Dove vedere l’aurora boreale durante le festività natalizie

Interesse umano


Alcuni giorni dopo che alcune parti del mondo sono state colpite dal brillamento solare più significativo degli ultimi sei anni, il Centro di previsione meteorologica spaziale della NOAA avverte ora che la Terra potrebbe subire ulteriori impatti geomagnetici, inclusa l’esposizione dell’aurora boreale.

La società ha rilasciato un Monitoraggio delle tempeste geomagnetiche Per un aumento dell’attività solare almeno fino a domenica 17 dicembre.

Gli esperti hanno osservato diverse espulsioni di massa coronale dal Sole che hanno inviato particelle di plasma verso la Terra.

“Diverse CME dal 14 al 15 dicembre potrebbero causare condizioni di tempesta geomagnetica G1-G2 (minore-moderata) il 16-17 dicembre.” Lo ha detto la NOAA durante l’aggiornamento di venerdì.

Le prime indicazioni dell’agenzia indicano che l’evento potrebbe raggiungere un valore pari a 6 sulla scala Kp Index da 0 a 9.

Precedenti eventi di questa portata hanno portato a una danza di colori verde, rosso e viola da Seattle a Minneapolis e Buffalo, New York.

È noto che le nuvole e l’inquinamento luminoso interferiscono con la visibilità e riducono la visibilità delle aurore.

Se il fenomeno viene sottovalutato, le comunità più a sud potrebbero avere la possibilità di vedere l’aurora boreale. L’evento solare più importante porterà spettacoli di luci in città come Chicago, Detroit, Green Bay e Des Moines, Iowa.

Precedenti attività geomagnetiche di questa portata hanno portato ad avvistamenti dell’aurora boreale da Minneapolis a Buffalo. Belle foto

Oltre a creare aurore, le tempeste geomagnetiche hanno il potenziale di influenzare le reti elettriche, i veicoli spaziali e le apparecchiature di comunicazione.

La NOAA ha affermato che sono possibili danni al trasformatore elettrico e che i segnali radio potrebbero svanire durante un evento prolungato.

READ  I risultati elettorali in Polonia hanno confermato la vittoria della coalizione guidata da Donald Tusk

Nell’ultimo rapporto, si prevedeva che l’evento avrebbe raggiunto un livello G2 sulla scala a 5 punti della scala di attività geomagnetica della NOAA.

Le tempeste geomagnetiche possono interrompere le reti elettriche e le apparecchiature di comunicazione. Belle foto

Un evento che raggiunge G2 è considerato lieve, ma se raggiunge G3 l’attività è considerata forte e ha implicazioni di vasta portata.

L’attività solare, comprese le espulsioni di massa coronale e i brillamenti solari, sta aumentando mentre il cosiddetto Ciclo Solare 25 raggiunge il suo picco previsto nel 2024.

Un ciclo solare è una sequenza in cui il campo magnetico del Sole attraversa ogni 11 anni, dove il campo si inverte. Il ciclo solare 25 è iniziato nel 2019 e durerà fino al 2030, se le previsioni saranno accurate.





Accetta di più…









https://nypost.com/2023/12/17/lifestyle/where-to-see-the-northern-lights-this-holiday-season/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

Copia l’URL da condividere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *