Questo 4 luglio è stato il giorno più caldo sulla Terra dall’inizio delle registrazioni

Marte è stato il giorno più caldo della Terra almeno dal 1979, quando la temperatura media globale ha raggiunto i 62,92 gradi Fahrenheit (17,18 gradi Celsius). Secondo i dati Dai centri nazionali statunitensi per la previsione ambientale.

Di conseguenza, alcuni scienziati ritengono che il 4 luglio potrebbe essere stato uno dei giorni più caldi della Terra in circa 125.000 anni, una pericolosa combinazione di cambiamenti climatici che ha causato l’aumento delle temperature globali, l’arrivo del sistema El Niño e l’inizio dell’estate nell’emisfero settentrionale. .

Secondo il monitoraggio del calore estremo del Washington Post, martedì 57 milioni di persone negli Stati Uniti sono state esposte a un caldo pericoloso. Allo stesso tempo, c’era la Cina Catturato in una grave ondata di caldoL’Antartide sarà più caldo del solito durante il suo inverno, con temperature che raggiungono i 122F nell’Africa settentrionale. Lo ha riferito Reuters.

El Nino è tornato ed è pronto a turbo per condizioni meteorologiche più estreme

La temperatura media globale di martedì è stata calcolata da un modello che utilizza i dati di stazioni meteorologiche, navi, boe oceaniche e satelliti, ha spiegato in una e-mail mercoledì Paolo Seppi, scienziato del clima presso il Grantham Institute di Londra. Questo sistema modello è stato utilizzato per stimare le temperature medie giornaliere dal 1979.

“Questa è la nostra ‘ipotesi migliore’ di quale fosse la temperatura superficiale ieri in ogni punto della Terra”, ha detto.

Le registrazioni della temperatura globale basate su strumenti risalgono alla metà del XIX secolo, ma per le temperature precedenti, gli scienziati dipendono dai dati proxy acquisiti attraverso le prove lasciate negli anelli degli alberi e nelle calotte glaciali. “Questi dati suggeriscono che non c’era così tanto calore da almeno 125.000 anni fa, cioè prima delle glaciazioni”, ha detto Seppi, riferendosi al periodo insolitamente caldo tra le due ere glaciali.

READ  L'ufficio del procuratore distrettuale della contea di Fulton respinge l'affermazione di Trump secondo cui i dati dei telefoni cellulari minano la testimonianza dei pubblici ministeri della Georgia

Secondo gli stessi dati, la temperatura di lunedì scorso è stata registrata a 62,62 gradi Fahrenheit. In precedenza, la temperatura media più alta mai registrata era di 62,46 gradi Fahrenheit misurata il 14 agosto 2016, durante il precedente ciclo di El Niño.

Il caldo estremo continua per milioni di americani e ne stanno arrivando altri

Gli esperti concordano sul fatto che, a meno che non vengano intraprese azioni per combattere le emissioni di carbonio, le temperature continueranno a salire.

“Quando è il giorno più caldo? È quando il riscaldamento globale, El Niño e il ciclo annuale si allineano. Sono i prossimi due mesi”, ha detto Miles Allen, professore di scienze dei geosistemi all’Università di Oxford, in un’intervista telefonica mercoledì “È un triplo.”

Registrati martedìLa temperatura di rottura è in parte spiegata dal cambiamento climatico, che sta causando il riscaldamento del mondo, ha detto Allen, aggiungendo che le temperature globali sono già di 1,25 gradi Celsius (2,25 gradi Fahrenheit) sopra la media preindustriale. “Si sta riscaldando di 0,25 gradi Celsius per decennio”, ha detto. “Ecco perché stiamo assistendo a record che vengono battuti continuamente, non solo una volta”.

L’anno scorso, un rapporto di un panel delle Nazioni Unite di 278 massimi esperti di clima ha avvertito che il pianeta era sulla buona strada per superare l’obiettivo concordato a livello globale di mantenere il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius (2,7 Fahrenheit). Oltre quella soglia, gli scienziati temono che le persone non saranno in grado di adattarsi ai disastri indotti dal clima come ondate di caldo, carestie e malattie infettive.

READ  Il Duke Ellington School Theatre non prenderà il nome da Dave Chapel

“Se vogliamo limitare il riscaldamento a 1,5 gradi, che è l’obiettivo dei governi mondiali, abbiamo pochissimo tempo per fermare il riscaldamento”, ha detto Allen. “Non hai bisogno di un modello climatico per saperlo: è solo la distanza di frenata”.

Abbiamo esaminato 1.200 possibilità per il futuro del pianeta. Queste sono le nostre migliori speranze.

Un’analisi di oltre 1.200 scenari di cambiamento climatico da parte del Washington Post mostra circa 230 diverse traiettorie che potrebbero lasciare la Terra sotto 1,5 gradi Celsius entro la fine del 21° secolo. Tuttavia, il mondo deve andare oltre qualsiasi obiettivo di “zero netto” per le emissioni di combustibili fossili e richiede condizioni migliori per iniziare a rimuovere più anidride carbonica dall’atmosfera.

“La soluzione al problema è in realtà molto semplice”, ha detto Allen: “Catturare l’anidride carbonica, recuperarla dove è generata o dall’atmosfera e smaltirla sottoterra. Se lo faremo, useremo sicuramente molto meno combustibili fossili .

Nei prossimi mesi, gli scienziati si aspettano più giorni di caldo mentre El Nino ritorna dopo una pausa di quattro anni. A giugno, gli scienziati hanno annunciato che questo fenomeno, che incoraggia l’atmosfera a intrappolare più calore, era tornato.

“Il record della temperatura globale è una combinazione della variabilità naturale del clima e della sottostante tendenza al riscaldamento globale”, ha affermato Seppi, aggiungendo che la variabilità naturale è in gran parte spiegata da El Niño.

Questo modello descrive come l’oceano “prende” e “rilascia” il calore ogni pochi anni, ha detto Seppi. “Attualmente siamo nel punto in cui l’oceano sta rilasciando calore nell’atmosfera”.

“Guardando al futuro, possiamo aspettarci che il riscaldamento globale continui, quindi, a meno che non agiamo rapidamente per ridurre le emissioni di gas serra a zero netti, i record di temperatura saranno battuti più spesso”, ha avvertito Ceppi.

READ  Biden ottiene la nomina democratica, Trump dietro: NPR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *