Il parlamento ungherese ha aperto la strada alla Svezia verso l’adesione alla NATO

didascalia dell’immagine,

Il primo ministro svedese Ulf Kristerson e il primo ministro ungherese Viktor Orban si sono incontrati venerdì a Budapest.

La Svezia ha sollevato l’ultimo ostacolo all’adesione alla NATO dopo che il parlamento ungherese ha votato a favore dell’adesione.

Il paese nordico ha chiesto di aderire all’alleanza di difesa dopo l’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia nel 2022.

Ogni membro deve approvare una nuova annessione e l’Ungheria ha ritardato, accusando la Svezia di essere ostile.

Ma la settimana scorsa il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha affermato che i due paesi erano ormai “pronti a morire l’uno per l’altro”.

Ci si aspetta che tutti i membri della NATO aiutino un alleato sotto attacco.

Il primo ministro svedese Ulf Kristerson ha affermato che si tratta di un “giorno storico” e di un “grande passo” per l’abbandono di 200 anni di neutralità da parte della Svezia.

“La Svezia è un grande Paese, ma stiamo entrando a far parte della NATO per proteggere meglio tutto ciò che siamo e tutto ciò in cui crediamo”, ha affermato.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che la decisione ungherese ha reso l’alleanza “più forte e più sicura”.

L’approvazione del Parlamento dovrà ora essere firmata dal Presidente, dopodiché verrà inviato alla Svezia un invito formale ad aderire al gruppo di 31 membri.

Il processo richiede solitamente alcuni giorni.

Orban è un politico nazionalista con stretti legami con il presidente russo Vladimir Putin. Ha spesso bloccato i tentativi dell’UE di inviare aiuti militari all’Ucraina.

La Svezia è uno dei paesi dell’UE che ha accusato l’Ungheria di allontanarsi dai principi democratici dell’UE.

A sua volta, Zoltan Kovacs, portavoce di Orban, ha accusato le autorità svedesi di sedersi su un “trono degenerato di superiorità morale”.

La settimana scorsa, tuttavia, Orban ha ospitato il suo omologo svedese Ulf Kristerson e ha annunciato il suo sostegno all’adesione della Svezia.

Lunedì il voto dei deputati ungheresi è stato quasi unanime: 188 a 6.

Nel suo discorso, Orban ha criticato gli anonimi alleati della NATO per aver esercitato pressioni sul suo governo affinché ponesse fine al ritardo di 21 mesi.

“L’Ungheria è un paese sovrano e non tollererà che altri impongano il contenuto o i tempi della decisione”, ha affermato.

La Turchia è stato l’altro paese della NATO a bloccare l’approvazione della domanda della Svezia a causa del suo cosiddetto sostegno ai separatisti curdi. Alla fine ha revocato il veto a gennaio.

La Svezia e il suo vicino orientale Finlandia, a lungo considerato militarmente neutrale, hanno espresso interesse ad aderire alla NATO nel maggio 2022.

La Finlandia si è unita formalmente nell’aprile dello scorso anno, raddoppiando la lunghezza del confine dell’alleanza con la Russia.

Il presidente russo Vladimir Putin ha inviato il suo esercito in Ucraina nel 2022, per frenare l’espansione della NATO e indebolire il collettivismo occidentale.

Infatti, oltre a Svezia e Finlandia, è accaduto il contrario.

READ  Incendi a Maui: il bilancio delle vittime raggiunge i 93, i funzionari affermano che lo sforzo per quantificare le perdite è appena iniziato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *