I pubblici ministeri di Atlanta abbandonano l’offerta per licenziare l’avvocato difensore nel processo Trump

A seguito della sua incriminazione a New York all’inizio di aprile, l’indagine della Georgia su Mr. Trump potrebbe affrontare un’altra accusa penale a livello statale. La causa intentata mercoledì è l’ultima svolta in una situazione di stallo tra pubblici ministeri e avvocati della difesa che deriva dagli sforzi per trasformare potenziali imputati in testimoni cooperanti.

Tali sforzi hanno contribuito al ritardo nella decisione sulla questione della Georgia. La signora Willis ha indicato alla fine del mese scorso che qualsiasi addebito previsto per maggio non sarebbe arrivato prima di metà luglio.

Il mese scorso, la signora DeBrow e il suo co-avvocato dell’epoca, Holly Pearson, hanno accusato alcuni dei loro clienti di non aver informato i loro clienti delle offerte di immunità. per la loro collaborazione.

La signora Willis ha detto all’epoca che la signora Debrow rappresentava uno dei suoi clienti che stava facendo accuse contro un altro, il che equivaleva a un conflitto inammissibile.

Ma in una mozione presentata la scorsa settimana, la signora Debrow ha respinto con forza entrambe le affermazioni, definendole “irresponsabili, frivole, offensive e completamente prive di merito”. Ha anche detto che a otto dei suoi clienti sono stati offerti contratti di immunità e tutti hanno accettato.

In una dichiarazione di mercoledì, la sig. Debrow ha suggerito il mese scorso che la signora Willis si era comportata in modo inappropriato facendo affermazioni prive di fondamento su se stessa e la signora Pearson e avrebbe dovuto essere punita per questo.

“È ora di chiarire i fatti prima che il procuratore distrettuale presenti pubblicamente la sua richiesta”, ha affermato. “Poiché non l’ha fatto, il procuratore distrettuale non può evitare le sanzioni respingendo la sua mozione senza merito”.

READ  Giovedì l'S&P 500 è salito al massimo di cinque mesi mentre il meta ha guidato un ritorno tecnico.

La questione degli elettori pro-Trump è una delle numerose trame indagate dai pubblici ministeri in Georgia, tra cui Mr. Trump ha chiamato i funzionari statali, incluso il segretario di Stato della Georgia Brad Raffensberger, per esortarli a “trovare” abbastanza voti. Ci risultati elettorali.

Un totale di 16 elettori hanno votato per Trump in Georgia. Alcuni di loro hanno mantenuto i propri avvocati. I pubblici ministeri hanno precedentemente identificato tutti gli elettori come potenziali bersagli per affrontare accuse penali. Ma tre di loro sono stati considerati particolarmente vulnerabili all’incriminazione da parte di persone a conoscenza delle indagini.

Due dei tre erano stati precedentemente identificati come clienti della signora DeBrow: Shawn Still, senatore dello stato della Georgia, e Kathy Latham, presidente del partito repubblicano nella contea rurale di Coffee, in Georgia.

Terzo, David Shaffer è il presidente del Partito Repubblicano della Georgia. Un tempo era un cliente della signora Debrow e della signora Pearson, ma ora è rappresentato dalla signora Pearson e da un altro avvocato.

Sia la signora Pearson che la signora Debrow sono state pagate dal Partito Repubblicano di stato.

Un gran giurì speciale ha incriminato più di una dozzina di persone dopo aver ascoltato le testimonianze in un processo di quasi sette mesi, e il suo predecessore ha indicato con forza che il signor Trump era uno di loro in un’intervista al New York Times a febbraio.

Elettori pro-Trump, Mr. Hanno sostenuto che era nei loro diritti esprimere voti elettorali per Trump e cercare di preservare le sue preferenze se una causa che contesta i risultati delle elezioni avesse successo. (non quello.)

READ  Aggiornamenti in tempo reale sul crollo del ponte di Baltimora Key: "Cedimento strutturale" causato dall'inizio di una massiccia pulizia

Sig. Gli avvocati di Trump hanno presentato una mozione a marzo per annullare il rapporto finale del consigliere speciale, gran parte del quale rimane sigillato, e per rimuovere la signora Willis dalle indagini. Il giudice ha concesso a Willis fino a lunedì per rispondere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *