SpaceX Steamroller cambia marcia quest’anno – Ars Technica

Ingrandire / Una missione Starlink è stata lanciata venerdì dalla Vandenberg Space Force Base su un razzo Falcon 9.

SpaceX

SpaceX potrebbe essere riuscita a rendere noiosi i lanci orbitali? Sempre più spesso appare la risposta a questa domanda .

Venerdì, la società con sede in California ha lanciato due razzi Falcon 9 a meno di quattro ore di distanza. Alle 12:26 ora locale, un razzo Falcon 9 è decollato dai 52 satelliti Starlink di SpaceX nell’orbita terrestre bassa dalla rampa di lancio della Vandenberg Space Force Base in California. Solo 4 ore e 12 minuti dopo, un altro razzo Falcon 9 ha lanciato due grandi satelliti per comunicazioni in orbita di trasferimento geostazionario dal Kennedy Space Center alla società satellitare lussemburghese SES.

Questo ha battuto il record di SpaceX. Tuttavia, il record complessivo per il tempo più breve tra due lanci dello stesso razzo appartiene ancora al veicolo Soyuz di costruzione russa. Nel giugno 2013, Roscosmos ha lanciato un booster Soyuz dal Kazakistan e Arianespace ha lanciato una Soyuz dalla Guyana francese meno di due ore dopo. Tuttavia, quei lanci sono stati condotti da due agenzie spaziali separate, in continenti separati.

Aumentare la velocità

Il lancio di venerdì dei due satelliti SES è stata, nel complesso, la 19a missione orbitale di SpaceX per l’anno solare. Ad oggi, la società lancia un razzo Falcon ogni 4,1 giorni ed è in procinto di lanciare circa 90 razzi entro la fine del 2023.

Per mettere questo in prospettiva, un decennio fa, gli Stati Uniti lanciavano una media di 15-20 razzi orbitali all’anno. Nel 2022, gli Stati Uniti hanno registrato il maggior numero di lanci di qualsiasi anno solare con 78 voli orbitali. Quest’anno, salvo un catastrofico incidente con il booster Falcon 9, quel numero potrebbe facilmente raggiungere la tripla cifra. Il record assoluto di lanci orbitali in un solo anno è di 101 nel 1982 da parte dell’Unione Sovietica.

READ  Classifica del torneo commemorativo 2022: aggiornamenti in tempo reale, copertura completa, risultati del terzo round del golf sabato.

Un decennio fa, SpaceX era ancora una startup nel settore dell’editoria globale. Nel 2013, il Falcon 9 è diventato il primo razzo lanciato tre volte nello stesso anno. È stato davvero un risultato piuttosto monumentale per l’azienda in quanto ha lanciato sia il suo secondo trampolino di lancio presso la base aerea di Vandenberg sia l’1.1, una variante significativamente migliorata del razzo Falcon 9. Ha volato per la prima volta in missioni commerciali e ha iniziato a sperimentare atterraggi dal mare.

In quell’ambiente competitivo di un decennio fa, SpaceX era ancora in ritardo rispetto ai suoi principali rivali Roscosmos, Arianespace con sede in Europa e United Launch Alliance con sede negli Stati Uniti. Quest’anno quel numero è aumentato vertiginosamente. Ad oggi la Russia ha lanciato tre razzi, due Soyuz e un Proton, nel 2023. ArianeSpace deve ancora lanciare una missione, e nemmeno United Launch Alliance.

Niente più concorrenza

In altre parole, i principali rivali di SpaceX hanno lanciato tre razzi quest’anno nell’ultimo decennio. SpaceX, al confronto, ha lanciato tre razzi in tre giorni, inclusa la missione CRS-27 che è volata alla NASA la sera del 14 marzo. Sempre più spesso, SpaceX sarà sfidato solo dagli sforzi combinati del governo cinese e della sua nascente industria dei lanci commerciali. dominante. Il paese ha un totale di 11 lanci orbitali quest’anno.

Il fondatore di SpaceX Elon Musk ha affermato nell’industria missilistica che vuole che un giorno i razzi raggiungano funzioni simili al volo. La sua compagnia non è ancora arrivata, poiché ci vogliono due settimane per atterrare, aggiornare e riavviare il primo stadio del Falcon 9. Ogni missione richiede ancora una secondaria nuova di zecca. I tempi di consegna più rapidi nei suoi tre siti di lancio, Cape Canaveral e Kennedy Space Center in Florida e Vandenberg in California, sono circa una settimana in più in ciascuna struttura.

READ  Il Michigan assume Sharon Moore per sostituire Jim Harbaugh

Ma hanno sicuramente fatto molta strada in un decennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *