Commercio con la Cina: le esportazioni diminuiranno nel 2023 per la prima volta in sette anni

STR/AFP/Getty Images

Una nave mercantile si prepara al terminal container del porto di Lianyungang, nella provincia di Jiangsu, nella Cina orientale, il 6 dicembre 2023.

Nota dell'editore: Iscriviti alla newsletter Nel frattempo Cina della CNN, che esplora ciò che devi sapere sull'ascesa del paese e su come sta influenzando il mondo.


Hong Kong
CNN

Le esportazioni cinesi per l’intero anno sono diminuite per la prima volta dal 2016 a causa dell’indebolimento della domanda globale.

Secondo i dati doganali cinesi pubblicati venerdì, le esportazioni misurate in dollari USA raggiungeranno i 3,38 trilioni di dollari nel 2023, in calo del 4,6% rispetto all’anno precedente. Nel 2022, le esportazioni cinesi Aumento del 7%. dall'anno precedente.

Le esportazioni cinesi all'estero sono crollate nel 2016, quando sono diminuite del 7,7% a causa della debole domanda.

L’anno scorso, le importazioni sono diminuite del 5,5% a 2,56 trilioni di dollari. È diventata la seconda economia più grande del mondo con un surplus commerciale di 823 miliardi di dollari.

“La ripresa economica globale è stata debole nell'ultimo anno”, ha detto Liu Daliang, portavoce dell'Amministrazione generale delle dogane, in una conferenza stampa venerdì a Pechino. “La lenta domanda esterna colpisce le esportazioni cinesi”.

Si aspetta che le esportazioni nel 2024 affronteranno “difficoltà” poiché la domanda globale rimane debole e “protezionismo e unilateralismo” ostacoleranno la crescita del settore.

Tuttavia, c’è un lato positivo. A dicembre, le esportazioni sono aumentate del 2,3% rispetto allo stesso mese di un anno fa, segnando il secondo mese consecutivo di crescita e un leggero miglioramento dell’appetito globale per i beni cinesi. Le esportazioni del paese sono diminuite per sei mesi consecutivi prima di novembre.

READ  Lionel Messi e Jordi Alba si sono infortunati nella partita dell'Inter Miami

Gli Stati Uniti sono stati il ​​principale partner commerciale della Cina nel 2023, con il commercio bilaterale che rappresentava l’11,2% del commercio totale. Tuttavia, tale valore è in calo dell’11,6% rispetto al totale del 2022.

AFP/Getty Images

Le auto elettriche BYD aspettano di essere caricate su una nave presso il terminal container internazionale del porto di Taicang, situato nella provincia orientale cinese di Jiangsu.

Secondo i dati doganali, l’ASEAN, l’Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico che comprende 10 membri, e l’Unione Europea rappresentano rispettivamente il 15,4% e il 13,2% del commercio totale con la Cina.

Lo scorso anno il Paese ha registrato un aumento del 69% nel valore totale delle esportazioni di automobili, il più alto tra tutte le categorie.

In termini di volume, si prevede che la Cina spedirà 5,22 milioni di veicoli nel 2023, in aumento del 57% rispetto al 2022. Ciò è dovuto in parte allo sviluppo dei veicoli elettrici, ha affermato Liu.

“Un'auto su tre esportata dalla Cina è un veicolo passeggeri elettrico”, ha detto in una conferenza stampa.

“Guardando al futuro, crediamo che l'industria automobilistica cinese abbia ancora un forte vantaggio competitivo globale e possa continuare a fornire prodotti sempre più innovativi e migliori per soddisfare le esigenze dei consumatori globali”, ha aggiunto.

All'inizio di questa settimana, un importante conglomerato dell'industria automobilistica cinese disse Il Paese è “certo” di superare il Giappone come maggiore esportatore di automobili al mondo lo scorso anno grazie alla forte domanda da parte della Russia e all’appetito globale per i veicoli elettrici.

La classifica verrà confermata una volta pubblicate le statistiche annuali ufficiali del Giappone, previste nelle prossime settimane.

READ  Jerry Nadler sconfigge Carolyn Maloney alle primarie democratiche della Camera di New York

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *