Oleksandr Usyk sconfigge Tyson Fury e diventa campione indiscusso dei pesi massimi

Oleksandr Usyk ha sconfitto Tyson Fury domenica mattina presto a Riyadh, in Arabia Saudita, diventando il primo campione indiscusso dei pesi massimi in quasi un quarto di secolo.

L’imbattuto ucraino ha vinto una battaglia di 12 round con un Fury insanguinato e malconcio per aggiungere il WBC alle sue corone WBO, WBA e IBF: la prima volta nella storia che un peso massimo ha vinto tutti e quattro i titoli in un’era a quattro cinture.

Usyk, che ora si porta a un perfetto 22-0 per la sua carriera, è avanzato nei punteggi dei giudici con decisione di 115-112, 113-114 e 114-113.

“Mi sento benissimo. Molte persone hanno pregato per me, vi amo. Sono così felice”, ha detto esultante Usyk, circondato dalla sua squadra sul ring della Kingdom Arena.

La sconfitta è stata la prima di Fury da professionista, portandolo a 34-1-1.

I due sono ora pronti per una rivincita entro la fine dell’anno – come da contratto pre-combattimento – con Fury che rivendica immediatamente l’incontro.

“Credo di aver vinto quella battaglia”, ha detto. “Sono sicuro che abbia vinto qualche round, ma io ne ho vinti molti.

“Non commettere errori, ho vinto quella battaglia e tornerò. Torneremo dalle nostre famiglie e giocheremo di nuovo in ottobre. Non ho intenzione di sedermi qui a piangere e a trovare scuse, ” Egli ha detto.


Usyk ha vinto l’incontro con una decisione divisa (Richard Pelham/Getty Images)

Nel 2000, Lennox Lewis ha visto un campione indiscusso nella massima divisione dei pesi con Usyk che ora si unisce a giocatori del calibro di Muhammad Ali, Joe Frazier, Mike Tyson ed Evander Holyfield nel club più esclusivo di questo sport.

READ  Punteggio finale della settimana 6 di Giants-Ravens: i Giants hanno battuto i Ravens 24-20, 5-1

Usyk avrebbe potuto concludere l’incontro al nono posto con un potente sinistro e una raffica di colpi inviati da Fury, che barcollò all’indietro, portando già sul viso i segni di un livido incontro. Solo una combinazione delle corde, dell’arbitro Mark Nelson e della campana del round finale lo hanno salvato da un’interruzione anticipata.

Nelle prime fasi di Fury, l’inglese ha sfruttato la sua altezza e portata superiori per sferrare i pugni più aggressivi e ricchi dei due, spesso fuori portata.

Ma proprio quando Fury sembrava prendere il controllo dell’incontro, Usyk ruggì di nuovo per andare a tre, costringendo Fury ad affrontare il conteggio di un arbitro per l’ottava volta nella sua carriera.

Entrambi i giocatori hanno mostrato la consistenza mentale e fisica che li ha resi campioni andando lontano, tuttavia, Usyk ha deciso di consegnare a Fury la sua prima sconfitta dai ranghi amatoriali.

“Penso che la mia gente sarà molto felice. È una grande vittoria, non solo per me, ma per il mio paese e per i soldati che stanno proteggendo il mio paese ora”, ha detto Usyk.

“Penso che mio padre si prenda cura di me adesso ed è molto felice. Papà, ti amo. Hai detto che posso, posso.

(Richard Pelham/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *