Gli scontri sono scoppiati tra le forze israeliane e Hamas dopo che 200 persone sono state uccise a Gaza

Di Nidal Al-Mughrabi e Arafat Barbak

IL CAIRO/GAZA (Reuters) – Pesanti colpi di carri armati israeliani e bombardamenti aerei hanno colpito Khan Younis nella Striscia di Gaza venerdì notte, dopo che la campagna israeliana contro i militanti di Hamas avrebbe ucciso quasi 200 persone in 24 ore.

Medici e giornalisti palestinesi hanno affermato che gli aerei hanno effettuato una serie di attacchi aerei sul campo di Nusirat, nel centro di Gaza.

Le forze israeliane stanno attaccando Khan Younis in preparazione di un'ulteriore avanzata prevista nella città chiave del sud, che hanno catturato all'inizio di dicembre.

Il ministro della Difesa Yoav Galant ha detto che le truppe stanno raggiungendo i centri di comando e i depositi di armi di Hamas. L'esercito israeliano ha dichiarato di aver distrutto un complesso di tunnel nel seminterrato di una delle case del leader di Hamas Yahya Shinwar a Gaza City.

Dodici settimane dopo che i militanti di Hamas hanno attaccato le città israeliane, uccidendo 1.200 persone e prendendo 240 ostaggi, le forze israeliane hanno devastato vaste aree della Striscia di Gaza mentre continuano la loro battaglia per sradicare il gruppo islamico.

Tutti i quasi 2,3 milioni di abitanti di Gaza sono fuggiti dalle proprie case almeno una volta, e molti sono di nuovo in movimento, spesso costretti a rifugiarsi in tende improvvisate o rannicchiarsi sotto teloni e teli di plastica all'aperto.

La stretta costa è lunga appena 40 km (25 miglia) ed è una delle aree più densamente popolate del mondo.

Funzionari sanitari di Gaza hanno affermato che 187 palestinesi sono stati uccisi negli attacchi israeliani in 24 ore, portando il bilancio totale a 21.507, circa l'1% della popolazione di Gaza. Si teme che altre migliaia di corpi siano sepolti tra le macerie circostanti.

READ  Playoff NBA: i Celtics cancellano 18 punti di deficit, si portano in vantaggio per 3-0 e spezzano il cuore dei Pacers shorthanded

Giornalista palestinese ucciso

Un giornalista palestinese che lavorava per la TV Al-Quds è stato ucciso insieme ad alcuni membri della sua famiglia in un attacco aereo sulla loro casa nel campo di Nusirat, nel centro della Striscia di Gaza, hanno detto funzionari sanitari e colleghi giornalisti.

L'ufficio stampa del governo di Gaza ha affermato che 106 giornalisti palestinesi sono stati uccisi nell'attacco israeliano.

Il Comitato per la Protezione dei Giornalisti (CPJ) ha dichiarato la scorsa settimana che le prime 10 settimane della guerra tra Israele e Gaza sono state le più sanguinose mai registrate per i giornalisti, con il maggior numero di giornalisti uccisi in un unico luogo in un solo anno.

La maggior parte dei giornalisti e degli operatori dei media uccisi nella guerra sono palestinesi. Il rapporto del CPJ con sede negli Stati Uniti afferma di essere “particolarmente preoccupato per l'apparente modello di presa di mira dei giornalisti e delle loro famiglie da parte dell'esercito israeliano”.

All'inizio di questo mese, un'indagine della Reuters ha rivelato che gli equipaggi dei carri armati israeliani hanno ucciso il giornalista della Reuters Issam Abdullah. Hanno anche scoperto che il 13 ottobre sei giornalisti sono rimasti feriti in Libano quando due proiettili sono stati sparati in rapida successione mentre i giornalisti stavano filmando un bombardamento oltre confine.

Israele ha precedentemente affermato di non aver mai preso di mira deliberatamente i giornalisti e di stare facendo tutto il possibile per evitare vittime civili, ma l’elevato numero di vittime ha causato preoccupazione anche tra i suoi alleati più fedeli.

Gli Stati Uniti hanno chiesto a Israele di ridurre la guerra e di passare ad operazioni mirate contro i leader di Hamas nelle prossime settimane.

READ  Incendi in Texas: incendi mortali in Texas bruciano 1 milione di acri – i più grandi nella storia dello stato – e infuria l’inferno

Venerdì il Sudafrica ha chiesto alla Corte internazionale di giustizia (ICJ) un ordine urgente che dichiari che Israele ha violato i suoi obblighi ai sensi dell’accordo sul genocidio del 1948 contro Hamas a Gaza.

Ha invitato la Corte ad adottare misure a breve termine per fermare la campagna militare di Israele “per proteggerlo da ulteriori, gravi e irreparabili danni ai diritti del popolo palestinese”.

Non è stata fissata alcuna data per l'udienza.

In risposta, il Ministero degli Esteri israeliano ha accusato Hamas di usare i palestinesi di Gaza come scudi umani e di rubare loro gli aiuti umanitari. Hamas nega tali accuse.

Israele aiuta a consegnare vaccini a Gaza

Venerdì Israele ha dichiarato che sta facilitando l’ingresso di un numero di vaccini sufficiente a vaccinare quasi 1,4 milioni di persone contro malattie tra cui poliomielite, tubercolosi, epatite, difterite, tetano, pertosse e meningite.

Lo scambio di vaccini è stato coordinato con l’UNICEF, si legge in una dichiarazione del COGAT – il ministero della Difesa che si coordina con i palestinesi – al fine di prevenire la diffusione della malattia nell’enclave.

Gaza dipende completamente dalle forniture esterne di cibo, carburante e forniture mediche, e Israele ha un accesso limitato alla parte meridionale del territorio. Le agenzie internazionali affermano che le forniture provenienti dalle sonde israeliane rappresentano una piccola parte dei bisogni di Gaza.

La settimana scorsa Israele si è piegato alle pressioni internazionali per aprire un secondo valico, dicendo che avrebbe raddoppiato il numero giornaliero di camion di rifornimenti portandolo a 200, ma solo 76 sono riusciti ad entrare giovedì, rispetto ai 500 in tempo di pace, secondo le Nazioni Unite.

READ  Chevron acquisterà Hess Corp per 53 miliardi di dollari in un accordo su tutte le azioni

Un portavoce del governo israeliano ha detto venerdì che gli aiuti umanitari non sono limitati e che c'è stato un problema con le consegne all'interno di Gaza.

(Segnalazione di Nidal al-Mughrabi al Cairo e Arafat Barbak a Gaza; scrittura di Daphne Saledakis e Kim Coghill; montaggio di Grant McCool e Neil Fullick)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *