Il Dipartimento di Giustizia si è opposto al rilascio della dichiarazione giurata utilizzata per perquisire la casa di Trump

WASHINGTON – In Florida, l’ex presidente Donald J. Il Dipartimento di Giustizia lunedì si è opposto al rilascio della dichiarazione giurata utilizzata per giustificare la perquisizione della casa di Trump, affermando che il suo rilascio “comprometterebbe futuri procedimenti investigativi” e “costringerà” la cooperazione con i testimoni.

In una petizione di 13 pagine depositata presso la corte federale del sud della Florida in risposta alle richieste del New York Times e di altre organizzazioni giornalistiche, gli avvocati hanno raccomandato che le prove incluse nel documento fossero rese pubbliche. Sig. La gestione da parte di Trump di alcuni documenti governativi riservati dopo aver lasciato l’incarico.

Gli avvocati il ​​sig. Hanno ammesso di aver intervistato testimoni in relazione all’indagine sulla conservazione del materiale da parte di Trump. Hanno anche scritto che il rilascio del documento avrebbe compromesso le indagini in corso.

“La divulgazione della dichiarazione giurata del governo a questo punto ridurrebbe la futura collaborazione dei testimoni di cui potrebbe chiedere assistenza mentre questa indagine procede”, hanno scritto gli avvocati. Hanno aggiunto che il rilascio della dichiarazione giurata potrebbe danneggiare “altre indagini di alto profilo”.

Una delle ragioni del governo per non rilasciare la dichiarazione giurata era proteggere l’identità dei testimoni dalle minacce di morte. Lunedì, i pubblici ministeri della Pennsylvania hanno svelato le accuse Un uomo è accusato di aver ripetutamente minacciato di uccidere gli agenti dell’FBI Sig. Giorni dopo che le proprietà di Trump sono state perquisite.

Il magistrato che ha firmato il mandato di perquisizione, Bruce E. Reinhardt deciderà infine se la dichiarazione giurata debba essere rilasciata. Non è chiaro quando si pronuncerà sulla richiesta dei media.

READ  Biden visita l'Arabia Saudita: aggiornamenti in tempo reale

Una settimana dopo che gli agenti dell’FBI si sono presentati al resort, le ramificazioni legali e politiche della ricerca stavano ancora risuonando mentre il presidente era nel suo club a Bedminster, NJ.

Il procuratore generale Merrick B. Il signor Garland ha accusato il signor Garland di condurre una “caccia alle streghe” motivata politicamente e di espropriare casualmente le proprietà della sua famiglia. Trump ha detto lunedì in un post di Truth Social che “il governo ha rubato tre dei miei passaporti”. Una piattaforma online fondata da lui.

Nella tarda giornata di lunedì, il Dipartimento di Giustizia ha ammesso l’errore e ha ordinato al sig. Il team legale di Trump ha contattato, due dei quali erano scaduti e un terzo era un passaporto diplomatico attivo, secondo Evan Corcoran, uno degli avvocati e portavoce dell’ex presidente. al dipartimento.

Sig. Ghirlanda Ha accettato di emettere il mandato la scorsa settimana Sig. Il club privato di Trump è stato utilizzato per la ricerca, ma ha resistito ai tentativi di rendere pubblica la dichiarazione giurata sottostante, un documento altamente sensibile che, tra le altre cose, fornisce ai pubblici ministeri ragioni per ritenere che ci siano potenziali prove di un crimine a Mar-a-Lago, in Florida. , a Palm Beach. Il giardino di Trump.

Sebbene l’indagine sulla cattiva gestione dei documenti del governo sia nota da mesi, il sig. Nessuno dei due è considerato importante quanto l’ampia indagine del dipartimento sull’attacco al Campidoglio, che si sta avvicinando a Trump e ai suoi massimi consiglieri.

Nell’ambito di un’indagine su possibili violazioni dell’Espionage Act e di altre leggi, il sig. Durante un’irruzione nella casa di Trump, gli agenti federali hanno sequestrato documenti riservati. Mandato di perquisizione È stato reso pubblico venerdì.

Almeno un avvocato Sig. Trump ha firmato una dichiarazione scritta a giugno confermando che tutti gli articoli classificati e inscatolati in un’area di stoccaggio a Mar-a-Lago erano stati restituiti al governo, hanno detto quattro persone che hanno familiarità con il documento.

Anche quando l’ex Presidente ha contrattaccato, il sig. Sono emersi nuovi dettagli su come Trump e la sua cerchia ristretta hanno violato i regolamenti e le leggi che regolano la gestione dei documenti del governo.

Secondo due persone che hanno familiarità con la situazione, il sig. Trump e il suo capo del personale, Mark Meadows, non sono riusciti a organizzare lo sforzo per raccogliere, inscatolare e consegnare gli articoli. Archivi Nazionali – Precedenti Presidenti e Sig. Il vicepresidente di Trump è Mike Pence.

Invece, si sono concentrati principalmente sulla risoluzione delle lamentele politiche e dei rancori personali.

Dalla Casa Bianca il sig. Nelle settimane precedenti la partenza di Trump, i funzionari hanno discusso su cosa fare con gli oggetti che erano stati portati da varie località alla sua residenza e che dovevano essere adeguatamente conservati e restituiti.

Mentre tutto questo accadeva, dall’altra parte della West Executive Avenue, Mr. Una scena molto diversa si svolse nell’ufficio meno frenetico di Pence.

Sig. Quando Trump ha cercato di prendere il controllo, Mr. Secondo tre ex funzionari, due degli assistenti senior di Pence – Mark Short, il suo capo del personale, e Greg Jacobs, il suo consigliere – hanno catalogato e inscatolato tutti i suoi documenti governativi. di lavoro.

Sig. Jacob ha trascorso la maggior parte dei suoi ultimi giorni nel governo a fare le ultime scatole, Mr. Un funzionario ha detto, con l’intenzione di assicurarsi che Pence lasciasse l’incarico senza un solo pezzo di carta che non possedeva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.