Il primo ministro portoghese si dimette per lo scandalo litio e idrogeno

  • Avvocati che indagano sui contratti di litio e idrogeno
  • Il premier Costa è oggetto di un’indagine che coinvolge
  • Dice di avere la coscienza pulita per collaborare alle indagini
  • Il Presidente si rivolgerà alla nazione giovedì

LISBONA, 7 novembre (Reuters) – Il primo ministro portoghese Antonio Costa si è dimesso martedì, poche ore dopo che la procura ha arrestato il suo amministratore delegato in un’indagine sulla presunta corruzione nella gestione da parte della sua amministrazione dei progetti di estrazione del litio e di idrogeno.

Costa, che secondo la procura era l’obiettivo di un’indagine correlata, ha annunciato la decisione in un comunicato televisivo dopo l’incontro con il presidente Marcelo Rebelo de Sousa.

Ha detto che la sua coscienza era pulita, ma che non si sarebbe candidato per un quarto mandato come primo ministro.

“La dignità dell’attività del primo ministro, la sua integrità, la sua buona condotta e la pratica di qualsiasi atto criminale sono fuori dubbio”, ha affermato Costa.

Il presidente dovrà ora decidere se consentire ai socialisti di Costa, che hanno la maggioranza in parlamento, di formare un nuovo governo o di sciogliere il parlamento e indire elezioni.

Carlos Cesar, leader dei socialisti, ha detto che il suo partito è pronto per “qualsiasi situazione”, mentre Luis Montenegro, capo del principale partito d’opposizione, il Partito socialdemocratico, si è detto pronto per le elezioni anticipate.

“La corruzione del governo non deve più essere una perdita di tempo”, ha affermato il Montenegro.

Il Parlamento avrebbe dovuto votare il disegno di legge di bilancio 2024 alla fine di questo mese. Si teme che la crisi politica possa influenzare l’approvazione del bilancio così come l’avvio della privatizzazione della TAP, la compagnia aerea di bandiera portoghese.

READ  Cosa fanno con gli alberi di Natale dopo Natale? Il loro aldilà

“Le elezioni sono inevitabili dopo la morte improvvisa di un governo”, ha affermato il politologo Adelino Maltes. Antonio Costa Pinto dell’Università di Lisbona non ha escluso un altro primo ministro socialista, ma ha affermato che l’opzione più probabile sarebbe un’elezione anticipata.

Le azioni portoghesi sono scese di circa il 3% e il ristretto divario tra il rendimento dei titoli di stato a 10 anni del paese dell’Unione Europea e il benchmark della zona euro Bund tedesco si è ampliato a 69 punti base dai 65 punti base di lunedì.

Progetti esaminati

Martedì la procura ha dichiarato che cinque persone sono state arrestate nell’ambito delle indagini, tra cui il capo di gabinetto di Costa, Vitor Escaria, i cui uffici sono stati perquisiti insieme a diversi edifici governativi.

Si legge in un comunicato che il ministro delle Infrastrutture João Calamba, ex ministro dell’Energia, e Nuno Lacasta, capo dell’organizzazione ambientalista APA, sono formalmente sospettati e compariranno davanti a un giudice.

L’ufficio di Galamba e l’APA non hanno risposto alle richieste di commento.

I pubblici ministeri stanno indagando sulle accuse di corruzione e traffico di influenza nelle concessioni di esplorazione del litio di Barroso e Montalegre nel nord del Portogallo, su un piano per un impianto di idrogeno nel porto di Sines e un investimento in un mega data center lì.

Hanno affermato di essere a conoscenza del fatto che i sospettati avevano utilizzato il nome e l’autorità di Costa per “ostruire i processi” relativi agli accordi e che la Corte Suprema avrebbe esaminato il possibile ruolo di Costa negli accordi.

Costa si è detto pienamente pronto a collaborare con il sistema giudiziario.

“A rischio potrebbero essere… fatti che possono costituire reati come negligenza professionale, corruzione attiva e passiva e traffico di influenza sui politici”, ha affermato la procura.

READ  Dylan Mulvaney, capo dei marchi di birra Anheuser-Busch, ha risposto al contraccolpo

Con oltre 60.000 tonnellate di riserve conosciute di litio, il Portogallo è considerato un hub per gli sforzi europei volti a proteggere la catena del valore delle batterie e ridurre la dipendenza dalle importazioni.

All’inizio di quest’anno l’APA ha concesso approvazioni ambientali alla società locale Lusorecursos per estrarre litio per batterie a Montalegrave e alla Savannah Resources (SAVS.L) con sede a Londra per costruire la propria miniera a Barroso.

Contattato da Reuters, Lusorecursos non ha rilasciato commenti immediati.

Savannah ha dichiarato in un comunicato che sta collaborando con le autorità che hanno visitato alcune delle sue sedi, ma che né la società né i suoi dipendenti sono stati oggetto dell’indagine. I progetti di Barroso sul litio continuano senza controllo, aggiunge.

I progetti sul litio hanno dovuto affrontare una forte opposizione da parte dei residenti locali e degli ambientalisti.

In una dichiarazione congiunta, i gruppi anti-minerari portoghesi hanno affermato che gli sviluppi di martedì sono la prova che il processo di estrazione non è stato condotto in modo trasparente e hanno chiesto la “cancellazione immediata” di tutti i progetti sul litio.

Preoccupazioni per il futuro

Costa resterà in carica fino alla fine della presidenza. Rebelo de Souza ha convocato mercoledì i partiti politici e giovedì il suo organo consultivo, il Consiglio di Stato.

Da quando è salito al potere nel 2015 a seguito della crisi del debito e del piano di salvataggio internazionale, Costa ha presieduto un periodo di forte crescita economica, durante il quale i suoi governi successivi hanno eliminato i deficit di bilancio e ridotto il peso del debito, ottenendo elogi in Europa per la sana politica fiscale. politiche. .

READ  I clienti di McDonald's e Chipotle affermano che gli affari stanno rallentando e stanno visitando meno poiché l'inflazione raggiunge i budget.

Ma l’ultimo mandato di Costa, quando il suo partito ha vinto una maggioranza a sorpresa alle elezioni anticipate all’inizio del 2022, è stato segnato da scandali, comprese le controversie sulla compagnia aerea statale TAP nel gennaio 2023, quando l’opposizione ha chiesto le dimissioni del suo governo.

Carsten Breschi, responsabile globale della macroeconomia di ING, si aspettava alcune ricadute grazie alla reputazione guadagnata con fatica dal Portogallo nei mercati finanziari.

Segnalazione di Caterina Demoni, Patricia Rua, Sergio Goncalves, Andrey Caleb e Miguel Pereira; Report aggiuntivi di Jesus Aguado a Madrid; Montaggio di Andre Caleb, Emilia Sithole-Madaris e Mark Heinrich

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottieni i diritti di licenzaApre una nuova scheda

Reporter multimediale residente in Portogallo che si occupa di politica, economia, ambiente e notizie quotidiane. Precedente esperienza nel giornalismo locale nel Regno Unito, ha co-fondato un progetto che racconta le storie di persone di lingua portoghese che vivono a Londra e ha curato un sito di notizie gestito dai giovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *