Cosa è successo il 108° giorno di guerra in Ucraina

Evgeny Schmilk torna al lavoro domenica. Per farcela, ha tirato fuori la familiare “M” dalla maglietta del suo McDonald’s e ha coperto la “M” della sua giacca del McDonald’s con la toppa della bandiera russa.

Il signor che effettua la manutenzione dell’attrezzatura in un ristorante a Mosca. Schmilkin ha promesso: “Saranno gli stessi panini”. “Con un nome diverso.”

I ristoranti McDonald’s in Russia riaprono questo fine settimana, ma senza l’Arco d’Oro. Dopo l’American Fast Food Company Tirato fuori questa primavera Il presidente Vladimir V sull’Ucraina. Per protestare contro l’invasione di Putin, il boss petrolifero siberiano ha acquistato i suoi 840 negozi russi. Ha detto che poiché quasi tutti gli ingredienti provenivano dall’interno del paese, i ristoranti potrebbero continuare a servire lo stesso cibo.

La scommessa potrebbe funzionare, sottolineando il sorprendente rallentamento dell’economia russa di fronte a una delle sanzioni più gravi mai imposte dall’Occidente. Tre mesi e mezzo alla guerra, sanzioni – e Il diluvio delle aziende occidentali Ha lasciato volontariamente la Russia – non riuscendo a smantellare completamente l’economia o Mr. Ha causato l’opposizione popolare a Putin.

Russia, sig. I 22 anni di Putin al potere sono stati spesi per integrarsi nell’economia mondiale. Non è facile sbrogliare rapporti d’affari così grandi e intrecciati.

Naturalmente, gli effetti delle sanzioni saranno più profondi e più ampi ei suoi effetti cominceranno a emergere. Il tenore di vita in Russia è già in declino, affermano economisti e commercianti, e la situazione peggiorerà man mano che le scorte di importazione diminuiranno e più aziende annunceranno licenziamenti.

Alcuni degli sforzi della Russia potrebbero essere inferiori agli standard occidentali. Il primo modello post-barriera di Lada Granta – una berlina russa coprodotta dalla casa automobilistica francese Renault questa primavera – è stato lanciato mercoledì lungo una catena di montaggio in uno stabilimento vicino al Volga, senza airbag e senza moderni controlli dell’inquinamento. O freni antibloccaggio.

debito…Maxim Shipenkov / EPA, tramite Shutterstock

Ma la recessione economica non è stata così rapida come speravano alcuni esperti dopo l’invasione del 24 febbraio. L’inflazione è ancora alta, al 17% su base annua, ma è scesa da un massimo di 20 anni ad aprile. Una misura meticolosamente osservata delle prestazioni di fabbrica, l’indice S&P Global Purchasing Managers, Mostrato La produzione russa è aumentata a maggio per la prima volta dalla guerra.

Dietro le notizie positive, il sig. Importante tra questi: l’aumento dei prezzi dell’energia, pur consentendo al Cremlino di finanziare la guerra, aumenta le pensioni e gli stipendi per placare i russi comuni. Le entrate petrolifere del Paese Sono finiti 50 per cento quest’anno.

READ  AV lancia il 3° razzo in 36 ore, record di triplette di SpaceX

Inoltre, Lavoro efficiente della Banca Centrale Dopo l’invasione ci fu il panico sui mercati finanziari e il rublo contribuì a riprendersi dal suo declino iniziale. Gli scaffali dei negozi sono, per la maggior parte, stoccati a causa del gran numero di scorte e di rotte di importazione alternative stabilite attraverso paesi come Turchia e Kazakistan e dei bassi acquisti da parte dei consumatori russi.

Anche la nuova Lada Granda è molto più bassa di quanto il pubblico si aspettasse: nonostante la mancanza di componenti estranei, è dotata comunque di servosterzo e alzacristalli elettrici.

“Non tutto è così male come previsto”, ha detto un sito web automobilistico russo Annunciato.

Rafforzando la sua storia secondo cui la sopravvivenza dell’economia russa, la Russia resisterà alla determinazione dell’Occidente di distruggerla. Giovedì ha incontrato giovani imprenditori in stile municipio, il suo ultimo tentativo di tenerli interessati a come funziona l’economia e muove il commercio estero, anche mentre è in guerra. Ha sottolineato che mentre l’Occidente non commercia con la Russia, altre parti del mondo lo fanno.

debito…Foto della piscina di Michael Mitzel

“Non avremo un’economia chiusa”, ha detto. Putin ha chiesto a una donna le conseguenze delle sanzioni. “Se qualcuno cerca di controllarci in qualcosa, controlla se stesso.”

Per i ricchi, i beni di lusso e gli iPhone sono ancora ampiamente disponibili, ma quelli più costosi vengono spediti dal Medio Oriente e dall’Asia centrale alla Russia. I poveri sono stati duramente colpiti dall’aumento dei prezzi, ma il mese scorso Mr. Beneficeranno delle pensioni annunciate da Putin e dell’aumento del 10 per cento del salario minimo.

I più colpiti dalla crisi economica sono i ceti medi urbani. I beni ei servizi esteri stanno diventando sempre più difficili da trovare, i datori di lavoro occidentali se ne vanno e viaggiare all’estero diventa sempre più difficile e costoso.

Ma Natalia V., esperta di geografia sociale e politica all’Università statale di Mosca. Zubarevich osserva che molti russi della classe media non hanno altra scelta che adattarsi a un tenore di vita più basso: almeno la metà della classe media russa, stima, lavora per imprese statali o statali.

“Le sanzioni non fermeranno la guerra”, ha detto la signora Zubarevich in un’intervista telefonica. “Il pubblico russo lo tollererà e lo cambierà, perché capisce che non c’è modo di influenzare lo stato”.

READ  Terremoto nell'Afghanistan orientale: si teme che vengano uccise fino a 280 persone

Chris Weifer, un importante consulente economico che si è concentrato per molto tempo sulla Russia, la scorsa settimana ha rilasciato una nota ai suoi clienti dicendo: “Alcune delle nostre precedenti ipotesi sono sbagliate”. La nota affermava che l’inflazione e la contrazione dell’economia erano diventate meno gravi del previsto. La sua azienda, Macro-Advisory Eurasia Strategic Consulting, ha rivisto le sue previsioni per mostrare un leggero calo del PIL quest’anno – 5,8% su 7% – e prevede una recessione prolungata l’anno prossimo.

In un’intervista telefonica il sig. Weifer ha descritto il futuro economico della Russia come “più lento, più fragile”, redditi più bassi, ma esistono ancora beni e servizi di base. Una grande azienda produttrice di succhi, per esempio, Messo in guardia I clienti affermano che tutte le sue scatole diventeranno presto bianche a causa della carenza di inchiostro importato.

debito…Natalia Kolsnikova / Agenzie France-Press – Getty Images

“L’economia si sta ora spostando quasi verso una stagnazione, dove può evitare una recessione”, ha affermato. “Questa è una fase molto basilare dell’esistenza economica, che la Russia potrebbe continuare per qualche tempo”.

Venerdì, quando l’inflazione si è stabilizzata, la banca centrale russa ha ridotto il tasso di interesse di riferimento al 9,5%, il livello pre-invasione. Il 28 febbraio la banca l’ha aumentata al 20 per cento per alleviare la crisi finanziaria. Il rublo è attualmente scambiato ai massimi da quattro anni, dopo essere sceso di valore nei giorni successivi all’invasione.

Una delle ragioni della forza imprevedibile del rublo è la crescente domanda globale di energia dalla peste. Nel solo mese di giugno, il governo russo prevede un flusso d’aria di oltre 6 miliardi di dollari a causa dei prezzi dell’energia più elevati del previsto, il ministero delle Finanze Disse La settimana scorsa.

Allo stesso tempo, i consumatori russi stanno spendendo meno e stanno dando alle aziende russe il tempo di accelerare il rublo e aprire nuove rotte di importazione.

Tuttavia, i funzionari russi riconoscono che tempi più difficili devono ancora venire per l’economia. Il capo della banca centrale, Elvira Nabiullina, ha dichiarato venerdì che “l’impatto delle sanzioni non è stato così grave come inizialmente temevamo”, aggiungendo che “sarebbe troppo presto per dire che è emerso il pieno effetto delle sanzioni” .

READ  Belmont Stakes 2022 Pronostici, migliori scommesse: scelte esperte per vittoria, luogo, evento, Exacta, Trifecta, Superfecta

Ad esempio, non è chiaro come le aziende russe possano ottenere microchip utilizzati in una varietà di prodotti. Signor con uomini d’affari. All’incontro di Putin, uno sviluppatore si è detto “molto preoccupato per la nostra microelettronica”.

Sig. Putin: “Anche io. onesto”

debito…Maxim Shemetov / Reuters

I legami che hanno legato l’economia russa all’Occidente sono stati disfunzionali per decenni, a volte più di un secolo. Aeroflot, la compagnia di bandiera, ha acquisito i nuovi jet Boeing e Airbus e si è progettato come un comodo aereo da trasporto per le persone che viaggiano tra l’Europa e l’Asia. Negli Urali, una fabbrica ha collaborato con il produttore tedesco Siemens per produrre treni moderni per sostituire l’arrugginito stock sovietico.

Vietando l’uso dello spazio aereo europeo, Aeroflot si sta ora concentrando sulle rotte nazionali e sta lavorando per passare agli aerei russi, cosa che va avanti da anni. Siemens, che ha creato linee telegrafiche in tutto l’impero russo nel 1850 e ha contribuito a portare il paese nell’era industriale, ha annunciato il suo ritiro dalla Russia il mese scorso.

“Le sanzioni stanno soffocando l’economia e non accadrà tutte in una volta”, ha affermato Ivan Fedikov, che gestisce Infoline, una società di consulenza di mercato russa, che fornisce consulenza alle aziende su come sopravvivere alle attuali restrizioni. “Siamo solo dal 10 al 15 percento consapevoli del loro effetto”.

Ma quando si tratta di cibo, almeno, la Russia è ancora pronta. Quando McDonald’s ha aperto in Unione Sovietica nel 1990, gli americani hanno dovuto portare tutto. Le patate sovietiche erano troppo piccole per essere fritte, quindi dovettero comprare i propri semi di patate a rosetta; Le mele sovietiche non funzionavano per la borsa, quindi l’azienda le ha importate dalla Bulgaria.

debito…Via Reuters

Ma quando McDonald ha lasciato quest’anno, i suoi negozi russi stavano ricevendo quasi tutti i loro prodotti da fornitori russi. Quindi, quando McDonald’s, Impiegava 62.000 lavoratori in RussiaA marzo, Alexander Kovor, uno dei suoi proprietari siberiani, ha annunciato che avrebbe sospeso le attività perché non poteva “aprire i suoi 25 ristoranti” perché “non poteva ignorare l’inutile sofferenza umana in Ucraina”. Il mese scorso, ha acquistato l’intera attività russa di McDonald’s per un importo non divulgato.

Domenica – Festa della Russia, festa patriottica – riapre 15 negozi in piazza Pushkin a Mosca, tra cui l’ex capo McDonald’s, nel 1990. Migliaia di sovietici si schierarono popolarmente Per un assaggio di Occidente. La catena opererà con un nuovo marchio che non è stato ancora rilasciato, sebbene sia stato rilasciato un nuovo logo, che si dice rappresenti un hamburger e patatine fritte.

Secondo un menu, gli hash brown hanno il nome russo trapelato Per un tabloid russo. Inoltre, poiché la salsa segreta è proprietaria, non verrà offerto alcun Big Mac.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.