Famiglia della cheerleader della Florida pugnalata 114 volte durante l’udienza di condanna

“Aiden Fuzzi non si è limitato a prendere la vita di Tristin quel giorno, ci ha preso tutto”, dice la sorella della cheerleader della Florida che è stata pugnalata 114 volte quasi due anni fa.

La famiglia di Tristin Bailey ha fornito resoconti emotivi mercoledì durante l’udienza di condanna per l’adolescente che si è dichiarato colpevole dell’accoltellamento.

Alexis Bailey, la prima a salire sul banco dei testimoni, ha lasciato cadere 114 pietre verde acqua in un barattolo di vetro ogni volta che Fuzzi ha pugnalato la sorella minore.

“Ho degli incubi su quel momento. Nei miei sogni, cerco di afferrarla e la supplico di passare la notte e fare qualsiasi cosa per impedire quello che è successo ore dopo. Ma ogni volta, la porta si chiude prima che io possa raggiungerla”, Alexis Bailey ha detto…

Il 9 maggio 2021, gli investigatori hanno detto alla famiglia che Tristin era stata uccisa, ha detto, e si è ammalata. “La nostra famiglia è andata in pezzi quel giorno e non riconosco più nessuno di noi”, ha detto.

Tristin Bailey, 13 anni.S. Ufficio dello sceriffo della contea di Johns / tramite Twitter

Alexis e un’altra sorella, Britney Bailey Russell, hanno affermato di aver sofferto di disturbo da stress post-traumatico dopo l’omicidio. Russell era in luna di miele quando ha saputo che sua sorella minore era scomparsa.

“Il dolore non era abbastanza doloroso. Non ero schiacciato fino in fondo come mi sentivo. La rabbia non si avvicinava nemmeno al livello di rabbia con cui ero bloccato”, ha detto. “Ti dico, la giustizia è una parola di conforto. Non la riporterà indietro.”

READ  Punteggio LSU vs Florida State: aggiornamenti di gioco in tempo reale, risultati del college football, top 25 della NCAA di oggi

Dopo che ogni membro della famiglia ha parlato, ha lasciato cadere una pietra bianca nel barattolo per rappresentare ciò che Fucci aveva preso da loro.

Tristin, una cheerleader di 13 anni, è stata trovata morta nei boschi fuori Jacksonville. Fuzzi, che aveva 14 anni al momento del delitto, ha detto alle autorità di aver litigato con un amico e di averla spinta a terra dopo che lei aveva lasciato un amico nelle prime ore del 9 maggio 2021, secondo una probabile causa affidavit.

Mentre era ancora considerato un testimone, ha scattato un selfie nel retro di un veicolo della polizia mostrando un segno di pace e lo ha pubblicato sui social media con la didascalia: “Ehi ragazzi, nessuno ha visto Tristin ultimamente”.

Durante l’udienza di condanna sono intervenuti anche altri amici e familiari di Tristin. Suo fratello, Deacon Bailey, ha detto che era “rotto” e si sentiva un “fallimento” per non aver impedito la morte di sua sorella.

Stacey Bailey, la madre di Tristin, è scoppiata in lacrime mentre parlava delle notti insonni che ha trascorso dall’omicidio di Tristin.

“La mancanza di sonno mi colpisce mentalmente e fisicamente. Non riconosco la persona che vedo allo specchio”, ha detto. “La mia vita sembra fuori controllo.”

In una delle sue lettere, il padre di Tristin, Forrest Bailey, si rivolse a Fuzzi.

“Detesto la tua esistenza e so che non c’è la minima traccia di bontà o decenza umana in te”, ha detto.

Fuzzi è stato arrestato il 10 maggio 2021, con l’accusa di omicidio di secondo grado. Giorni dopo, un gran giurì lo ha incriminato per omicidio di primo grado, il pubblico ministero R.J. Il numero di coltellate subite da Larissa ha sostenuto l’accusa e ha mostrato che l’attacco era pianificato.

READ  Rilascio di Apple iOS 16 fissato per domani; Alcune delle straordinarie funzionalità fornite con il tuo iPhone

Fucci viene processato da adulto. I pubblici ministeri hanno detto che la pena massima sarebbe l’ergastolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *