Boeing ha interrotto le consegne di circa 737 MAX a causa di una nuova crisi dei fornitori

WASHINGTON, 13 aprile (Reuters) – Boeing (BA.N) ha interrotto le consegne di circa 737 MAX a causa di problemi di qualità con un nuovo fornitore, Spirit Aerosystems (SPR.N), che potrebbe estendersi fino al 2019, ha affermato il produttore di aerei statunitense . Giovedì.

Il problema riguarderà un numero “significativo” di aeromobili 737 MAX non consegnati in produzione e stoccaggio e potrebbe comportare presto una riduzione delle consegne di 737 MAX, ha affermato la società.

Le azioni Boeing sono scese del 5,3% e Spirit Aerosystems è sceso dell’11,8% nelle negoziazioni fuori orario dopo l’annuncio.

Il problema, che interessa una parte della famiglia di velivoli 737 MAX, inclusi i velivoli MAX 7, MAX 8 e MAX 8200 basati sul 737 NG e il velivolo di sorveglianza marittima P-8 Poseidon, non è un problema di sicurezza del velivolo. E gli aerei in servizio possono continuare a operare, ha affermato Boeing.

La Federal Aviation Administration ha affermato di aver “verificato” la valutazione di Boeing secondo cui non vi erano problemi di sicurezza immediati “sulla base di fatti e dati forniti da Boeing” e che l’agenzia avrebbe valutato tutti gli aeromobili interessati prima della consegna.

Si è verificato un problema con l’installazione dei due raccordi che collegano la coda verticale dello Spirit, che non erano correttamente fissati alla struttura prima della spedizione a Boeing. Alcune versioni del velivolo, come il MAX 9, utilizzano raccordi di fornitori diversi e sono installate correttamente.

Un aereo Boeing 737 Max al Farnborough International Airshow il 20 luglio 2022 a Farnborough, in Gran Bretagna. REUTERS/Peter Cziborra

Boeing è stata ufficialmente informata del problema da Spirit mercoledì, anche se si ritiene che il problema risalga al 2019 e la compagnia stia ancora determinando quanti aerei potrebbero essere interessati, ha affermato Boeing.

READ  I Rangers affrontano i D-Backs per il primo titolo di World Series del franchise

Boeing ha rifiutato di commentare se il problema potrebbe costringerla a ridimensionare i piani per aumentare la produzione del 737 quest’anno mentre corre per consegnare almeno 400 MAX entro il 2023. Aumenta i tassi di produzione MAX mensili dal 31 al 38 entro giugno.

“Abbiamo notificato il problema alla FAA e stiamo lavorando per condurre ulteriori ispezioni e sostituire i raccordi non conformi ove necessario”, ha affermato Boeing. “Siamo dispiaciuti per l’impatto che questo problema sta avendo sui clienti interessati e siamo in contatto con loro per quanto riguarda il loro programma di consegna”.

United Airlines (UAL.O) ha dichiarato giovedì in ritardo dopo le discussioni con Boeing che “in questo momento non prevediamo un impatto significativo sui nostri piani di capacità quest’estate o più avanti nel corso dell’anno”.

Spirit ha detto che sta conducendo ispezioni e riparazioni per gli scafi interessati. È probabile che la FAA emetta un ordine radicale che impone un sistema di ispezione e riparazione, hanno detto i funzionari.

La FAA ha esaminato attentamente Boeing da due incidenti aerei mortali nel 2018 e nel 2019. La FAA continua a ispezionare ogni 737 MAX e 787 prima di emettere un certificato di aeronavigabilità e consentire loro di prendere in consegna. Generalmente la FAA delega l’autorità di emissione dei biglietti aerei al produttore.

Segnalazione di Valerie Incina Montaggio di Chris Reese

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *