Aguilar ha sconfitto l’incumbent Marchand nella corsa per supervisionare il voto del Nevada

Commento

Il democratico Cisco Aguilar dovrebbe vincere il posto di segretario di stato del Nevada, sconfiggendo il candidato repubblicano Jim Marchant, che ha cercato di supervisionare le elezioni del Nevada negando i primi risultati del 2020.

È stata l’ultima battuta d’arresto per i candidati del GOP che hanno condotto una campagna sulla falsa affermazione dell’ex presidente Donald Trump secondo cui le elezioni del 2020 erano state rubate e che avrebbe avuto il controllo del sistema di voto nel 2024. Uno stato campo di battaglia del 2024 in cui l’attuale segretario di stato, un repubblicano, ha difeso l’integrità del processo di voto in mezzo a un assalto di affermazioni infondate.

Aguilar, che presiede il consiglio di amministrazione di una scuola a North Las Vegas, ha condotto una campagna per rendere il voto più accessibile e ha affermato che “proteggerà la nostra democrazia”.

Marchant è uno dei numerosi candidati al rifiuto delle elezioni in tutto il paese che sono stati nominati per la carica di Segretario di Stato quest’anno. In Michigan, la candidata del GOP Christina Karamo – che ha promosso false affermazioni sulle elezioni del 2020 – ha perso di 14 punti. In Arizona, il legislatore statale repubblicano Mark Finchem – che voleva verificare il voto del 2020 e ha cercato di vietare le macchine per il voto – venerdì Previsto di perdere al democratico Adrian Fontes.

Seguendo le elezioni del 2020, gli oppositori vincono e perdono a metà mandato

Hanno vinto diversi candidati che hanno accettato le false affermazioni elettorali di Trump. Secondo il Washington Post, la maggioranza dei candidati del GOP alla Camera, al Senato e agli uffici chiave in tutto lo stato quest’anno – 291 in tutto – ha negato o messo in dubbio l’esito delle elezioni presidenziali del 2020. rilevato. A partire da venerdì, la maggior parte di loro lo aveva fatto Previsto per vincere.

READ  Almeno 12 persone sono state uccise mentre l'assedio di un hotel in Somalia entra nel suo secondo giorno

Gli strateghi di entrambi i partiti credevano che un buon anno per i repubblicani potesse spingere alla vittoria anche candidati radicali come Marchant. Ma mentre i democratici diventano sempre più fiduciosi sull’esito complessivo dei termini intermedi, le speranze repubblicane di una marea rossa non si sono realizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.