L’Ucraina ha attaccato il quartier generale della flotta russa del Mar Nero

Un attacco ucraino contro il quartier generale della flotta russa del Mar Nero in Crimea ha danneggiato due navi e ha causato un grave incendio in un vasto cantiere navale che svolge un ruolo chiave nello sforzo bellico russo, secondo funzionari russi e ucraini.

L’attacco prima dell’alba di mercoledì alla città portuale occupata di Sebastopoli, sede del quartier generale della marina russa, sembra essere il più grande da quando Mosca ha lanciato un’invasione su vasta scala dell’Ucraina quasi 19 mesi fa e ha sottolineato la crescente capacità dell’Ucraina di colpire obiettivi profondamente russi. territorio detenuto.

Ministero della Difesa russo detto in un comunicato L’Ucraina ha lanciato 10 missili da crociera contro la struttura mentre prendeva di mira una nave da guerra russa nel Mar Nero con tre droni marittimi. I sistemi di difesa aerea hanno abbattuto sette missili da crociera e la nave pattuglia Vasili Bykov ha distrutto i droni senza pilota, ha detto il ministero.

Il raro riconoscimento da parte di Mosca del successo dell’offensiva ucraina in Crimea è arrivato solo dopo che la gente del posto ha pubblicato sui social media foto di esplosioni e incendi violenti nel cantiere navale Sevmorzavod. Poi il governatore filorusso della Crimea, Mikhail Rasvosev Ha condiviso la foto Mostra il lato sinistro di un grande mezzo da sbarco in fiamme, sebbene l’intera entità del danno non sia chiara.

Almeno 24 persone sono rimaste ferite nel cantiere navale, ha riferito il sig. Ha detto Rasvosev. Le prime esplosioni e i rumori della difesa aerea sono stati segnalati per la prima volta alle 2 del mattino ora locale.

READ  Voti da allenatore NFL 2024: i Chargers ottengono "A" per lo swing di Jim Harbaugh, i Panthers in vantaggio

Non è chiaro quali armi abbia utilizzato l’Ucraina nell’attacco, ma il comandante dell’aeronautica ucraina, il tenente generale Mykola Oleshchuk, ha suggerito che si trattasse di un attacco aereo a lungo raggio.

“Vorrei ringraziare i piloti dell’aeronautica militare ucraina per il loro eccellente lavoro di combattimento mentre gli aggressori si stanno ancora riprendendo dal bombardamento notturno a Sebastopoli”, ha detto. ha scritto in un comunicato. “Continua…”

Michael Podoliak, consigliere presidenziale senior. suggerimento Che l’attacco è stato effettuato utilizzando nuove armi. In una dichiarazione ha affermato che rafforzare la capacità delle forze armate ucraine “compreso l’ampliamento della gamma di armi” è l’unico modo per garantire le rotte commerciali e le esportazioni di grano attraverso il Mar Nero.

“Possiamo già vederne i risultati” a Sebastopoli, ha scritto.

Non ha spiegato quali armi siano state utilizzate. Quest’estate, l’Ucraina ha ricevuto armi a lungo raggio da inglesi e francesi, e Kiev sta sviluppando i propri missili da crociera a lungo raggio di produzione nazionale.

Secondo i blogger militari russi e Lo riferisce l’agenzia di stampa russa BASANon cita le fonti.

Questi rapporti non sono stati confermati in modo indipendente, ma due navi nel bacino di carenaggio sono state danneggiate negli attacchi di funzionari russi. Un’immagine satellitare scattata martedì da Planet Labs mostra la nave di classe Robucha e un apparente sottomarino nel bacino di carenaggio. Le immagini provenienti da Planet Labs dopo l’attacco mostravano la nave e il bacino di carenaggio carbonizzati, sebbene fosse difficile distinguere il sottomarino.

L’attacco alla marina russa arriva pochi giorni dopo che l’Ucraina ha dichiarato di aver recuperato diverse piattaforme di trivellazione di petrolio e gas nel Mar Nero, una mossa che ha avuto un ruolo nella capacità della Russia di proiettare energia al largo delle coste ucraine da quando Mosca le ha sequestrate nel 2015.

READ  Il Pentagono ha aspettato tre giorni per informare la Casa Bianca che il segretario alla Difesa era stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale

Le forze russe hanno utilizzato le cosiddette Torri Boyko come siti di schieramento avanzato, installando installazioni radar, sistemi missilistici a lungo raggio e altre attrezzature. Dmytro Pletenchuk, portavoce della Marina ucraina, ha affermato che l’espulsione delle forze russe dalle basi “permette loro di rimanere senza informazioni rilevanti e di non essere in grado di reagire immediatamente o pianificare nulla nel nostro mare”.

Nello stesso momento in cui il porto russo è stato attaccato, l’esercito ucraino ha dichiarato di aver abbattuto 32 dei 44 droni d’attacco iraniani che prendevano di mira infrastrutture portuali e cerealicole nella regione di Odessa.

Ole Kiper, capo dell’amministrazione militare di Odessa, ha detto che i porti del Danubio al confine con la Romania sono stati presi di mira ancora una volta e sette civili sono rimasti feriti.

“Abbiamo a che fare con le conseguenze”, ha detto in una nota. I vigili del fuoco stanno lavorando per spegnere l’incendio.

Cristiano Triberto Rapporto contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *