Decine di razzi Hezbollah hanno colpito la base aerea di Meron, nei territori occupati del nord.

I combattenti del movimento libanese anti-Hezbollah hanno effettuato diverse operazioni contro basi militari israeliane, lanciando decine di razzi dal sud del Libano verso le zone di confine nella parte settentrionale dei territori occupati nel 1948.

Il canale di notizie televisivo libanese Al-Mayadeen ha riferito che dozzine di razzi Katyusha sono stati lanciati sabato dal Libano contro la base aerea di Meron come rappresaglia per gli attacchi militari israeliani sui villaggi di Khousa e Markaba e sulla città di Sarbin nel sud del Libano.

Nel frattempo, i media israeliani hanno riferito che un grande sito radar all’interno di una base militare è stato danneggiato a seguito degli attacchi di Hezbollah.

Una pesante raffica di missili è stata lanciata anche contro gli insediamenti nella regione del Monte Meron, nell’Alta Galilea, tra cui Safsoba, Hagnos, Kafar Hosh e Bar Yoha.

Sabato scorso, il vice segretario generale di Hezbollah, Sheikh Naim Kassim, aveva affermato che il sostegno di Hezbollah alla Striscia di Gaza aveva contrastato i complotti militari israeliani contro i territori palestinesi e il Libano meridionale.

“Coloro che non riescono a pensare al futuro ignorano il nemico sionista e non sono in grado di riconoscere il fatto che il loro sostegno porterà benefici che vanno oltre la solidarietà con i palestinesi di Gaza e la sicurezza del Libano. Il loro sostegno creerà una forza deterrente su vasta scala contro Israele che gli impedirà di oltrepassare le linee rosse”, ha sottolineato Sheikh Qasim. .

Ha affermato che i piani proposti per portare la pace al confine instabile tra il Libano e i territori occupati da Israele sarebbero efficaci se garantissero un cessate il fuoco completo e la fine del fuoco quotidiano transfrontaliero.

READ  Sheep Fire: evacuazioni forzate dopo che l'incendio della California meridionale si è diffuso 20 volte

“Chiunque proponga un’iniziativa per un cessate il fuoco nel sud del Libano per affrontare le preoccupazioni di Israele sta dando al regime l’opportunità di aumentare la sua aggressione contro Gaza”, ha detto Sheikh Kassim.

Il regime israeliano ha ripetutamente attaccato il sud del Libano dal 7 ottobre. Da quando è stata lanciata una guerra genocida contro Gaza, sono stati uccisi almeno 34.388 palestinesi, la maggior parte dei quali donne e bambini.

In risposta, Hezbollah lancia quotidianamente attacchi missilistici contro le posizioni israeliane.

Almeno 380 persone, tra cui 72 civili, sono state uccise lungo il confine libanese.

I combattimenti hanno costretto decine di migliaia di persone a fuggire dalla parte settentrionale dei territori occupati, tra il lancio di razzi e i bombardamenti di Hezbollah e gruppi palestinesi.

Hezbollah è già stato coinvolto in due guerre israeliane contro il Libano nel 2000 e nel 2006. L’opposizione ha costretto il regime a fare marcia indietro in entrambi i conflitti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *