I licenziamenti Disney colpiscono la produzione televisiva, i dipartimenti di acquisizione – The Hollywood Reporter

I licenziamenti sono iniziati nelle divisioni televisive della Disney.

Dicono le fonti L’Hollywood Reporter I licenziamenti di lunedì si sono concentrati su produzione e acquisizioni. I dipendenti degni di nota licenziati lunedì includono Zane Bieber, senior vp producer presso Freeform/Onyx Collective; Mark Levenstein, responsabile della produzione e della post-produzione di Hulu; ed Elizabeth Newman, responsabile delle acquisizioni della Disney.

Le fonti indicano che l’intero team di acquisizione di Newman è stato sciolto, mentre i team di produzione di Bieber e Levenstein saranno affidati a Carol Turner, vicepresidente esecutivo della produzione di ABC Signature. Il team continuerà a riferire a Eric Schrier, che Dana Walton ha promosso alla fine dello scorso anno a capo delle operazioni commerciali presso Disney Television Studios e Disney General Entertainment.

I dettagli sull’entità dei licenziamenti di lunedì o sulla percentuale della forza lavoro della Disney interessata non erano immediatamente disponibili, poiché si prevede che ulteriori licenziamenti sul lato televisivo arriveranno durante il fine settimana, con il round più grande in arrivo ad aprile.

I licenziamenti inizieranno questa settimana come parte di una serie di tagli che elimineranno un totale di 7.000 lavoratori, come ha avvertito lunedì il CEO della Disney Bob Iger. Iger ha dichiarato a febbraio che la Disney taglierà 7.000 posti di lavoro come parte di una ristrutturazione semplificata incentrata su tre divisioni: Disney Entertainment, ESPN e Parks, Experiences and Products. I tagli, ha affermato, erano “necessari per creare un approccio più efficace, integrato e semplificato alla nostra attività”, ha scritto lunedì Iger in una nota interna. Un terzo e ultimo round di licenziamenti dovrebbe arrivare prima dell’inizio dell’estate, ha detto Iger.

I tagli al personale fanno parte di un più ampio piano di risparmio sui costi da 5,5 miliardi di dollari dell’azienda, e altre aziende hanno ridotto allo stesso modo la propria forza lavoro nel tentativo di razionalizzare e ridurre i propri ranghi mentre la recessione incombe.

READ  Il re Carlo III e la regina Camilla sono stati ufficialmente incoronati durante la cerimonia di incoronazione

Le mosse di lunedì eliminano le divisioni di produzione in silos e consolidano la divisione in un’unica unità che copre tutti i lati della TV, eliminando anche una divisione acquisizioni separata.

Iger è tornato al ruolo di CEO con una mossa a sorpresa a novembre, dopo che il consiglio di amministrazione della Disney ha licenziato il suo precedente sostituto, Bob Sabek, dopo due anni e mezzo nel ruolo. La prima mossa di Iger dopo essere tornato alla Mouse House è stata quella di licenziare il miglior luogotenente di Sabek, Kareem Daniel. Come parte della riorganizzazione Disney di Chabeck, ha scelto Daniel per dirigere la nuova divisione Disney Media and Entertainment Distribution. La divisione ha frustrato i dirigenti perché Daniel controllava tutte le entrate non legate ai parchi della Disney e controllava i cordoni della borsa della spesa televisiva e cinematografica.

Dopo aver licenziato Daniels, Iger ha chiuso DMED e lo ha ristrutturato per dare la supervisione finanziaria ai creatori e ha scelto Walton e Alan Bergman per supervisionare Disney Entertainment, con Jimmy Pitaro che continua a guidare ESPN e Josh D’Amaro che gestisce i parchi e la divisione di produzione.

Da parte sua, Bieber lavora con la Disney dal 2009, iniziando come produttore presso Disney Channel e facendo carriera alla ABC nel reparto produzione e operazioni. Ha servito come vicepresidente del dipartimento per più di un decennio e ha ottenuto i suoi titoli di vicepresidente senior nel 2018 quando ha aggiunto Freeform alla sua competenza.

Levenstein, nel frattempo, lavora con Hulu dalla metà del 2019 come capo della produzione e della post-produzione.

Alla fine del 2019, Newman è passato dalla parte della TV illuminata e dei diritti dei media alla CAA allo sviluppo di vp alla Disney. All’inizio del 2021, l’ex capo dello studio Disney Craig Hunex ha creato il dipartimento delle acquisizioni creative, dove ora fa capo all’ex capo della FX. Sri.

READ  Gli Stati Uniti valutano i potenziali danni al sistema di difesa missilistico Patriot a seguito dell'attacco russo vicino a Kiev

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *