Decine di migliaia di persone hanno manifestato ad Amburgo contro l’estrema destra tedesca

Decine di migliaia di persone si sono riunite venerdì ad Amburgo per protestare contro l’estrema destra, e gli organizzatori hanno affermato che la protesta si è conclusa prematuramente dopo che la folla ha ceduto alle preoccupazioni per la sicurezza.

BERLINO – Decine di migliaia di persone si sono radunate venerdì ad Amburgo per una manifestazione contro l’estrema destra e gli organizzatori hanno affermato che la protesta è finita presto per motivi di sicurezza.

L’evento nella seconda città più grande della Germania sembra essere il più grande di una serie crescente di proteste della scorsa settimana. Fanno seguito alle notizie secondo cui i militanti si sono recentemente incontrati per discutere della deportazione di milioni di migranti, compresi alcuni con cittadinanza tedesca.

La settimana scorsa il notiziario Corrective ha riferito di un presunto incontro di estrema destra a novembre a cui avrebbero partecipato esponenti del Movimento estremista Identità e dell’Alternativa di estrema destra per la Germania, o AfD. Un membro di spicco del movimento identitario, il cittadino austriaco Martin Zellner, ha presentato la sua visione della deportazione in termini di “immigrazione”.

Alcune manifestazioni nelle città della Germania, inclusa quella di martedì a Colonia, hanno già attirato più partecipanti del previsto.

Ad Amburgo, circa 50.000 persone si sono radunate venerdì pomeriggio sul lungolago, mentre gli organizzatori stimano che il numero sia di 80.000, con molti impossibilitati ad entrare, ha riferito l’agenzia di stampa tedesca DPA.

Uno degli organizzatori, Qasim Abasi del gruppo Unternehmer ohne Grenzen (Imprenditori senza frontiere), ha affermato che i vigili del fuoco non sono riusciti a farsi largo tra la folla, adducendo motivi di sicurezza.

READ  Playoff NBA: i Celtics vincono per 4 partite sugli Heat, perdono Kristaps Porzingis per infortunio al polpaccio

“Il messaggio per l’AfD e le sue reti di destra è: siamo la maggioranza, siamo forti perché siamo uniti e siamo determinati a non lasciare che il nostro Paese e la nostra democrazia vengano distrutti per la seconda volta dal 1945”, la sconfitta della Germania nazista, ha raccontato alla folla il sindaco di Amburgo Peter Tzentscher.

L’AfD ha cercato di prendere le distanze dal raduno estremista, affermando di non avere legami organizzativi o finanziari con l’evento e di non essere responsabile di ciò che è stato discusso lì, affermando che i membri che hanno partecipato lo hanno fatto a titolo puramente personale. Tuttavia, uno dei co-leader dell’AfD si è separato da un consigliere locale, negando al tempo stesso la notizia.

I sondaggi d’opinione nazionali mostrano attualmente l’AfD al secondo posto dietro la principale coalizione di opposizione di centrodestra e davanti ai partiti del governo impopolare.

Nel fine settimana sono previste altre manifestazioni contro l’estrema destra nelle città tedesche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *