Le azioni Instacart iniziano a essere negoziate sul Nasdaq

Le azioni Instacart (CART) hanno iniziato le negoziazioni martedì, aprendo a 42 dollari per azione sul Nasdaq.

L’app per la consegna di generi alimentari ha valutato la sua IPO a 30 dollari per azione, valutandola circa 10 miliardi di dollari.

L’IPO di Instacart segue il ritorno di Arm (ARM) sui mercati pubblici una settimana prima. L’IPO del progettista di chip è stata inizialmente accolta con favore dagli investitori, con le azioni in rialzo di oltre il 20% durante la prima sessione di negoziazione, e le azioni sono ora in ribasso di oltre l’8% dal giorno dell’IPO.

Instacart ha aumentato la fascia di prezzo della sua IPO in seguito alla forte quotazione di Arm, alimentando il dibattito sulla possibilità che queste offerte pubbliche possano rilanciare quello che è stato un mercato dormiente nell’ultimo anno. Nel 2021 sono state concluse 1.010 operazioni IPO per Dealogic. Nel 2022 saranno scesi a 173.

Gli esperti di IPO hanno detto a Yahoo Finance che Instacart potrebbe fungere da buon barometro per un ritorno del mercato IPO a causa di quanto la sua attività sia diversa da quella di Arm. Con un valore di 54,5 miliardi di dollari, Arm è stata la più grande IPO del 2023. L’affermato progettista di chip precedentemente commerciava sui mercati pubblici, ha detto l’autorità Il 99% degli smartphone premium.

Instacart, invece, sarà quotato in borsa per la prima volta. Fondata nel 2012, la valutazione di Instacart è salita a 39 miliardi di dollari entro il 2021, alimentando l’entusiasmo per la consegna di generi alimentari durante la pandemia di Covid-19. L’azienda mette in contatto i consumatori con i lavoratori della gig economy che ritirano e consegnano i loro ordini nei negozi di alimentari.

READ  Ultime notizie sulla guerra in Ucraina: il pubblico avverte di attacchi aerei russi

Instacart non è mai stata quotata in borsa durante la frenesia dell’IPO del 2021. Invece, è stato quotato in borsa martedì con una valutazione inferiore del 70% al suo picco.

Fitji Simo, CEO di Instacart, ha affermato che la società ritiene di essere al centro di una “grande trasformazione digitale”. Archiviazione S-1. Il mercato della distribuzione di generi alimentari non ha raggiunto il suo pieno potenziale. Secondo i dati, il 12% delle vendite di generi alimentari avviene online.

“Poiché sempre più persone fanno acquisti online, è probabile che la penetrazione online raddoppi o più nel tempo”, ha affermato Simo.

Instacart ritiene che le vendite pubblicitarie faranno parte della sua prossima fase di crescita piuttosto che vendite dirette ai clienti. Azienda segnalato Fatturato di 1,48 miliardi di dollari nella prima metà del 2023, in aumento del 31% rispetto all’anno precedente. La pubblicità rappresenta il 28% di tali entrate.

Le carte regalo Instacart verranno esposte il 28 agosto 2023 in un negozio Safeway a San Anselmo, in California. (Justin Sullivan/Getty Images)

Josh Shaffer è un giornalista di Yahoo Finance.

Fare clic qui per un’analisi approfondita, comprese le ultime notizie sul mercato azionario e gli eventi di movimento delle azioni

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *