Decollo! Gli astronauti della NASA hanno pilotato il primo Starliner verso l’aeroporto

Nota dell’editore: questa pubblicazione è stata aggiornata il 5 giugno 2024 per includere istruzioni su come partecipare alla conferenza post-discussione di giovedì 6 giugno.

Gli astronauti della NASA Butch Wilmore e Suni Williams sono al sicuro in orbita per il primo test di volo con equipaggio a bordo della navicella spaziale Starliner della Boeing in rotta verso la Stazione Spaziale Internazionale.

Nell’ambito del Boeing Crew Flight Test della NASA, gli astronauti sono decollati mercoledì alle 10:52 su un razzo Atlas V della ULA (United Launch Alliance) dallo Space Launch Complex-41 presso la stazione spaziale di Cape Canaveral in Florida. Il test finale del sistema Starliner.

“Due intrepidi astronauti della NASA stanno andando bene in questo storico primo volo di prova di un nuovissimo veicolo spaziale”, ha affermato l’amministratore della NASA Bill Nelson. “Lo Starliner di Boeing segna un nuovo capitolo nell’esplorazione americana. Il volo spaziale umano è una missione audace, ma è per questo che vale la pena farlo. È un momento emozionante per la NASA, i nostri partner commerciali e il futuro della ricerca. Forza Starliner, forza Butch e SUNY! “

Parte del programma Commercial Crew della NASA, il test di volo aiuterà a verificare il sistema di trasporto, la piattaforma di lancio, il razzo, il veicolo spaziale, le capacità in orbita e il ritorno sulla Terra con gli astronauti. stazione Spaziale. Starliner aveva precedentemente effettuato due voli orbitali senza equipaggio, incluso un test di ritorno alla stazione spaziale e una dimostrazione di Bad Abort.

“Con il lancio di Starliner, la separazione dal razzo e l’arrivo in orbita, il test di volo con equipaggio di Boeing è sulla buona strada”, ha affermato Mark Nappi, vicepresidente e project manager del Commercial Crew Program di Boeing. “Tutti sono concentrati nel fornire a Suni e Butch un test drive sicuro, confortevole, guidabile e di successo dall’inizio alla fine.”

Durante il volo dello Starliner, Boeing monitorerà una serie di manovre automatizzate dello shuttle dal suo centro di controllo missione a Houston. Gli equipaggi della NASA monitoreranno le operazioni della stazione spaziale durante il volo dal Mission Control Center presso il Johnson Space Center dell’agenzia a Houston.

READ  La data di lancio di SpaceX Crew-6 è stata posticipata

“Gli equipaggi che volano sullo Starliner sono stati studiati per più di un decennio dal Commercial Crew Program e dai nostri partner Boeing e ULA”, ha affermato Steve Stich, manager del Commercial Crew Program presso il Johnson Space Center della NASA a Houston . Mettiamo alla prova lo Starliner e guardiamo finché Butch e Suni non atterreranno sani e salvi sulla Terra alla fine di questo volo di prova.

Starliner arriverà autonomamente al porto rivolto in avanti del Modulo Harmony della stazione alle 12:15 circa di giovedì 6 giugno e rimarrà nel laboratorio in orbita per una settimana.

Wilmore e Williams contribuiranno a verificare la funzionalità della navicella testando il sistema di controllo ambientale, i display e il sistema di controllo e facendo funzionare i propulsori in altri test durante il volo.

Dopo un arrivo sicuro alla stazione spaziale, Willmore e Williams hanno incontrato gli astronauti della NASA Michael Barrett, Matt Dominick, Tracy C. Tyson e Jeanette Epps si uniranno all’equipaggio dell’Expedition 71 composto dagli astronauti Roscosmos Nikolai Chubb, Alexander Grebenkin e Ogolenkin.

La copertura degli arrivi e degli eventi in volo della NASA è la seguente (sempre dall’Est e soggetta a modifiche in base alle operazioni in tempo reale):

La copertura della missione continuerà sui canali televisivi della NASA durante il volo dello Starliner e su NASA+ prima dell’attracco.

Giovedì 6 giugno
9:30 – Inizia la copertura dell’arrivo NASA+Applicazione della NASA e Luce di retee continua su NASA TV dell’agenzia Sito web.

12:15 – Attracco del bersaglio

14:00 – Apertura del portello

14:20 – Saluti di benvenuto

15:30 – Conferenza stampa sull’attracco alla NASA Johnson con i seguenti partecipanti:

  • Jim Frei, amministratore associato della NASA
  • Steve Stich, direttore del programma dell’equipaggio commerciale della NASA
  • Jeff Arendt, responsabile dell’ingegneria dei sistemi e dell’integrazione, ufficio della Stazione spaziale internazionale della NASA
  • Mark Nappi, vicepresidente e responsabile del programma, programma per l’equipaggio commerciale, Boeing

La copertura della conferenza stampa post-attracco sarà trasmessa in diretta NASA+Televisione della NASA, App della NASA, Luce di reteE questo dell’agenzia Sito web.

