Yankees, Juan Soto gioca alcuni giochi mentali nella vittoria di 11 inning sui Dodgers

NEW YORK – Il cane di Shohei Ohtani potrebbe anche chiamarsi Decoy, ma Juan Soto è stato il vero esca venerdì sera.

Il battitore supersonico è stato tenuto fuori dalla partita di giovedì sera contro il Minnesota a causa di un fastidio all’avambraccio sinistro. Per 16 ore, YankeeLand ha sudato proiettili e schiacciato le unghie, ma lo scenario peggiore non si è presentato. L’imaging ha rivelato che il dolore di Soto non era semplicemente un’infiammazione e un danno strutturale. La squadra, i suoi tifosi e Soto hanno tirato un sospiro di sollievo collettivo. Tuttavia, un giorno libero potrebbe non essere una cattiva idea per il capitano degli Yankees Aaron Boone.

Quindi lo scontro più atteso della stagione regolare, una potenziale anteprima delle World Series, è avanzato senza una delle sue più grandi star.

Per 10 inning, gli Yankees e i Dodgers si sono scambiati zero nonostante un incontro di lancio iniziale che sulla carta sembrava un disallineamento. L’asso dei lanciafiamme da 325 milioni di dollari dei Dodgers, Yoshinobu Yamamoto, fu costretto a prestare servizio a causa degli infortuni degli Yankees nel momento sbagliato contro un uomo chiamato “Cody Poteet”. Yamamoto era più potente, Poteet stava attento, ma il risultato era lo stesso: un flusso di uova d’oca.

Ma nell’undicesimo, dopo alcuni momenti di bullpen ad alta tensione, l’outfielder dei Dodgers Theoscar Hernandez ha aperto le cose con un doppio di due punti, diviso il gap, sull’esterno sinistro. Gli Yankees ne hanno fatto uno nella metà inferiore su un singolo di Aaron Judge, ma né Giancarlo Stanton né Anthony Rizzo in difficoltà sono riusciti a trovare il successo contro il soccorritore di Los Angeles Yohan Ramirez.

READ  Classifica del Tour Championship 2022: aggiornamenti in tempo reale, copertura del golf, risultati dei playoff della FedEx Cup di domenica

I Dodgers hanno vinto il primo set di tre partite per 2-1.

“È stata una partita fantastica”, ha ammesso Boone durante la conferenza stampa sulla rivincita. “Buon lancio, buone giocate, battute dure. Entrambe le squadre hanno avuto un paio di occasioni per sfondare ma non ci sono riuscite, una partita molto ben impostata.

Alla domanda se la sua superstar malata avrebbe avuto un colpo, Boon ha sorriso debolmente, ha scosso la testa e ha detto “non stasera”.

Per tutta la serata, Soto era occasionalmente sul gradino più alto della panchina degli Yankee con i guanti da battuta e una mazza in mano. Alla fine, è chiaro che Boone, Soto e gli Yankees non hanno intenzione di aggiungere un free agent al gioco in nessuna circostanza. La stagione è lunga e piena di orrori. Soto aveva bisogno di una giornata e gli Yankees non volevano che i Dodgers lo sapessero.

“Abbiamo un piano.” Soto ha detto ai giornalisti dopo la partita che il suo odio per il gioco era il suo modo di rimanere sano di mente. Boone ha rivelato che Soto non ha nemmeno fatto uno swing o un riscaldamento durante la partita. È tutto Fugazi, e alla fine non importa. I Dodgers hanno vinto perché hanno resistito. È stato anche un gioco di chiamata per Juan Soto. Molte cose potrebbero essere vere.

L’intera scena, soto o meno, è decisamente unica.

Questa sarà la terza volta che i Dodgers si recheranno al Bronx per una serie di stagione regolare da quando sono iniziate le partite di interleague nel 1997. Il nuovo programma equilibrato della MLB renderà questi viaggi di ritorno a casa un evento biennale per i Dodgers. Forse, nel tempo, la frequenza ridurrà la lucentezza. Per ora c’è un’altra novità in mostra.

READ  Alla COP28 le compagnie petrolifere si impegnano a ridurre drasticamente i combustibili fossili entro il 2050

Per un secolo prima e dopo la partenza dei Dodgers per il Socle di Brooklyn nel 1957, la storia del baseball ruotava attorno a queste due squadre. Per le successive 40 estati, i due club non si sono mai visti perché hanno fatto la storia nei rispettivi campionati. Le pagine del Paese. Di tanto in tanto, gli dei del baseball mandano le due potenze alle stesse World Series per una riunione bicoastale ad alto rischio.

Dato lo stato attuale di questi franchise, questa serie in corso ha l’atmosfera di un classico autunnale. Gli Yankees e i Dodgers sono entrati venerdì sera con le due migliori quote per il campionato, Per i grafici dei fanE Qualsiasi libro sportivo Ne vale la pena. Definire questo incontro una potenziale anteprima delle World Series è in parti uguali eccitante e sensato. Gli Yankees hanno il miglior record della MLB. I Dodgers hanno il miglior roster della MLB. Nessuno sarà sorpreso.

Un pubblico annunciato di 48.048 persone, il più grande libro paga degli Yankees in questa stagione, ha gremito The House That Jeter Built. Lunghe file si avvolgevano fuori dal cancello di casa base del cortile pochi minuti prima del primo lancio. Ospiti invitati e persone di vario aspetto si sono soffermati sulla pista di avvertimento interna durante le prove di battuta. Un enorme contingente di media ha riempito la sala stampa fino all’orlo. L’aria notturna, con la sua lieve frizzantezza, evocava pensieri di clima autunnale.

Ma i risultati della serata ci ricordano che siamo ancora a giugno e che queste partite sono ancora relativamente piccole. A ottobre Soto sarà titolare, il braccio infiammato sarà sottoposto a cure mediche. Per lo meno, colpirà Rizzo nell’11. Tuttavia, anche se Soto fosse stato disponibile, è improbabile che Boone avrebbe fatto una dichiarazione così spietata, sostituendo quello che avrebbe dovuto essere uno dei suoi giocatori chiave.

READ  Ricorda la famiglia, parola d'amore triangolare in bicicletta come parte della cosiddetta pilota d'élite Anna Moria 'Mo' Wilson uccisa in Texas

Esiste una cosa come vivere per il domani.

Se Soto giocherà quando questi due club riprenderanno le cose per Gara 2 sabato sera è una storia completamente diversa.

Boone disse: “Faremo il check-in domani e vedremo a che punto siamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *