Il presidente del Consiglio Mario Draghi si è dimesso dopo il mancato rinnovo del governo

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi

Portfolio Mondatori | Portfolio Mondatori | Belle foto

Primo Ministro d’Italia Mario Draghi Giovedì ha rassegnato le dimissioni, aprendo la strada a nuove elezioni e aprendo un nuovo capitolo di incertezza politica.

Parlando in parlamento, Draghi ha detto che incontrerà il presidente Sergio Mattarella per esprimere le sue intenzioni dopo che la sua fragile coalizione non è riuscita a mettere insieme un governo. Si dice che Mattarella gli abbia chiesto di rimanere nel governo ad interim.

“Grazie per tutto il lavoro che abbiamo svolto insieme in questo periodo. Dopo il voto di ieri sera al Senato, vorrei aggiornare questa sessione perché contatterò il presidente. Intenzioni”, ha detto Draghi ai legislatori giovedì. .

Viene dopo che Draghi è stato snobbato dai suoi partner della coalizione in un voto di fiducia al Senato mercoledì, il che significa che il governo è crollato.

Anche se potesse vincere il referendum, uno dei partiti della coalizione di governo, il Movimento Cinque Stelle di sinistra, ha detto che non parteciperebbe. I partiti al governo Lega e Forza Italia hanno detto che non parteciperanno.

Questo apre la strada a elezioni anticipate difficili e incerte a settembre o ottobre.

La scorsa settimana, Mattarella Respinte le prime dimissioni di Draghi Ha chiesto ulteriori colloqui con i legislatori, sperando di evitare elezioni anticipate.

È arrivato dopo che il Movimento Cinque Stelle si è opposto a un nuovo mandato per frenare l’inflazione e combattere l’aumento dei costi energetici. I legislatori italiani hanno votato la fiducia sull’ampio pacchetto politico, ma Five Star ha boicottato la misura, facendo arrabbiare sia Draghi che i partiti di destra nella coalizione.

READ  Biden Veers of Script a Taiwan. Questa non è la prima volta.

Draghi, es Banca Centrale Europea Il presidente ha poi chiesto a Mattarella di tornare alla camera alta del parlamento e di votare la fiducia al governo mercoledì, il che significa che la politica italiana è nel limbo da una settimana.

I rendimenti aumenteranno

Giovedì le obbligazioni italiane sono aumentate in previsione delle dimissioni di Draghi. Il rendimento del titolo di Stato a 10 anni è salito al 3,6350% alle 10:00 ora locale; Era l’1% all’inizio dell’anno.

Inoltre, giovedì i mercati azionari sono caduti sulla notizia. Il codice principale dell’Italia, il FTSE MIBHa scambiato quasi il 2% in meno all’inizio del commercio europeo.

Gli investitori hanno diversi motivi per essere preoccupati per l’Italia. Innanzitutto, i sondaggi d’opinione indicano un parlamento frammentato, il che significa che nuove elezioni potrebbero portare a duri colloqui di coalizione.

Allo stesso tempo, l’Italia ha uno dei cumuli di debiti più alti d’Europa, deve far fronte a un’inflazione record e le sue prospettive di crescita sono limitate. Questo contesto macroeconomico diventa particolarmente difficile in quanto la Banca Centrale Europea si prepara ad aumentare i tassi di interesse, il che potrebbe ostacolare la performance economica dell’Italia in futuro.

“A giudicare da alcuni fondamentali a lungo termine, l’Italia si sta lentamente trasformando in un disastro”, ha affermato giovedì Holger Schmiding, capo economista di Berenberg.

Ha citato tre problemi principali: trend di crescita basso, dati demografici poveri e interesse per il dramma politico.

“Per ora, dobbiamo prepararci al rumore dirompente, ma a nostro avviso non a una vera crisi dell’euro 2.0”, ha aggiunto.

Mesi di stabilità

Centinaia di sindaci nel fine settimana hanno firmato una lettera aperta chiedendo a Draghi di restare. Anche i leader sindacali e gli uomini d’affari si sono mobilitati per esortare Draghi a rimanere in carica. Nel frattempo, AP riferisce che migliaia di cittadini hanno firmato una petizione online chiedendo a Draghi di restare.

Il leader del tecnocrate Draghi ha trascorso gli ultimi 15 mesi a portare stabilità politica in Italia, che è stata la chiave per assicurarsi quasi 200 miliardi di euro (205 miliardi di dollari) in fondi per il recupero dalla pandemia.

La sua leadership è stata fondamentale sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina, Draghi ha svolto un ruolo nelle sanzioni dell’UE e ha sostenuto le famiglie italiane che affrontano prezzi al consumo elevati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.