READ  La Commissione Giustizia della Camera vota per perseguire un procedimento di oltraggio contro Garland sui file audio di Biden

Per partecipare al briefing post-attracco, i media statunitensi devono contattare la redazione della NASA Johnson all’indirizzo: jsccommu@mail.nasa.gov o 281-483-5111 entro le 13:00 di giovedì 6 giugno. Per partecipare alla chiamata, i media devono contattare la NASA Johnson. Sala stampa entro giovedì 6 giugno alle 15.00.

17:50 – L’amministratore della NASA Bill Nelson, il vice amministratore Pam Melroy, l’amministratore associato Jim Free, l’amministratore associato per le operazioni spaziali Ken Bowersachs e il direttore del Johnson Space Center Vanessa Wyche si uniranno a Willmore e Williams per parlare del lancio di Starlin.

La copertura della chiamata spaziale dalla Terra sarà trasmessa in diretta NASA+Televisione della NASA, App della NASA, Luce di reteE questo dell’agenzia Sito web.

Sabato 8 giugno

8:50 – Gli astronauti della NASA Wilmore e Williams faranno un tour dello Starliner.

La copertura dell’evento sarà trasmessa in diretta in orbita NASA+Televisione della NASA, App della NASA, Luce di reteE questo dell’agenzia Sito web.

Lunedì 10 giugno

11:00 – Sunita L. di Needham, Massachusetts, ad un evento sulla Stazione Spaziale Williams. Williams parlerà agli studenti delle scuole elementari.

La copertura della chiamata spaziale dalla Terra sarà trasmessa in diretta NASA+Televisione della NASA, App della NASA, Luce di reteE questo dell’agenzia Sito web.

Martedì 11 giugno

15:15 – Willmore parlerà agli studenti del Tennessee Tech durante un evento sulla stazione spaziale.

La copertura della chiamata spaziale dalla Terra sarà trasmessa in diretta NASA+Televisione della NASA, App della NASA, Luce di reteE questo dell’agenzia Sito web.

Incontra l’equipaggio della NASA

Wilmore era il comandante della missione. Veterano di due missioni spaziali, Wilmore ha al suo attivo 178 giorni nello spazio. Nel 2009, ha servito come pilota sullo space shuttle Atlantis per la missione STS-129. Inoltre, Wilmore ha servito come ingegnere di volo dell’Expedition 41 fino a novembre 2014, quando ha assunto il comando della stazione spaziale dopo l’arrivo dell’equipaggio dell’Expedition 42. Tornò sulla Terra nel marzo successivo. Prima di essere selezionato dalla NASA nel 2000, il padre di due figli ha conseguito la laurea e due. Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica alla Tennessee Technological University, Cookeville, prima di diplomarsi in un’altra Master in Sistemi aeronautici dell’Università del Tennessee, Knoxville. Si è laureato alla United States Naval Test Pilot School, Patuxent River, Maryland, e ha completato quattro schieramenti operativi durante il suo periodo come ufficiale di marina e pilota.

READ  McDonald's riacquisterà tutti i suoi ristoranti israeliani

Williams era il pilota dello shuttle per il test di volo. Williams ha trascorso 322 giorni nello spazio in due missioni: Expedition 14/15 dal 2006 al 2007 e Expedition 32/33 nel 2012. Il nativo del Massachusetts ha anche condotto sette passeggiate spaziali, per un totale di 50 ore e 40 minuti. Prima che la sua carriera alla NASA iniziasse nel 1998, Williams si laureò con lui Laurea in Scienze Fisiche dall’Accademia navale degli Stati Uniti, Annapolis, Maryland, prima di riceverla Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale del Florida Institute of Technology di Melbourne. In totale, ha accumulato oltre 3.000 ore di volo su oltre 30 aerei diversi.

Il programma Commercial Group della NASA, in collaborazione con l’industria privata americana, ha raggiunto l’obiettivo di un trasporto sicuro, affidabile ed economico dagli Stati Uniti alla Stazione Spaziale Internazionale. Questa partnership sta cambiando il corso della storia del volo spaziale umano aprendo l’accesso all’orbita terrestre bassa e alla stazione spaziale a più persone, scienza e opportunità commerciali. La stazione spaziale sta alimentando il prossimo grande passo della NASA nell’esplorazione spaziale, comprese le future missioni sulla Luna sotto Artemis e infine su Marte.

Ulteriori informazioni sul programma Business Team della NASA:

https://www.nasa.gov/commercialcrew

-FINE-

Josh Finch/Jimmy Russell/Claire O’Shea
Sede centrale, Washington
202-358-1100
joshua.a.finch@nasa.gov / james.j.russell@nasa.gov / claire.a.o’shea@nasa.gov

Steven Siseloff/Daniel Sempsrad/Stephanie Pluczynski
Centro Spaziale Kennedy, Florida
321-867-2468
steven.p.sicoff@nasa.gov / danielle.c.sempsrott@nasa.gov / stephanie.n.plucinsky@nasa.gov

Leah Cheshire
Johnson Space Center, Houston
281-483-5111
leah.d.cheshier@nasa.gov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *