contro la stella dell’Iowa. Anche se ha segnato 35 punti, registrato cinque assist e realizzato cinque tiri liberi, l’allenatore lo considera positivo. “Sei in gioco”, ha detto l’allenatore. “Non sto dicendo che sia giusto o sbagliato. Eravamo abbastanza intelligenti da sapere che non le avremmo impedito di segnare.

L’enigma di fermare Kaitlin Clark è una realtà che gli allenatori di tutto il paese hanno affrontato per quasi quattro stagioni. La media in carriera di Clark di 28,4 punti a partita su 20 tentativi di tiro riflette il suo dominio costante. In questa stagione, ha registrato una media nazionale di 31,8 punti e 8,8 assist a partita, stabilendo il record di tutti i tempi delle donne della divisione I della NCAA con 49 punti a notte.

La maggior parte degli allenatori ritiene che la pianificazione della partita sia difficile perché non esiste un unico approccio per fermare un giocatore. Ma tra gli allenatori sono emersi approcci diversi per rallentare Clark.

Atletico Ha parlato con quattro allenatori in condizione di anonimato per parlare apertamente delle loro strategie per fermare Clark in questa stagione. I loro piani sono stati in gran parte sventati, ma il Colorado – l’avversario dei Sweet 16 dell’Iowa – potrebbe provare a impiegare alcune di queste tattiche.

READ  La Corea del Nord affronta un'epidemia durante la guerra del governo

È necessario effettuare una prima selezione. “Devi scegliere il tuo veleno”, ha detto un allenatore. Controlli la più grande marcatrice che il basket universitario femminile abbia mai visto e concedi opportunità ai suoi compagni di squadra? Non ha funzionato per la Penn State. L’attaccante dell’Iowa Hannah Stulke ha segnato 47 punti per i Nittany Lions. O controllare i suoi compagni di squadra e sapere che Clark la prenderà? “Onestamente penso che tu debba trovare un modo per coprire Kate Martin”, ha detto un altro allenatore. “Penso che Caitlin otterrà ciò che ottiene.”

Qualunque sia la strategia utilizzata dagli allenatori, spesso si rivela inefficace. E non c’è apparenza che gli avversari non abbiano provato.

Gli avversari hanno tirato 2-3 e box e 1 set a zona. (Il Nebraska ha tenuto Clark a reti inviolate nel quarto quarto dell’11 febbraio in un ribaltamento contro gli Hawkeyes.) Altri, come il West Virginia lunedì sera, hanno premuto a tutto campo. (Ha avuto sei palle perse ma ha comunque concluso con 32 punti, 12 tentativi di tiro libero e otto rimbalzi.) Clark ha visto squadre doppie e triple. Era ombreggiata a destra e a sinistra.

“L’abbiamo costretta”, ha detto un allenatore. “A molte persone non piace forzarla a sinistra perché tira bene il tiro in sospensione con il lato sinistro, ma per me è a questo che si rinuncia e se hai abbastanza pressione, è davvero una cosa importante. Un tiro difficile. Capisco che le persone vadano dall’altra parte.

Un altro ha detto: “Se fai una scelta sbagliata quella notte devi essere pronto a essere corretto. Penso che faresti meglio ad avere un piano A, un piano B, un piano C, e poi faresti meglio ad avere un piano di emergenza.

READ  Sciopero della WGA: gli studios di Hollywood inviano la "migliore e definitiva" offerta agli scrittori mentre lo sciopero si avvicina

Un tema chiave sostenuto dagli allenatori: far sì che Clark funzioni per tutto. “Non fare niente di stupido, dalle solo le cose facili”, ha detto un allenatore. Un altro ha aggiunto: “Devi sbarazzarti dei suoi punti facili”. Ciò significa difendere senza fallo (Clark ha una media di sette tentativi di tiro libero a partita) e limitare le sue opportunità al ferro, dove tira con il 66,3%. Non lasciare che un compagno di squadra lanci facilmente un passaggio da baseball di 70 piedi.

Un altro suggerimento è quello di esercitare pressione difensiva su Clark. “Esporre Kaitlyn in difesa o farla lavorare un po’ più duramente”, ha detto un altro allenatore.

“Abbiamo cercato di proteggerla molto”, ha detto un allenatore. “L’abbiamo gestita in ogni giocata possibile. Fai qualcosa di diverso da lasciarla stare lì e lasciarla gestire l’attacco.

Il problema che deve affrontare Clarke, gli altri avversari del college, è che nulla funziona perfettamente. “Se entri in una partita come se volessi spegnerla, sei fuori di testa. Stai sprecando il tuo tempo”, ha detto il primo allenatore. fai un piano di gioco che nessun altro fa e pensi troppo a te stesso.”

Il Colorado potrebbe avere il vantaggio della familiarità a differenza di altri avversari rivali. I Buffaloes e gli Hawkeyes si sono incontrati negli Sweet 16 della scorsa stagione, con Clark in vantaggio sul Colorado di un punto all’intervallo prima degli ultimi 20 minuti per una vittoria per 87-77.

Ma il Colorado sa che c’è un altro fattore oltre al talento di Clark. La folla sarà pro-Iowa ad Albany.

READ  Damian Lillard dei Trail Blazers spinge verso un'emozionante vittoria sui Bucks

“Ci aspettiamo sicuramente questo tipo di pubblico”, ha detto venerdì l’allenatore dei Buffaloes JR Payne. “Sembrava come l’anno scorso a Seattle, era dall’altra parte del paese.”

Una prima esperienza con la Clark-mania può essere istruttiva. Sapere come Clark gestisce il basket, si alza per saltare e affonda una tripla con il logo sarà prezioso per sapere come suona sugli spalti. Un allenatore ha esortato i giocatori a non preoccuparsi del rumore del pubblico dopo il maglione di Clark o del crescendo dopo il Logo 3. In questa stagione, Clark ha realizzato più di 3 punti da 25 a 30 piedi in 3 secondi. Per l’analisi CBB.

“Quando tutti stanno dando di matto, cosa?” disse l’allenatore. “Sono solo le 3. Sta arrivando. Niente panico.”

AtleticoNicole Auerbach e Sabrina Merchant hanno contribuito a questo rapporto.

(Foto: Matthew Holst/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *