L’S&P 500 scende lunedì mentre Wall Street prende una pausa dopo la sua migliore settimana da giugno

L’S&P 500 è stato scambiato in ribasso lunedì dopo aver registrato il suo più grande guadagno settimanale in quasi cinque mesi sulla scia dell’allentamento dei dati sull’inflazione.

L’indice di mercato più ampio è sceso dello 0,6% e il composito Nasdaq basato sulla tecnologia è sceso dell’1,2%. Il Dow Jones Industrial Average è rimasto al di sopra della linea piatta.

Dopo aver registrato la migliore settimana da aprile 2020 nella sessione precedente, il settore della tecnologia S&P è sceso di circa l’1%.

L’S&P 500 ha guadagnato il 5,9% chiudendo la settimana precedente, il miglior avanzamento settimanale da giugno. Gli investitori hanno acclamato un’inflazione più leggera del previsto, scommettendo che la Federal Reserve finirà presto la sua aggressiva campagna di inasprimento. Il Nasdaq Composite, ad alto contenuto tecnologico, ha guadagnato l’8,1% la scorsa settimana, la migliore settimana da marzo. La blue chip Dow avanza del 4,2%.

“C’è stato un cambiamento significativo nel mercato, con gli investitori che assumono più rischi in tutte le classi di attività”, ha affermato Mark Hackett, responsabile della ricerca sugli investimenti di Nationwide. “Gli indicatori tecnici sono migliorati notevolmente, con il sentimento degli investitori, lo slancio, l’ampiezza e i fattori di rischio che mostrano tutti un miglioramento significativo”.

Tuttavia, la Federal Reserve ha dato pochi segnali che potrebbe allontanarsi dal suo percorso di inasprimento in qualsiasi momento. Il governatore della Fed Christopher Waller ha dichiarato domenica: “Siamo a un punto in cui possiamo iniziare a pensare di andare a un ritmo più lento”. Ma “Non ci stiamo ammorbidendo… Smetti di concentrarti sulla velocità e inizia a concentrarti su dove sarà il punto finale. Finché abbasseremo l’inflazione, quel punto finale è ancora molto lontano”.

READ  I future sulle azioni delle principali medie rimangono piatti dopo il giorno peggiore da giugno 2020

Mentre la stagione degli utili del terzo trimestre continua, le vendite al dettaglio sono fortemente focalizzate. I principali rivenditori Walmart, Home Depot, Target, Lowe’s, Macy’s e Kohl’s pubblicheranno i numeri questa settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.