Apple ha fatto causa in un importante caso di monopolio dell’iPhone


Washington
CNN

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e una dozzina di stati Blockbuster ha intentato una causa antitrust contro Apple Giovedì il colosso ha accusato l’azienda di monopolizzare illegalmente il mercato degli smartphone. È la più grande di una recente serie di grandi aziende tecnologiche ad affrontare denunce antitrust da parte del governo degli Stati Uniti, che ha represso un settore enorme che è stato in gran parte non regolamentato per decenni.

“Apple addebita circa 1.600 dollari per iPhone, ma come sostiene la nostra denuncia, Apple ha mantenuto il monopolio nel mercato degli smartphone non superando la concorrenza nel merito, ma violando la legge antitrust federale”, ha affermato il procuratore generale Merrick. Garland in una conferenza stampa in cui ha annunciato la causa, che è stata depositata presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto del New Jersey.

“I consumatori non dovrebbero pagare di più perché le aziende infrangono la legge”, ha aggiunto.

Il caso tanto atteso arriverà Dopo anni di accuse I critici affermano che Apple ha danneggiato la concorrenza con normative restrittive sugli app store, tariffe elevate e un approccio “walled garden” al suo hardware e software: è noto che Apple rende la sua tecnologia facile da usare, ma controllandola strettamente – e in alcuni casi riuscendoci. , controllo: come le società terze possono interagire con i prodotti e i servizi del colosso tecnologico. In alcuni casi, Apple può offrire un accesso e funzionalità migliori ai propri prodotti rispetto ai suoi concorrenti. La società ha detto che nega le accuse della causa e le combatterà.

“Apple mina applicazioni, prodotti e servizi che altrimenti ridurrebbero la fiducia degli utenti nell’iPhone”, ha affermato il Dipartimento di Giustizia in un comunicato stampa. “Apple usa il suo potere monopolistico per estrarre più denaro da consumatori, sviluppatori, creatori di contenuti, artisti, editori, piccole imprese e commercianti.”

Ad esempio, l’iPhone di Apple consente ai clienti di scambiarsi foto e video di alta qualità senza problemi, ma i testi multimediali per i telefoni Android sono lenti e granulosi. Alla fine dell’anno scorso, la società ha accettato di migliorare lo standard utilizzato per comunicare con i telefoni Android tramite messaggi di testo.

L’azienda offre ai propri prodotti la possibilità di accedere a parti del proprio hardware che impedisce ad altre società di utilizzare. Sebbene i prodotti della concorrenza siano ben al di sotto delle loro capacità, rivela un’esperienza quasi magica di come gli iPhone interagiscono con gli AirTag.

READ  I repubblicani detengono la maggioranza alla Camera degli Stati Uniti e il Senato è ancora in palio

“Apple crea barriere che rendono molto difficile e costoso sia per gli utenti che per gli sviluppatori provare a uscire dall’ecosistema Apple,” ha detto Garland giovedì.

Quest’anno, Le normative europee hanno costretto Apple a farlo Altre aziende hanno accesso al chip hardware tap-to-pay dell’iPhone, consentendo loro di creare portafogli digitali concorrenti. Ma queste regole valgono solo per l’Unione Europea.

Apple mantiene una commissione del 30% sulle vendite più elevate tramite il suo App Store: una lamentela frequente da parte delle aziende che cercano di vendere abbonamenti, suggerita dall’enorme quota di Apple nel mercato degli smartphone, che secondo loro è una commissione inutilmente alta.

“Crediamo che questa causa sia sbagliata sia in fatto che in diritto, e ci difenderemo vigorosamente”, ha affermato Apple in una nota.

Giovedì una causa sostiene che Apple ha monopolizzato illegalmente i mercati degli smartphone utilizzando una complessa rete di termini contrattuali che danneggiano tutto, dagli SMS ai pagamenti mobili. Tra le altre cose, sostiene il Dipartimento di Giustizia, Apple ha utilizzato il suo controllo su iOS, la piattaforma iPhone, per bloccare al pubblico nuove app innovative e servizi di streaming cloud; Riduce il modo in cui i messaggi Android appaiono sugli iPhone; Gli smartwatch concorrenti limitavano il modo in cui potevano funzionare con gli iPhone; e ostacolato soluzioni di pagamento competitive.

“Bloccando queste tecnologie e altro ancora, Apple sta rafforzando il fossato attorno al monopolio degli smartphone, non rendendo i suoi prodotti più attraenti per gli utenti, ma scoraggiando l’innovazione che minaccia il monopolio degli smartphone di Apple”, si legge nella denuncia di giovedì.

Apple, in una nota, ha affermato che il caso costituirebbe un “pericoloso precedente” e ostacolerebbe la sua capacità di creare la tecnologia convincente e di facile utilizzo che ha reso l’azienda una delle aziende più preziose al mondo.

“In Apple, innoviamo ogni giorno per creare la tecnologia che le persone amano, progettando prodotti che funzionano perfettamente insieme, proteggendo la privacy e la sicurezza delle persone e creando un’esperienza magica per i nostri utenti”, ha affermato l’azienda in una nota. “Questa causa minaccia chi siamo e i principi che differenziano i prodotti Apple in mercati fortemente competitivi.”

Per anni Apple ha respinto sfide legali e critiche secondo cui le sue pratiche sarebbero anticoncorrenziali. La sua eccellente reputazione da parte dei consumatori, le pubbliche relazioni disciplinate e la strategia legale riflettono la precisione con cui Apple produce e supervisiona i suoi prodotti.

READ  Un aereo di sorveglianza della Marina è scivolato dal fondale marino alle Hawaii ed è finito nel Golfo

Ma il caso storico del Dipartimento di Giustizia mette in discussione le pratiche più ampie di Apple.

Il caso rappresenta l’ultimo tentativo dell’amministrazione Biden di ritenere un’importante azienda tecnologica responsabile ai sensi della legge antitrust statunitense. Apple è l’unica grande azienda tecnologica che il governo federale deve ancora denunciare per violazioni antitrust.

Chiamato Mela Un resoconto di casa spaziosa Nel 2020, il produttore di iPhone ha scoperto che Meta, insieme a Google e Amazon, deteneva il “potere monopolistico”.

L’azione legale potrebbe svalutare le azioni di Apple a meno di 3 trilioni di dollari ora e forzare cambiamenti da parte del colosso tecnologico nelle politiche, nelle strategie aziendali, nei prodotti e nelle app. Anche la cessione di alcuni asset non è fuori discussione per Apple, il colosso tecnologico fondato da Steve Jobs negli anni ’70.

mela (APLGiovedì il titolo è sceso del 3%. Il caso era molto atteso.

Insieme a un paio di casi antitrust contro Google, il caso del Dipartimento di Giustizia contro Apple diventerà un simbolo dell’impegno dell’amministrazione Biden nel ridurre la concorrenza e i prezzi. Sarà anche una prova di quanto i tribunali siano disposti a spingersi nell’applicazione della legge antitrust vecchia di decenni alla moderna economia digitale.

Il caso Apple potrebbe essere uno dei casi più seguiti portati da Jonathan Contor, il principale funzionario antitrust del Dipartimento di Giustizia di Biden. Kanter, che nella pratica privata ha rappresentato i rivali di Google, tra cui Microsoft e Yelp, è visto come parte di una nuova generazione di regolatori.

Unendosi a Lina Kahn alla Federal Trade Commission, Kanter ha sostenuto che l’America ha consentito decenni di consolidamento aziendale e pratiche anticoncorrenziali.

Per risolvere il problema della “bolla verde” degli utenti di telefoni Android, Apple ha rapidamente chiuso un’app chiamata Beeper Mini per aiutare gli utenti Android a inviare messaggi agli utenti iPhone senza tali limitazioni.

“È andato avanti per un totale di tre giorni e Apple ha iniziato ad attaccarci”, ha detto Mikikowski. “Tecnicamente, hanno lavorato molto duramente per penalizzare gli utenti di Beeper Mini mettendoli offline o rendendoli gradualmente inaffidabili.”

Questo tipo di interazioni hanno reso l’App Store di Apple il centro delle denunce antitrust.

A partire dal 2020, Apple ha avuto difficoltà Una battaglia pubblica in tribunale contro Epic GamesIl creatore del videogioco “Fortnite”.

Apple non ha un monopolio illegale nella distribuzione delle applicazioni iOS; Lo hanno deciso i tribunali federali Se è così, ciò evidenzia la difficoltà che Apple deve affrontare nel ridurre le accuse antitrust federali. Tuttavia, Apple è stata multata per aver violato la legge sulla concorrenza della California Ha cambiato alcune delle pratiche dell’app store In risposta ad un’ordinanza del tribunale.

READ  Il CDC pubblica un avviso sanitario sulla pandemia di influenza aviaria

Tali sentenze evidenziano le sfide future per la magistratura, che secondo gli esperti legali deve elaborare una forte teoria legale su come Apple ha danneggiato la concorrenza. Il Dipartimento di Giustizia deve dimostrare che i vantaggi offerti da Apple ai consumatori non superano le sue violazioni antitrust.

Il governo degli Stati Uniti non è l’unico a fare pressioni su Apple affinché cambi le sue pratiche commerciali. A marzo è entrata in vigore una nuova legge dell’UE che costringe Apple ad apportare modifiche significative.

In una mossa sismica per conformarsi al Digital Markets Act (DMA) dell’Unione Europea, Apple ha affermato che per la prima volta consentirà agli utenti dei gruppi commerciali di scaricare app da app store di terze parti.

Ma i critici, inclusa Epic, stanno già accusando Apple di violare la legge dell’UE. Poco prima dell’entrata in vigore della DMA, Epic ha presentato una denuncia alle autorità garanti della concorrenza affermando che Apple aveva bloccato il lancio del proprio app store su iOS. La Commissione europea sta indagando.

Fin dai suoi albori, Apple ha perseguito la reputazione di marchio d’élite e di alto design. Differenzia i suoi prodotti da concorrenti come Microsoft e Google concentrandosi sull’esperienza utente premium e sull’estetica del design. Questo approccio limitato ha funzionato per anni, fino a quando un’ondata di lamentele da parte di sviluppatori di app e consumatori ha attirato maggiore attenzione sui potenziali difetti nel controllo di Apple.

Nell’era guidata dal fondatore Steve Jobs, “Apple era un fenomeno culturale che contrapponeva le ali ai sandali; gli abiti alle magliette”, ha affermato James Bailey, professore di sviluppo della leadership presso la George Washington University School of Business. “Apple innovava incessantemente. Era sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Per ora, tuttavia, i progressi di Apple sono “in aumento” anziché sconvolgenti, ha aggiunto Bailey. “[CEO Tim] Cook si concentra sulla gestione finanziaria e sull’espansione della quota di mercato.

“Apple è finanziariamente sana”, ha detto Bailey, ma la sua reputazione di innovazione è “offuscata”.

Questa è una storia in via di sviluppo e verrà aggiornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *