Derek Chavin è stato condannato a 21 anni di carcere per l’omicidio di George Floyd

Derek Chavin è stato condannato a 21 anni di carcere per l’omicidio di George Floyd.

La sentenza significa che Chauvin, 46 anni, sarà rilasciato dalla prigione di stato, dove è stato tenuto in isolamento per 23 ore al giorno negli ultimi 15 mesi, e gli sarà permesso di andare in una prigione federale.

“È sbagliato mettere il ginocchio sul collo di un’altra persona finché non è morta”, ha detto il giudice Paul Magnuson a Chauvin durante la condanna per violazione dei diritti civili.

“Dovresti essere punito considerevolmente per questo.”

I pubblici ministeri e la famiglia del signor Floyd avevano chiesto un termine massimo di 25 anni sulla base del fatto che le azioni di Chauvin erano a sangue freddo e non necessarie.

La difesa ha chiesto 20 anni e Chou si è preso la responsabilità di quello che ha fatto.

Il signor Floyd, 46 anni, è morto il 25 maggio 2020 a Minneapolis dopo 9 minuti e 29 secondi di inginocchiamento sul collo. Il signor Floyd è stato accusato di aver passato una banconota da 20 dollari contraffatta in un minimarket.

Il suo omicidio ha suscitato proteste negli Stati Uniti, una resa dei conti sulla brutalità e il razzismo della polizia, e ha ispirato il movimento Black Lives Matter.

Dopo un processo nell’aprile 2021, Chavin è stato dichiarato colpevole di omicidio di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado e condannato nel giugno dello stesso anno a 22,5 anni di prigione statale.

Durante la sentenza di giovedì, Chauvin ha rilasciato una breve dichiarazione in cui si rivolgeva ai figli del signor Floyd.

READ  Tim Pence: Tra i rapporti confusi sull'infortunio di DJ Watt, una cosa dovrebbe essere chiara ai fan degli Steelers

“Voglio dire che voglio che facciano meglio nella vita e abbiano una guida migliore da adulti”. Egli ha detto.

La corte ha anche ascoltato le dichiarazioni sull’impatto delle vittime dei membri della famiglia del signor Floyd, tra cui suo fratello Filonese Floyd e la fidanzata Courtney Rose.

Un’altra dichiarazione è arrivata da John Pope in merito all’incidente del 2017 nel centro di Minneapolis, dove è stato colpito da una torcia e soffocato da Chou.

I manifestanti tengono cartelli in onore di George Floyd e di altre vittime del razzismo durante una protesta fuori dall’Hennepin County Government Center il 28 marzo 2021 a Minneapolis, Minnesota.

((Getty Images via AFP))

Chavin si è dichiarato colpevole di aver usato la forza eccessiva su Pope, allora 14enne.

“Spero che si prenda questo tempo per pensare a cosa avrebbe potuto fare diversamente e cosa ha fatto agli altri”, ha detto Pope.

Anche la madre di Chavin, Carolyn Pawlenty, ha rilasciato una dichiarazione in cui criticava la “rappresentazione ingannevole” secondo cui suo figlio era razzista.

“Tutti in Minnesota hanno bisogno di guarire e rendersi conto che tutte le vite contano, indipendentemente dal colore della pelle. Ogni vita conta”, ha detto la signora Pawlenty.

L’avvocato difensore Eric Nelson ha dichiarato il 25 maggio 2020 che in Chauvin c’era di più delle sue azioni, aggiungendo che era un “padrone di famiglia devoto”.

Il pubblico ministero LeAnn Bell ha affermato che le azioni di Chauvin hanno mostrato che ha ucciso deliberatamente il signor Floyd.

“Non è un principiante. È un agente di polizia da anni. Sa qual è il suo addestramento. Sa che quello che sta facendo è sbagliato e lo fa comunque.

Il giudice Magnuson ha condannato Chauvin a scontare sette mesi dopo aver scontato 252 mesi.

Ha aggiunto che Chauvin aveva “assolutamente distrutto la vita di altri tre giovani ufficiali” che erano stati perseguiti penalmente per la morte del signor Floyd.

Ex agenti di polizia di Minneapolis – Du Tao, J. Alexander Kyung et al Tommaso Corsia – Condannato per l’accusa federale di diritti civili nell’omicidio di Floyd a febbraio. Il giudice Magnuson non ha fissato le date di condanna per loro.

Anche Chauvin dovrebbe essere risarcito.

Non sono consentite riprese o fotografie all’interno del tribunale federale di St. Paul.

Entrando nella causa federale, Chauvin ha ammesso per la prima volta di essersi inginocchiato sul collo di Floyd – dopo che l’uomo di colore ha supplicato “Non riesco a respirare” e poi non ha risposto – provocando la morte del signor Floyd.

Fiori, cartelli e palloncini sono stati lasciati vicino a un memoriale improvvisato per George Floyd vicino a dove morì a Minneapolis.

(AFP tramite Getty Images)

Durante il suo arresto nel maggio 2020, Chauvin, che è bianco, ha ammesso di aver intenzionalmente privato il signor Floyd del suo diritto di essere libero da sequestri irragionevoli, inclusa la forza irragionevole da parte di un agente di polizia.

Da quando è stato condannato per omicidio nel maggio 2021, Chauvin è stato isolato dagli altri detenuti nell’unità di controllo amministrativo di alta sicurezza presso la prigione statale del Minnesota a Oak Park Heights.

Senza accesso a opportunità di lavoro e programmi educativi, Chauvin aveva poca libertà all’interno della struttura, ha affermato il funzionario.

Deve fare la doccia, andare in bagno, mangiare e dormire nella sua stanza e gli è permesso fare esercizio solo per un’ora al giorno.

Dopo la sentenza di giovedì, Chauvin dovrebbe trascorrere più tempo dietro le sbarre che se avesse affrontato solo la condanna statale.

Tuttavia, gli esperti affermano che Chauvin potrebbe essere al sicuro e vivere con meno restrizioni in una prigione federale.

Il suo stato di sicurezza e la destinazione finale dipendono dall’Ufficio delle prigioni degli Stati Uniti, che può inviarlo ovunque nel paese.

Chauvin ha corso il rischio di incontrare i detenuti che ha arrestato o interrogato tra la popolazione generale del penitenziario statale del Minnesota. Anche se potrebbe non sfuggire del tutto alla sua fama in una prigione federale altrove, è improbabile che incontri detenuti con cui ha contatti diretti.

Se l’ufficio decide che è abbastanza sicuro per il pubblico in generale, avrà maggiori opportunità di spostarsi nella struttura, lavorare e partecipare alla programmazione.

Con un buon tempo servito nel sistema federale, potrebbe scontare fino a 17 anni dietro le sbarre.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.