La tempesta subtropicale Nicole Forms, potrebbe avvicinarsi alla Florida vicino alla forza dell’uragano – Orlando Sentinel

La tempesta subtropicale Nicole si è formata nell’Oceano Atlantico lunedì mattina e potrebbe portare terra vicino alla costa orientale della Florida entro mercoledì sera, ha affermato il National Hurricane Center.

A partire dalle 8:00, il sistema si trovava a 520 miglia a est delle Bahamas nord-occidentali, con venti massimi sostenuti di 45 mph in movimento da nord-nordovest a 14 mph. Si prevede che rallenti il ​​suo slancio in avanti alla fine di lunedì e inizi una spinta ovest-ovest-sudovest da martedì a giovedì.

“Secondo le previsioni, il centro di Nicole si avvicinerà alle Bahamas nord-occidentali martedì, si sposterà vicino o sopra quelle isole mercoledì e si avvicinerà alla costa orientale della Florida entro mercoledì sera”, ha affermato Robbie Berg, specialista senior per gli uragani dell’NHC.

Sebbene ora classificato come subtropicale con un massiccio sistema aereo con venti fino a 275 mph a 40 mph, le previsioni prevedono che passerà a un sistema tropicale con un occhio più definito con alte velocità del vento intorno all’occhio al centro della sua circolazione. Due o tre giorni, disse Berg.

“Non è escluso che Nicole raggiunga la forza dell’uragano, soprattutto considerando quanto sono calde le acque vicino alle Bahamas”, ha detto Berg. “Tuttavia, indipendentemente dall’intensità finale di Nicole, va sottolineato che le grandi dimensioni della tempesta avranno impatti significativi di vento, mareggiate e precipitazioni sulle Bahamas nord-occidentali, in Florida e su gran parte della costa sud-orientale degli Stati Uniti. Gran parte del prossimo settimana.”

Il cono di previsione a cinque giorni ha una traccia di consenso di 70 mph di venti e 85 mph vicino alla costa della Florida alle 2 del mattino di giovedì. La sua pista potrebbe approdare da qualche parte tra West Palm Beach e la contea di Brevard, quindi viaggiare a nord-ovest attraverso lo stato centrato da qualche parte tra Orlando e Lakeland entro la metà di giovedì, quindi spostarsi a nord-est e dirigersi a sud venerdì. a noi

READ  Dow, S&P 500 rimbalza dopo aver chiuso al livello più basso dal 2020, i futures Dow salgono di 300 punti

L’NHC definisce un ciclone subtropicale simile a un sistema tropicale, ovvero un sistema a bassa pressione con una circolazione d’aria superficiale chiusa attorno a un centro ben definito con una certa convezione profonda. Ma i suoi venti sono diffusi in lungo e in largo con meno simmetria rispetto ai densi centri delle tempeste tropicali e hanno temperature superiori più fresche al loro interno. I sistemi tropicali ottengono la maggior parte della loro energia dall’acqua calda che viene assorbita nell’atmosfera attraverso il nucleo, mentre i sistemi subtropicali ottengono la maggior parte della loro energia da fonti “barocline”, il che significa che si mescolano con un sistema vicino ad alta o bassa pressione e scambiano temperatura e pressione nel tentativo di pareggiare.

Poiché non è ancora diventato un sistema tropicale, il suo percorso e la sua intensità sono meno prevedibili, secondo l’NHC, e il cono di cinque giorni si estende appena a sud di Miami, dove non è nemmeno atterrato, ma appena al largo di Daytona Beach prima di essere trascinato a nord-est.

A partire dalle 2:00 di lunedì 7 novembre 2022, entro cinque giorni dalla tempesta subtropicale Nicole sono probabili venti di tempesta tropicale.

In ogni caso, il suo approccio può comportare il rischio di pericolose mareggiate, venti dannosi e forti piogge.

“Impatti di fascia alta, mareggiate pericolose, potenziali venti, forti venti dannosi causati da una tempesta tropicale… se questo sistema continua a trasformarsi in un uragano, è possibile anche la forza di un uragano. Potrebbero tornare forti piogge con o vicino al centro della tempesta e continuare Se ciò crea proprietà tropicali”, ha affermato Michael Brennan, vicedirettore esecutivo di NHC. “Ci sono ancora diversi scenari che potrebbero verificarsi nel percorso di questo sistema. Potrebbe spostarsi nell’entroterra attraverso parti della penisola della Florida, potrebbe virare verso nord vicino o vicino alla costa orientale della Florida, oppure potrebbe spostarsi al largo verso le coste della Florida. Georgia e Carolina Man mano che ci muoviamo nei prossimi giorni, arriverà una migliore concentrazione, ma anche in questo caso, poiché il sistema è ancora in evoluzione, l’incertezza e i dettagli esatti su come si muoverà e si evolverà saranno relativamente alti.

READ  Guerra Russia-Ucraina: aggiornamenti in tempo reale - The New York Times

Un orologio di tempesta tropicale è in vigore per le Bahamas nord-occidentali e altri orologi per le Bahamas e la Florida potrebbero essere emessi più tardi oggi, ha affermato l’NHC.

Per ora, le Bahamas potrebbero vedere da 3 a 5 piedi sopra la normale mareggiata, mentre da 2 a 4 pollici di pioggia e alcune aree potrebbero vedere fino a 6 pollici entro giovedì.

Danni gravi alla Florida causati dall’uragano Ian a settembre, le forti piogge di Ian hanno inondato la parte centrale dello stato. Secondo il National Weather Service di Melbourne, le forti piogge di questo sistema potrebbero stressare le falde acquifere più a valle della tempesta, portando a ulteriori inondazioni.

“Le condizioni oceaniche pericolose continueranno a peggiorare, con i venti che lavorano per creare mari per tutto il giorno oggi”, ha affermato la NWS nella sua discussione sulle previsioni di lunedì mattina. “Questi venti e i mari in costruzione renderanno pericolose le condizioni costiere, creando onde increspate, correnti pericolose per la vita e crescenti preoccupazioni sull’erosione costiera oggi e stanotte”.

I picchi di vento nella Florida centro-orientale dovrebbero iniziare mercoledì notte e continuare fino a giovedì.

“I venti di tempesta prima e dopo il passaggio della tempesta possono produrre venti di 50-60 mph attraverso le comunità costiere, con raffiche di 35-50 mph nell’entroterra”, affermano le previsioni. “Inoltre, i totali delle tempeste dovrebbero raggiungere 4-6 pollici lungo la costa e il fiume St. Johns nella contea di Brevard, 3-4 pollici per altre aree e 2-3 pollici per la contea settentrionale di Lake e le aree a ovest dell’autostrada della Florida, con quantità maggiori possibili nell’entroterra. .

I funzionari statali di emergenza identificheranno potenziali lacune di risorse in tutte le 67 contee dello stato e attueranno piani per aiutare il sistema a rispondere in modo rapido ed efficiente, ha affermato il governatore Ron DeSantis.

READ  L'uomo del Texas guarito dal Covid dopo 453 giorni in ospedale torna a casa per le vacanze

“Se un uragano colpisce la Florida, incoraggio tutti i floridiani a prepararsi e fare un piano”, ha detto in un comunicato stampa.

Il comunicato ha ricordato ai floridiani “di sapere se vivono in un’area di evacuazione, in una zona bassa e soggetta a inondazioni, in una casa mobile o in una struttura non protetta durante la stagione degli uragani. È importante che i residenti conoscano la loro casa e la sua capacità di resistere a forti venti e pioggia battente».

L’NHC pubblicherà il suo prossimo avviso e la previsione aggiornata della pista alle 10:00 EST.

Nicole diventa il 14° sistema nominato della stagione degli uragani del 2022, continuando la produzione di tempeste sopra la media degli ultimi anni. Il 2020 ha registrato 30 tempeste con nome e il 2021 ha prodotto 21 sistemi con nome.

La stagione degli uragani atlantici termina il 30 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.