Trump ha dichiarato attraverso il consigliere speciale di essere colpevole all’udienza del 6 gennaio

  • L’ex presidente Donald Trump ha detto che gli è stato detto che era un obiettivo in un’indagine penale del 6 gennaio dal consigliere speciale Jack Smith.
  • Smith è già stato accusato di quasi tre dozzine di conteggi relativi al possesso di documenti riservati da parte di Trump quando ha lasciato la Casa Bianca.
  • Trump ha anche suggerito che potrebbe affrontare l’incriminazione il prima possibile, con un’udienza del 6 gennaio.
  • Tale indagine si concentra sugli sforzi di Trump per invertire la sua sconfitta elettorale del 2020 a favore del presidente Joe Biden.

L’ex presidente Donald Trump ha dichiarato martedì che il 6 gennaio gli è stato detto che era un obiettivo nelle indagini penali del consigliere speciale Jack Smith.

Trump è il principale contendente per la nomina presidenziale repubblicana del 2024. Smith ha già incriminato Trump per quasi tre dozzine di capi d’accusa relativi al suo possesso di documenti riservati mentre era fuori dalla Casa Bianca.

Trump ha anche suggerito che potrebbe presto affrontare le accuse in un’udienza del 6 gennaio che si concentrerà sugli sforzi di Trump per invertire la sua sconfitta elettorale del 2020 a favore del presidente Joe Biden. Trump ha pubblicato la sua dichiarazione sul suo account social Truth.

Due fonti con conoscenza diretta dell’indagine hanno confermato a NBC News che Smith ha inviato una lettera mirata a Trump sul caso.

“Jack Smith, un avvocato del Dipartimento di Giustizia di Joe Biden, mi ha inviato una lettera in cui diceva che ero stato preso di mira per un’udienza del gran giurì il 6 gennaio (di nuovo, era una domenica sera!) Gran giurì, il che significa sempre un arresto e un atto d’accusa”, Trump ha scritto sul suo sito Truth Community.

READ  Aggiornamento sull'influenza aviaria nella contea di Berks

Un portavoce di Smith ha rifiutato di commentare.

Politica della CNBC

Maggiori informazioni sulla copertura politica della CNBC:

Un processo nel procedimento penale per documenti classificati è fissato per martedì presso il tribunale federale della Florida.

Gli avvocati di Trump hanno chiesto che qualsiasi indagine sul caso si svolga fino a dopo le elezioni del 2024. Gli avvocati di Smith si sono opposti alla mossa.

Trump è oggetto di un’indagine penale separata da parte del procuratore generale dello stato della Georgia per aver portato lì funzionari elettorali per invertire la sua perdita a Biden in Georgia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *