Kyle Shanahan – Risposte a 49 sbandate già presenti nella squadra

Nick WagonerRedattore dello staff di ESPN29 ottobre 2023, 22:46 ET5 minuti di lettura

Brock Birdie è stato eliminato su due passaggi consecutivi

Il QB dei 49ers Brock Purdy fatica nel secondo tempo contro i Bengals, intercettando due passaggi consecutivi.

SANTA CLARA, California – Era più o meno questo periodo l’anno scorso I San Francisco 49ers si trovano in una situazione difficile in vista della loro settimana di addio.

I Kansas City Chiefs li hanno battuti 3-4 al Levi’s Stadium. Ma la soluzione più importante ai problemi della squadra era già nell’edificio. I Niners hanno atterrato il running back Christian McCaffrey in uno scambio di successo due giorni fa con l’idea che potesse innescare corse nel secondo tempo. Lo ha fatto, e i Niners hanno ottenuto 10 vittorie consecutive per concludere la stagione in rotta verso un’apparizione all’NFC Championship Game.

Un anno dopo, i Niners sono nel sacco e si dirigono verso la scadenza commerciale della NFL di martedì con un record perfetto, ma con una fretta di raddrizzare la nave dopo la sconfitta per 31-17 di domenica contro i Cincinnati Bengals. Dopo un inizio 5-0, la sconfitta contro i Bengals è stata la terza di fila per i San Francisco, portandoli al 5-3 e fuori dal primo posto nella NFC West.

Anche se i Niners potrebbero essere attivi nella ricerca di un aiuto esterno, l’allenatore Kyle Shanahan ha chiarito domenica pomeriggio che un altro McCaffrey non sta varcando quella porta. Ciò significa che il miglioramento dovrà provenire principalmente dall’interno, a partire dalla settimana prima che i Niners affrontino i Jacksonville Jaguars il 12 novembre con molta auto-riflessione.

“No, niente di tutto questo cambia nulla alla scadenza commerciale”, ha detto Shanahan. “Come abbiamo giocato oggi o come abbiamo giocato nelle ultime tre settimane. … Credo che abbiamo le risposte. Credo che abbiamo buoni giocatori. Credo che abbiamo buoni allenatori. Sta a me trovarli. Fare meglio.

“Pensavo che avessimo iniziato bene, ma nelle ultime settimane ci sono state alcune cose che non siamo riusciti a trattare qui, ecco perché dobbiamo continuare a spingere su ogni aspetto, perché alcune persone perdono questo. Lines e loro se non hai quelle risposte, vivi nella speranza.”

La sconfitta di domenica è stata la prima serie di tre sconfitte consecutive dei Niners dalla stagione 2021, che hanno vinto 15 partite consecutive di stagione regolare e hanno travolto i primi cinque avversari in questa stagione. Una media di 19,8 punti a partita.

Anche durante il loro dominio iniziale, Shanahan ha ripetutamente sottolineato gli errori che la sua squadra stava commettendo, ma è riuscito a farla franca mentre balzava in grande vantaggio. I rigori e i guai in zona rossa erano problematici, ma i Niners hanno compensato molto facendo grandi giocate in attacco (21 giocate da 20 e più yard sono state il sesto nella NFL) e hanno rinunciato ad alcune in difesa (10 da 20 e più yard). giochi in giardino consentiti (il minor numero nella NFL). Hanno anche dominato la battaglia per il turnover, andando a più-7 con due omaggi da record della lega.

Le ultime tre settimane hanno fornito una drammatica inversione di tendenza nella direzione opposta per la maggior parte di queste categorie. I Niners hanno una media di 7 punti a partita, una media di 62 yard a partita e rinunciano a 15 giocate da oltre 20 yard (il secondo posto nella NFL in quell’intervallo). Inoltre, i Niners hanno girato la palla sette volte (a pari merito per il quarto miglior punteggio) e avevano un margine di turnover di meno 3 in quell’arco di tempo (a pari merito per il quarto peggiore).

Dopo non aver effettuato un intercetto nelle prime cinque settimane, il quarterback dei Niners Brock Birdie ne ha lanciati cinque nelle ultime tre partite, di cui quattro nel territorio avversario, uno dei quali è arrivato all’interno dei 10 di Cincinnati domenica. Gli errori collettivi hanno limitato la capacità dei Niners di far girare la palla spesso o in modo efficace.

“Tutto quello che so è che, quando perdi la battaglia per il turnover, come abbiamo fatto per due settimane di seguito, è difficile vincere le partite di calcio”, ha detto George Kittle. “E ovviamente dobbiamo giocare meglio e dobbiamo metterci in situazioni in cui possiamo far girare di più il calcio e non lanciare la palla troppe volte”.

Sebbene molte di queste questioni siano pericolose, le questioni difensive sono le più sorprendenti. I Niners hanno costantemente messo in campo una delle migliori difese della lega negli ultimi anni, e nonostante il passaggio del nuovo coordinatore Steve Wilks da DeMeco Ryans (che divenne capo allenatore degli Houston Texans), i Niners hanno faticato a segnare di nuovo in questa stagione.

Le prime cinque settimane furono così, ma non tardive. Poiché il programma e i quarterback che devono affrontare sono diventati più duri, i Niners hanno rinunciato a quasi 70 yard di passaggio a partita in aria e i quarterback avversari hanno superato il QPR di quasi 16 punti nelle ultime tre settimane.

Questi problemi hanno messo Wilks sotto il microscopio, insieme a una corsa al passaggio che ha faticato ad arrivare a casa e una controversa chiamata blitz prima dell’intervallo della sconfitta della scorsa settimana contro i Minnesota Vikings. Ma Shanahan domenica ha detto che di colpe in giro ce n’è parecchia.

“Non si tratta di un allenatore o di un lato della palla”, ha detto Shanahan. “Non abbiamo segnato più di 20 punti qui in tre settimane. Quindi, penso che la nostra difesa debba fare meglio. Penso che il nostro attacco debba fare meglio. Penso che la nostra squadra debba fare meglio. Quando dico che la nostra squadra, Intendo ogni giocatore là fuori, ogni giocatore. Penso anche all’allenatore.”

Ora, i 49ers si stanno avviando verso un lungo periodo di riposo che consentirà alla caviglia destra slogata del placcaggio sinistro Trent Williams e alla spalla infortunata di Debow Samuel di guarire. Ciò dovrebbe aiutare, ma quando i Niners entrano in un tratto, ci vorrà più tempo per correre

“Dobbiamo sederci qui e aspettare circa 14 giorni per affrontare questa sensazione che nessuno vuole, ma penso che dobbiamo farlo”, ha detto Shanahan. “Penso che i nostri ragazzi debbano essere un po’ più arrabbiati. Penso che dobbiamo tornare con un po’ più di concentrazione perché non era abbastanza buono e non l’abbiamo fatto.”

READ  Re Carlo parla di "grande tristezza" per la mancata messa del Giovedì Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *