Chris Christie annuncerà la sua candidatura per la nomina presidenziale repubblicana del 2024

Carlo Krupa/AP

L’ex governatore del New Jersey Chris Christie si rivolge a una folla in una riunione in stile municipio al New England College giovedì 20 aprile.



Cnn

Ex governatore del New Jersey. Chris Christie Martedì ha presentato istanza di candidatura alla presidenza prima di annunciare la sua seconda offerta per la Casa Bianca e dare il via a un’altra resa dei conti. L’ex presidente Donald TrumpCapofila del GOP ed ex alleato di Christie.

Il suo annuncio di martedì sera arriva il giorno dopo il collega moderato del GOP Chris Sununu, il governatore del New Hampshire. Optato contro la corsa e meno di 24 ore L’ex vicepresidente Mike Pence Entrando ufficialmente in gara. Come nel 2016, Christie cercherà di fare appello ai repubblicani più tradizionalmente conservatori e favorevoli all’establishment – e si spera che possa emergere come un ostacolo a Trump e al governatore della Florida Ron DeSantis nel campo in rapida crescita.

Oltre a questi due, ce ne sono altri che hanno già annunciato offerte L’ex governatore della Carolina del Sud Nikki Haley, l’ex governatore dell’Arkansas Asa Hutchinson e il senatore della Carolina del Sud. Tim Scott. Pence, che ha depositato i documenti per candidarsi, e il governatore del North Dakota Doug Burgum dovrebbero unirsi alla manifestazione di mercoledì.

Come riportato in precedenza dalla CNN, Christie crede di essere nella posizione migliore per affrontare Trump alle primarie mentre fa appello agli indipendenti in una potenziale resa dei conti elettorale generale con il presidente Joe Biden. Sta dando il via alla sua campagna con il sostegno di un nuovo super PAC chiamato “Tell It Like It Is” creato dagli alleati in previsione della sua campagna.

READ  Bing ha detto che sta rimuovendo la sua lista d'attesa per la chat basata su GPT-4

Il flirt di Christie con la politica presidenziale è iniziato nel 2011, quando ha preso in considerazione l’idea di candidarsi alle primarie per affrontare l’allora presidente Barack Obama un anno dopo. Prima del 2016, si è trovato allineato con i repubblicani. In un dibattito a febbraio, Florida Sen. La sua campagna del 2016 è stata di breve durata e memorabile per la presa in giro di Christie’s di Marco Rubio.

Entrambi alla fine si sarebbero ritirati – dopo che Christie era arrivata sesta alle primarie del New Hampshire – e avevano appoggiato Trump.

Ma Christie ha fatto un ulteriore passo avanti.

Ha guidato il team di transizione di Trump – anche se alla fine il suo lavoro è stato distrutto e lo stesso Christie è stato messo da parte dopo le elezioni – e in seguito è diventato uno stretto consigliere dell’ex presidente. È stato presentato come potenziale candidato per diverse posizioni esecutive, anche se nessuna si è concretizzata. Ha anche partecipato a finti dibattiti con Trump nel 2020. (Christie ha affermato di ritenere di aver contratto il Covid-19 da Trump, che non ha rilasciato un risultato positivo del test durante una di quelle sessioni.)

Dopo la sconfitta di Trump e il tentativo di ribaltare le elezioni del 2020, Christie si è rivoltata contro di lui e ha cercato di posizionarsi come uno dei principali critici repubblicani di Trump.

“Continuiamo a perdere e perdere e perdere”, ha detto Christie alla conferenza annuale della leadership della Republican Jewish Coalition alla fine dell’anno scorso, “il motivo per cui stiamo perdendo è perché Donald Trump ha messo se stesso prima di tutti gli altri”.

READ  Le grandi città cinesi, da Dalian a Shenzhen, stanno aumentando le restrizioni Covid

Ha detto che Trump “ha istigato” la rivolta al Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio 2021 e “ha intimidito Mike Pence e il Congresso affinché facessero ciò che ha detto con le sue stesse parole la scorsa settimana: cercare di ribaltare le elezioni”.

In un’intervista Axios Quest’anno ha promesso di non sostenere mai più Trump.

“Non posso aiutarlo”, ha detto Christie. “Non c’è modo.”

Christie è stata eletta per la prima volta governatore del New Jersey nel 2009, spodestando l’incumbent democratico John Corzine. Ha vinto facilmente la rielezione nello stato blu nel 2013. Ha servito come avvocato degli Stati Uniti del New Jersey dal 2002 al 2008, durante il quale ha perseguito il padre del genero ed ex aiutante di Trump, Jared Kushner, con l’accusa di evasione fiscale criminale e manomissione di testimoni.

Lo stesso Christie è stato coinvolto nello scandalo “Bridgegate” durante il suo secondo mandato come governatore. Le e-mail e i messaggi dei migliori collaboratori mostrano che la chiusura di George Washington Bridge Lane nel settembre 2013 ha causato gravi ingorghi, derivanti dalla vendetta politica dopo che il sindaco democratico della città ha rifiutato la candidatura per la rielezione governativa di Christie.

Un’indagine federale ha stabilito che Christie non era a conoscenza della decisione di chiudere le corsie, ma lo scandalo ha seguito l’ex governatore.

Questa storia è stata aggiornata dal deposito FEC di Christie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *