Il cessate il fuoco tra Israele e Hamas è stato prolungato di 2 giorni a causa del rilascio di altri ostaggi

Lunedì il Qatar ha dichiarato che i mediatori hanno raggiunto un accordo per estendere di due giorni il cessate il fuoco temporaneo tra Israele e Hamas per liberare altri ostaggi detenuti a Gaza.

L’annuncio di estendere l’originale cessate il fuoco di quattro giorni alla guerra tra Israele e Hamas, che avrebbe dovuto concludersi lunedì, è arrivato mentre il governo di Benjamin Netanyahu si trovava di fronte a pressioni interne e internazionali per concedere più tempo per il rilascio degli ostaggi.

L’esercito israeliano ha detto lunedì sera che Hamas ha liberato altri 11 ostaggi. Il Qatar afferma che Israele ha rilasciato altri 33 prigionieri palestinesi.

Majid al-Ansari, portavoce del ministero degli Esteri del Qatar, ha annunciato un accordo per “prolungare il cessate il fuoco umanitario nella Striscia di Gaza per altri due giorni” come parte della mediazione del suo Paese tra Israele e Hamas.

Un gruppo militante palestinese ha confermato di aver accettato di estendere il cessate il fuoco di due giorni “alle stesse condizioni del cessate il fuoco precedente”. Israele non ha ancora commentato l’accordo.

Ansari non ha specificato quanti ostaggi verranno liberati nelle prossime 48 ore. Ma i negoziatori avevano precedentemente affermato che Hamas avrebbe rilasciato altre 20 donne e bambini detenuti a Gaza se il cessate il fuoco fosse stato prolungato di due giorni.

In cambio, Israele rilascerebbe altri 60 donne e bambini palestinesi detenuti nelle carceri israeliane.

La settimana scorsa, nell’ambito di un cessate il fuoco mediato da Qatar, Egitto e Stati Uniti, Hamas ha accettato di scaglionare il rilascio di 50 donne e bambini detenuti a Gaza per quattro giorni. Israele ha detto che fornirà maggiori aiuti alla zona assediata e rilascerà 150 donne e bambini palestinesi nelle carceri israeliane.

READ  Mentre era a Seoul, Biden ha firmato un pacchetto di aiuti da 40 miliardi di dollari all'Ucraina
Agam Goldstein-Almok, 17 anni, liberata dalla Striscia di Gaza il 26 novembre, lunedì si è riunita con amici e familiari. ©via Reuters

Hamas e altri militanti hanno catturato circa 240 civili e soldati durante un attacco mortale il 7 ottobre nel sud di Israele.

Gli Stati Uniti hanno accolto con favore la proroga del cessate il fuoco tra Israele e Hamas e hanno affermato che vorrebbero vedere la tregua prolungata oltre altri due giorni.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato in una nota che non ci fermeremo finché tutti gli ostaggi dei terroristi di Hamas non saranno liberati.

Ha aggiunto che la cessazione delle ostilità e l’aiuto nel rilascio degli ostaggi hanno portato ad un “aumento significativo” degli aiuti umanitari a Gaza.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken visiterà Israele e la Cisgiordania occupata questo fine settimana, ha detto un funzionario del Dipartimento di Stato.

Blinken “sottolineerà la necessità di mantenere un aumento degli aiuti umanitari a Gaza, di rilasciare tutti gli ostaggi e di migliorare la sicurezza per i civili a Gaza”, ha aggiunto il funzionario.

Il primo ministro del Qatar, Sheikh Mohammed bin Abdulrahman al-Thani, ha dichiarato domenica al Financial Times che Hamas deve trovare altri combattenti, civili, donne e bambini detenuti dalle bande a Gaza se si vuole estendere il cessate il fuoco.

Ha detto che Israele ha fornito al Qatar un elenco di oltre 90 donne e bambini catturati durante l’offensiva di Hamas del 7 ottobre.

Ma quando la scorsa settimana è stato negoziato l’accordo originale sugli ostaggi, è stato concordato che 50 donne e bambini sarebbero stati rilasciati perché questo era il numero indicato da Hamas, ha detto Sheikh Mohammed.

READ  L'approfondimento del blocco delle petroliere turche provoca embarghi petroliferi alla Russia

Un funzionario informato sui colloqui ha detto che Hamas spera di sfruttare la pausa iniziale di quattro giorni per trovare altre 20 donne e bambini tenuti in ostaggio.

“L’ipotesi è che la maggior parte di questi siano stati compiuti dalla Jihad islamica palestinese”, ha aggiunto il funzionario, riferendosi a un gruppo militante più piccolo.

“La speranza ora è che Hamas riesca a trovare altri ostaggi durante i due giorni di proroga”.

Un funzionario di Hamas, Izzat al-Rishq, ha dichiarato alla televisione Al Arabi: “Il gruppo è impegnato nella ricerca delle persone scomparse. [hostages]”.

Siamo pronti a negoziare sull’occupazione conquistata [Israeli] giocatori, ma questo file non è stato ancora aperto”, ha detto. “Questi soldati hanno una situazione diversa, e Netanyahu lo sa.”

Lunedì sera altri 11 ostaggi sono arrivati ​​in Israele da Gaza, tra cui tre donne e otto bambini.

Il Qatar ha detto che tra gli 11 figurano tre cittadini francesi, tre tedeschi e sei argentini.

Il Qatar ha affermato che tre donne e 30 bambini erano tra i 33 prigionieri palestinesi liberati da Israele lunedì.

I recenti rilasci includono il rilascio di 50 donne e bambini dal carcere di Gaza. A sua volta, Israele ha rilasciato 150 donne e bambini palestinesi dalle carceri israeliane.

La vittoria sugli ostaggi morbidi per i prigionieri ha rafforzato il sentimento nazionale in Israele e ha fatto crescere le speranze che l’accordo potesse essere esteso.

La notizia del rilascio degli ostaggi è stata ampiamente diffusa dai media in Israele, mentre migliaia di palestinesi si riuniscono ogni sera fuori dalla prigione di Ofer, tra Tel Aviv e Gerusalemme, per celebrare il rilascio e rafforzare la posizione politica di Hamas.

READ  Meghan Markle gode di una terapia al dettaglio tra il contraccolpo "deal or no deal".

Intervenendo ad una celebrazione per il rilascio di un ostaggio israeliano, Noam Alon, la cui fidanzata Inbar Haiman è stata rapita dal festival musicale Noah il 7 ottobre, ha promesso di premere per il rilascio degli ostaggi “ad ogni costo”.

“Ci aspettiamo che tutti vengano rilasciati e vogliamo che il nostro governo faccia tutto il possibile per portare avanti l’accordo”, ha detto.

Netanyahu domenica ha detto che avrebbe “accolto con favore” la prospettiva del rilascio di altri ostaggi, ma ha insistito sul fatto che Israele è pronto a riprendere le ostilità contro Hamas.

I funzionari israeliani ritengono che Hamas cercherà sempre più prigionieri di alta qualità in cambio di ogni ostaggio, al di là dell’accordo iniziale.

Secondo funzionari palestinesi, le forze israeliane hanno conquistato ampie zone del nord di Gaza attraverso bombardamenti aerei e un’invasione di terra che ha ucciso almeno 14.800 persone e innescato una crisi umanitaria.

Secondo funzionari israeliani, circa 1.200 persone sono state uccise nell’attacco di Hamas del 7 ottobre nel sud di Israele.

Report aggiuntivi di Heba Saleh al Cairo e Raya Jalabi a Beirut

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *